20 Gennaio 2011
15:31

I monumenti da vedere a Barcellona

La città catalana di Barcellona offre molteplici spunti d’interesse per il vostro viaggio: immancabile una visita alla Sagrada Familia, Casa Milà, Casa Batllò e un giro sulle Ramblas verso Barceloneta.

Partire per un viaggio nella metropoli catalana è sempre una rivelazione, che sia la prima volta o la seconda che ci andate, visitare Barcellona è un piacere perché le cose da vedere sono tante e tutte imperdibili. Ciò che rende Barcellona unica è senza dubbio il mare, Barceloneta, in particolare, ricorda alcune zone dell’Italia meridionale: sono in molti a definirla la Napoli di Barcellona, con i suoi stretti vicoletti, i pescatori, le spiagge e i ristoranti che servono un succulento pescato locale.

Oltre a Barceloneta, visitate la Ramblas, l’enorme strada ombreggiata dai platani che culmina con il monumento al navigatore italiano Cristoforo Colombo al quale potrete scattare qualche foto. Poco prima di raggiungere il monumento, potrete notare il caratteristico mercato de “La Boqueria”. Entrati all’interno dello stesso, noterete un’esplosione di colori e di odori, qui i simpatici commercianti vi accoglieranno con i loro prodotti tipici. Altro motivo per visitare Barcellona é la Fontana Magica di Montjuic, situata alla base dell’omonimo promontorio, fu costruita alla fine degli anni 20 e presenta affascinanti giochi di acqua, ognuno dei quali con una sua particolare colorazione. Soltanto negli anni 80 venne incorporata anche la musica: grazie a quest’espediente adesso i giochi d’acqua della Fontana consentono un’esperienza fortemente sinestetica ai visitatori.

Questi luoghi sono ideali da vedere con il bel tempo, mentre se capitate a Barcellona in giornate uggiose, potreste pianificare una visita ai monumenti dell’architetto catalano Antoni Gaudì.  Potrete riconoscere l’estro di quest’artista nella Casa Batllò, nella Casa Milà, ovverosia la Pedrera, oltre che nella Sagrada Familia e Parc Guell. Casa Batllò, dichiarata nel 2005 patrimonio dell’UNESCO, fornisce un colpo d’occhio fantastico ai turisti che si trovano a passeggiare sul Passeig de Gracia. Mentre la facciata esterna ricorda dei motivi ossei, il tetto si rifà alla morfologia di un drago, mentre le maioliche tassellano le guglie e i rivestimenti in generale.

All’interno troviamo gli appartamenti della Famiglia Milà, alcuni di questi ancora in affitto, mentre l’interno del cortile centrale è interamente piastrellato con mattonelle dai toni che vanno dal blu al celestino. La Pedrera, chiamata così perché la sua parte esterna è essenzialmente rivestita di pietra grezza, segue allo stesso modo le linee zoomorfe tanto care a Gaudì.  Se non ci siete ancora stati, avrete capito che vale davvero la pena prenotare uno dei tanti voli low cost per la Spagna; Barcellona offre attimi di meraviglia a ogni angolo delle sue strade.

Dubrovnik: le spiagge, i monumenti da vedere, gli alloggi e i ristoranti
Dubrovnik: le spiagge, i monumenti da vedere, gli alloggi e i ristoranti
Barcellona in 3 giorni: itinerari per una vacanza "lampo"
Barcellona in 3 giorni: itinerari per una vacanza "lampo"
I musei da non perdere a Barcellona
I musei da non perdere a Barcellona
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni