La Sicilia è una delle mete predilette per le vacanze al mare in Italia. Soprattutto in questo periodo, con la paura del terrorismo, si preferisce restare nel nostro paese. E se si cerca, il mare, il sole, il buon cibo e città incantevoli, la Sicilia è la meta perfetta. In questo articolo vi porteremo alla scoperta della costa orientale da Taormina a Ragusa, passando per le meraviglie di Catania, Siracusa e Noto. Ecco le tappe da non perdere in un viaggio in Sicilia Orientale.

La Bella Taormina
Le Gole dell'Alcantara
Escursione sull'Etna
L'elegante Catania
Ortigia, la parte antica di Siracusa
La Val di Noto
Marzamemi: borgo di pescatori
La Riserva naturale di Vendicari

La Bella Taormina.

Taormina. Foto di gnuckxin foto: Taormina. Foto di gnuckx

Partendo dalla zona settentrionale, la prima città che si incontra durante il tour è Messina, che di sicuro merita una visita, soprattutto per le sue ottime granite e il bellissimo Duomo. Addentrandoci nel nostro viaggio nella costa Orientale della Sicilia non si può non fare tappa a Taormina. La città più turistica di questa parte della terra sicula con il suo bellissimo teatro greco e la sua movimentata movida notturna. Taormina vanta anche di un mare cristallino con mille sfumature di blu. Potrete passare una giornata all'Isola Bella o al Lido di Mazzarò per godere appieno di questo splendore. Quello che però più vi rimarrà impresso, sarà sicuramente il panorama. Le strade che dal mare si inerpicano fino al centro storico offrono degli scorci mozzafiato.

Le Gole dell'Alcantara

Gole dell'Alcantara. Foto di Rens Kokkein foto: Gole dell'Alcantara. Foto di Rens Kokke

Uno spettacolo unico al mondo. La riserva delle Gole dell'Alcantara è un luogo imperdibile e meraviglioso, qui si trovano delle gole alte fino a 25 metri, un vero e proprio canyon originato da antichissime colate laviche solcate al centro dalle acque gelide del Fiume Alcantara. In questo luogo fantastico potrete dedicarvi a varie attività tra le quali il body rafting all'interno della gola.

Escursione sull'Etna.

Etna. Foto di Cristiano Corsiniin foto: Etna. Foto di Cristiano Corsini

Salire sull'Etna è un'escursione unica e se riuscirete ad arrivare fino in cima, troverete ad attendervi un panorama mozzafiato. Per salire in cima all'Etna ci sono due opzioni, la prima sarà salire in funivia ed in seguito a bordo di una jeep, oppure i più temerari possono decidere di sfidare la natura e scalare l'Etna a piedi. Per la visita ai crateri. l'Etna è spesso in attività ma a differenza di vulcani come lo Stromboli, nelle isole Eolie, la lava incandescente è visibile solo in certi momenti, nel corso di un'eruzione. Durante tali periodi di attività, da una distanza di sicurezza è possibile, soprattutto di notte, ammirare le rosse lingue di fuoco. Resta però sempre la possibilità di visitare alcuni dei crateri ormai spenti.

L'elegante Catania.

Catania. Foto di Cristiano Corsiniin foto: Catania. Foto di Cristiano Corsini

La prima cosa da fare durante una visita a Catania è gustare una colazione a base di granita di gelsi con panna e maritozzo. Dopo aver ritemprato lo stomaco la visita alla città può cominciare. Il centro storico di Catania è in pieno stile barocco ed è stato dichiarato dall’UNESCO Patrimonio dell’umanità. Passeggiare per il centro storico di Catania è davvero piacevole e divertente tra un arancino, una granita e delizie di ogni genere e tanti negozi  e ristoranti che popolano le principali vie.

Ortigia, la parte antica di Siracusa

Ortigia. Foto di kataltikin foto: Ortigia. Foto di kataltik

Ortigia è un isolotto su cui sorge la parte più antica della città di Siracusa. Rappresenta il centro storico della città ed è collegata alla terraferma da tre ponti. Tutta l'isola è ricca di bellezze che meritano una visita. Oltre il centro storico Siracusa offre molte cose da vedere: l’orecchio di Dioniso, le catacombe, i palazzi nobiliari, Villa Reimann , il Castello Maniace, Il duomo, il Ginnasio Romano, un elenco quasi infinito

La Val di Noto

Noto. Foto da pixabayin foto: Noto. Foto da pixabay

Le città Barocche della Val di Noto sono siti UNESCO dal 2002. Queste città, interamente ricostruite dopo il  terribile terremoto del 1693, rappresentano l’apice e la fioritura finale dell’arte barocca in Europa. A Noto troverete tantissime chiesette, ma se avete la fortuna di visitare la città nel periodo che coincide con la terza domenica di Maggio, resterete sicuramente affascinati dall'Infiorata. Un evento caratteristico, in cui vengono utilizzati dei petali di fiori per poter realizzare tante figure in uno spettacolo di colori.

Marzamemi, borgo di pescatori.

Marzamemi. Foto da wikipediain foto: Marzamemi. Foto da wikipedia

Viaggiamo verso l'estremo sud della Sicilia si incontra un bellissimo borgo di pescatori. Marzamemi un posto incantevole con un centro storico che vi sorprenderà. Le vecchie case dei pescatori sono state trasformate in caratteristiche case di villeggiatura, ristoranti, pub o trattorie. Il mare è limpido, il cibo è ottimo e il panorama incantevole, infatti potrete scorgere le coste dell’Africa.

La Riserva Naturale di Vendicari.

La Torre Sveva di Vendicari. Foto di Marcello Falcoin foto: La Torre Sveva di Vendicari. Foto di Marcello Falco

Un altro luogo magico da visitare in Sicilia orientale è la riserva naturale di Vendicari. Qui potrete addentravi nella natura più profonda e fare tante escursioni mirate e molto interessanti, durante le quali potrete apprezzare la vegetazione e il paesaggio. Questo è un luogo meraviglioso, per fortuna ancora incontaminato dall'uomo. Inoltre Vendicari offre tra le più belle spiagge della Costa Ionica, un mare incontaminato e cristallino.