19 Aprile 2010
16:52

1 maggio a Napoli: Maggio dei Monumenti 2010 al via

L’annuale manifestazione si terrà anche quest’anno tra canti, danze e eventi di intrattenimento dedicati al barocco. Previste visite guidate nei luoghi chiusi al pubblico e musei gratis o a prezzi ridotti.
Particolare di Piazza Plebiscito a Napoli (Foto di Augusto De Luca). La Campania è la decima regione italiana più visitata dal turista straniero.
Particolare di Piazza Plebiscito a Napoli (Foto di Augusto De Luca). La Campania è la decima regione italiana più visitata dal turista straniero.

Il 1 maggio è associato dai più al lungo weekend di ferie dal lavoro (che quest’anno però non avremo poiché cade di sabato), da molti altri al concerto di Roma. Ma a Napoli è anche la data che segna l’inizio del Maggio dei Monumenti 2010. La manifestazione che si tiene ogni anno permette di esplorare e godere di molte delle bellezze della città partenopea, molte non accessibili al pubblico il resto dell’anno, e di poter partecipare a visite guidate speciali o entrare in musei e siti di interesse a prezzo ridotto se non addirittura gratis.

Quest’anno l’evento è dedicato al barocco a Napoli: la corrente del ‘600 che si è riversata per le strade della città durante l’epoca della dominazione spagnola, e che ha lasciato un segno indelebile in numerose strutture e nei vicoli del centro storico, oggi Patrimonio dell’Umanità Unesco. Chiese, chiostri, fontane sono oggi sotto gli occhi di tutti. Edifici come il Palazzo Reale, la reggia di Capodimonte, il Real Albergo dei Poveri contraddistinguono linea urbanistica del capoluogo campano.

Al momento non è ancora disponibile un programma completo, che sarà pubblicato a breve sul sito del comune di Napoli. Sappiamo che la manifestazione sarà inaugurata dall’esibizione della cantante Sinead O’Connor al Teatro San Carlo. Il primo weekend sarà infatti incentrato sulla musica, il secondo al teatro, seguiranno poi i fine settimana dedicati alla danza, al cinema e alla letteratura. Ognuno di questi sarà caratterizzato da eventi di intrattenimento a tema, anche lungo le strade. Inoltre varie visite guidate, tenute anche in inglese e spagnolo, verranno organizzate da guide esperte selezionate per l’occasione che porteranno i visitatori alla scoperta dei tesori nascosti di Napoli.

Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni