Una vita troppo stressata, ritmi di lavoro  intensi e tanti problemi per la testa. Tutto questo spesso spinge alla necessità di una vacanza, sia breve che lunga, per ricaricare le energie e fuggire dal caos della folla e della città. A volte però accade che giunti nel luogo di vacanza tanto sognato l'illusione di quiete e relax viene infranta a causa della folla di turisti che prendono d'assalto le mete di vacanza più blasonate del pianeta. Oggi, fortunatamente esistono ancora dei luoghi isolati, ma affascinanti, dove nascondersi da tutto e da tutti, dove il cellulare non prende, non potrete essere raggiunti da richieste di amicizia. Una vacanza da eremita, immersi nella natura, dimenticati da tutti, dove si può scoprire se stessi è un sogno ancora realizzabile, sempre se riuscirete a raggiungere questi luoghi che si trovano in zone impervie. Alcuni di questi paradisi sono stati scoperti dai turisti, e stanno perdendo la loro caratteristica di eremi, quindi se si vuole vivere questa esperienza fuori dagli schemi è meglio affrettarsi. Ecco alcuni dei luoghi dove mollare tutto e diventare come dei Robinson Crusoe, irraggiungibili da tutto e da tutti.

Rocamadour, la città aggrappata alla roccia
Monastero di Taktsang Palphug
Meteora, sospesi nel cielo
Alert, la città più alta del mondo
Glendalough, il silenzio delle valli
Ittoqqortoormiit, eremiti al freddo
Civita di Bagnoregio, la città fantasma
Montsegur, fortezza dei Pirenei Francesi
Socontra, un'isola di un altro mondo
Mont St-Michel, la città delle maree

Rocamadour, la città aggrappata alla roccia

[Foto di dynamosquito]

Una città arroccata sulla roccia, che la sola vista dal basso fa venire i brividi. Questa località che sembra toccare il cielo si trova in Francia e domina il maestoso canyon dell'Alzou. Isolati dalla città moderna su questo picco di montagna sorgono mistici santuari, in particolare quello della Madonna Nera, custodita nella cappella di Notre-Dame. Oggi questo luogo è meta di frequenti visite, ed è uno dei centri di pellegrinaggio più visitati in Europa ed in Francia, quindi il sogno di isolarsi da mondo è poco realizzabile. Ma trovarsi sulla cima di una montagna, davanti ad un panorama mozzafiato, in un monastero che sembra sfidare la forza di gravità, vi regalerà comunque la sensazione di essere eremiti, anche con qualche turista di fianco. Per raggiungere questo luogo bisogna salire ben 216 gradini della Grande Scalinata che conducono al sagrato delle 7 chiese.

Monastero di Taktsang Palphug

[Foto di donvikro]

Uno dei luoghi più affascinanti ed inaccessibili del mondo è il Monastero di Taktsang Palphug che si trova in Bhutan. Per raggiungerlo bisogna inerpicarsi su per la montagna a 3120 metri sul livello del mare. Questo monastero è anche famoso come la Tana della Tigre e comprende un complesso di templi buddisti himalayani. Le varie zone sono incastonate nella montagna e sono collegate tramite sentieri con scalini scavati nella roccia e ponti di legno sospesi. Quattro delle otto caverne presenti all'interno del Monastero di Taktsang sono di facile accesso mentre le altre rimangono difficili da raggiungere a causa degli insidiosi percorsi che si inerpicano nella foresta. Salire fin su questo monastero vi farà sentire padroni del mondo, soli con la natura, dinanzi ad un panorama mozzafiato, circondati da monaci vestiti di rosso e la voglia di essere soli in meditazione con se stessi.

Metéora, sospesi nel cielo

[Foto di Juan Manuel Calcedo]

Andare a stare sul pizzo di una montagna. Quante volte nei periodi più stressanti della vita abbiamo desiderato questo. Ebbene quando la voglia di pace e tranquillità diventa insopportabile ci si può rifugiare in un luogo non troppo distante da noi. In Grecia in cima alle falesie di arenaria c'è un luogo di immensa spiritualità ed isolamento, parliamo di Metéora, dichiarata Patrimonio dell'Umanità dall'Unesco. La zona si trova nella parte settentrionale della Grecia. Anche se oggi è diventata meta di turismo, si ha ancora la sensazione di essere sospesi nel cielo. Il paesaggio mette i brividi, su delle colonne nel cielo, così sono chiamate le torri di roccia naturali, sorgono dei monasteri, detti meteore, che sembrano volteggiare nell'aria. Degli originari 24 centri, oggi solo 6 sono ancora funzionanti e visitabili. In tempi passati l'unico modo per salire in cima a queste giganti rocce era utilizzare delle scale di corda o venire issati su tramite delle reti. Tutto ciò rendeva questo luogo ancor più suggestivo e pericoloso. Anche se le strade di accesso ai siti sono state rese meno impervie, grazie a scale scavate nella roccia, l'atmosfera che regna in questo luogo meraviglioso una volta guadagnata la vetta è la stessa che spinse i monaci e gli eremiti a rifugiarsi quassù, dove rinunciando al mondo, si sentivano più vicini a Dio. A pochi passi dal cielo, soli, di fronte ad una natura imperiosa.

Alert, la città più alta del mondo

[Foto da Wikipedia]

Restando in tema di altezze, non poteva mancare la cittadina più alta del mondo. Si tratta di Alert e si trova in Canada. Raggiungerla è una vera impresa e per questo è uno dei luoghi più solitari dove i turisti possono andare, sempre se riescono a raggiungerlo. Un vero regno per eremiti dove a 24 ore di luce si alternano a 24 ore di buio e di sicuro si sarà al fresco.

Glendalough, il silenzio delle valli

[Foto di Joe King]

Altra meta per sfuggire dal caos e realizzare il desiderio dei turisti di sentirsi eremiti si trova nelle vicinanze di Dublino. Glendalough è uno dei siti più suggestivi dell'Irlanda, dove il silenzio regna incontrastato, la natura sembra non avere regole e le nuvole assomigliano ad ovatta che accarezza le costruzioni. Alla sommità si trova un bellissimo monastero. Tutto questo si specchia in due laghi che si trovano nella dolce valle, il Lower Lake ed l'Upper Lake. Nelle giornate grigie quando la nebbia avvolge la zona, questo angolo d'Irlanda appare fermo nel tempo ci si può sedere sulla riva del lago, ed essere immersi nel silenzio più inquietante della natura.

Ittoqqortoormiit, eremiti al freddo

[Foto di Chrissy]

Se il freddo non vi fa paura potete rifugiarvi nel posto più settentrionale della Groenlandia ad Ittoqqortootmiit. E' una delle cittadine più isolate del mondo e meno frequentate da turisti. Qui vivono solo 500 persone che si dedicano per di più alla pesca ed alla caccia. Tra il Mare di Groenlandia e lo Stretto di Danimarca, potrete trascorrere dei giorni da veri eremiti senza avere contatti con il mondo moderno.

Civita di Bagnoregio, la città fantasma

[Foto di Etnoy]

Per vivere qualche giorno lontani dal mondo moderno non bisogna per forza viaggiare per chilometri ed arrivare all'altro capo del mondo. Ma anche in Italia si trova un luogo che appare quasi essere stato dimenticato dall'umanità. Civita di Bagnoreggio in Umbria, è conosciuta come la città che muore, poichè sorge su un terreno precario continuamente messo in pericolo dall'erosione. A pochi passi dalle città piene di negozi ed edifici alla moda, sembra essere trasportati su un paesaggio lunare, dove sopravvivono muri di argilla creati dalla forza erosiva dell'acqua. Questi sono chiamati calanchi e formano uno dei paesaggi più straordinari ed unici in Italia. In questo luogo silenzioso e solitario si può giungere solo a piedi attraversando un ponte in cemento armato. L'erosione ancora oggi non si ferma, e la città è diventata un borgo fantasma che fa sentire il visitatore impotente di fronte alla forza della natura.

Montsegur, fortezza dei Pirenei francesi

[Foto di Guillen Perez]

Rinchiusi tra le possenti mura di una fortezza sembra che nulla possa scalfirci. Protetti dal mondo esterno per essere soli con i propri pensieri e lontani da ogni connessione. Quest'esperienza si può vivere a Montesegur sui Pirenei Francesi, luogo divenuto simbolo della resistenza e rifugio dei Catari, perseguitati per anni dall'esercito del Papa. Per giungere in questo luogo suggestivo bisogna percorrere a piedi una salita molto ripida raggiunta la cima sovrastati dal castello si avrà la sensazione di essere soli in cima al mondo. Montesegur oggi è diventato  la meta prediletta dagli studiosi di esoterismo ed è uno di quei luoghi che ha ispirato grandi musicisti come gli Iron Maiden che gli hanno dedicato una canzone contenuta nell'album Dance of Death.

Socotra, un'isola dell'altro mondo

[Foto di Rod Waddington]

Altro luogo più remoto del mondo è l'arcipelago di Socotra nell'Oceano Pacifico. Il sogno di vivere come Robinson Crusoe, da soli su un'isola deserta, qui può diventare realtà. L'arcipelago è composto da 4 isole che appartengono allo Yemen. Questa è una delle poche zone del mondo rimaste ancora incontaminate, dove si trovano piante bizzarre ed animali che non vivono in nessun altra parte del mondo. L'arcipelago è irraggiungibile per sei mesi all’anno a causa delle tempeste monsoniche, ma anche nei periodi migliori le difficoltà per arrivare sono tante. Questo aspetto però l'ha saltava dal turismo che potrebbe distruggere l'unicità dei luoghi. Se visitate l'isola, scordatevi hotel e ristoranti sulla spiaggia, ma tuffatevi nella natura più incontaminata, tornando indietro nel tempo quando non esisteva la modernità. Negli ultimi anni sono state costruite delle nuove strade e questo angolo di paradiso sembra essere destinato a diventare una meta turistica, quindi se cercate un pò di solitudine, meglio organizzare al più presto il viaggio a Socontra prima che la modernità la trasformi per sempre.

Mont St-Michel, la città delle maree

[Foto da Wikipedia]

Un'abbazia che si staglia nel mare, lontana dalla costa e dal caos del mondo. Secondo la leggenda Mont St-Michel è stata costruita nel punto in cui l’arcangelo Gabriele apparve al vescovo di Avranches. Tutto sembra un sogno, a partire dal monastero circondato dalla piccola città medievale che si snoda intorno, anche se la maggior suggestione è data dalla sua posizione, adagiata sul mare. Questa è dovuta all'inarrestabile fenomeno delle maree che si muovono a seconda dell'attrazione gravitazionale della luna. In alcuni periodi dell'anno l'acqua avvolge il complesso, mentre in altri il mare si ritira anche oltre 15 metri, lasciando spazio ad un surreale spettacolo lunare. Per vivere un'esperienza quasi mistica è consigliabile visitare il monastero di sera quando i turisti  lasciano l'isola. In questo momento, durante la visita a Mont St-Michel potrete vivere il vero fascino del posto avvolto in un silenzio quasi irreale.

[Foto principale di 84billy]