12 Dicembre 2010
13:22

31 dicembre in montagna: eventi nelle città sulla neve

Nelle città di montagna, ma anche altrove, le festività natalizie offrono diversi eventi di intrattenimento, che culminano tutti nel concerto dell’ultimo dell’anno.

Decidere di passare l'ultimo dell'anno in una località invernale non è solo per godere di quell'atmosfera tipica del Natale che solo il gelo e la neve delle vacanze in montagna possono offrire. Anzi, proprio in virtù di questo, si sa che questi posti attirano numerosi turisti e ci si aspetta che siano pronti ad accoglierli. Anche per quanto riguarda il loro intrattenimento. Gli ospiti non vogliono passare necessariamente tutta la giornata sciando o beandosi di una cioccolata calda all'interno di un locale con nevicata sullo sfondo. Chiedono anche qualcosa di più, qualcosa che sia ovviamente in linea con le feste, ma anche con le tradizioni del posto.

Ad esempio una tradizione molto seguita è quella del presepe vivente. La rappresentazione dal vivo della natività è un'invenzione che risale addirittura al suo creatore, San Francesco d'Assisi, che per la prima volta appunto la mise in scena. Ci sono due tipi di presepe, "a copione" e "a percorso". Nel primo caso si tratta proprio di una rappresentazione teatrale, nel secondo invece si percorrono le varie tappe dell'allestimento assistendo alle varie scene della natività. Presepi viventi si trovano praticamente in tutte le regioni, Campania, Puglia e Sicilia in testa. In Abruzzo ci sono sicuramente quelli più caratteristici, non fosse altro per il freddo: celebre quello di Rivisondoli, vicino a Roccaraso.

Ricordiamo che anche i mercatini di Natale sono una presenza costante in numerose città d'Italia, non solo in montagna. Non ci sono solo Bolzano, Merano e Bressanone, anche se i mercatini dell'Alto Adige sono sicuramente i più popolari, grazie alle loro caratteristiche tipicamente festive. In alcune città, come a Chieti, il mercatino si tiene regolarmente una volta a settimana, e durante le feste si trasforma in un mercato dal sapore tutto natalizio. Inoltre da molte parti in contemporanea si svolgono mercatini dell'artigianato e di prodotti tipici locali. Casi come quello di San Gregorio Armeno a Napoli, dove i negozi dei presepi sono permanenti, sono eccezionali.

Ovviamente l'evento più atteso è sicuramente il concerto di Capodanno, che si terrà nelle piazze delle più grandi città italiane. I principali artisti italiani si divideranno nelle varie regioni per celebrare l'arrivo dell'anno nuovo con la loro musica. Alcuni addirittura suoneranno in più di una città: i Negrita ad esempio andranno da Bologna a Firenze, dove saranno i primi a suonare nel nuovo anno, e faranno compagnia a Lucio Dalla e Irene Grandi. A Napoli Renzo Arbore sarà là con la sua Orchestra Italiana a cantare i classici della canzone napoletana. Antonello Venditti, romano doc, canterà nella capitale. In Sardegna tra Sassari, Olbia, Cagliari e Alghero ce n'è per tutti i gusti: da Laura Pausini ad Alex Britti, da Edoardo Bennato a Claudio Baglioni. A Orvieto si terrà invece una speciale edizione dell'Umbria Jazz Winter, che si protrarrà fino al 3 gennaio.

Epifania sulla neve: il ponte lungo in montagna
Epifania sulla neve: il ponte lungo in montagna
Vacanze in montagna a Natale sulla neve in Valtellina, a Livigno
Vacanze in montagna a Natale sulla neve in Valtellina, a Livigno
Vacanze sulla neve in Basilicata: la montagna che non delude
Vacanze sulla neve in Basilicata: la montagna che non delude
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni