in foto: Caminito del Rey, Spagna – Foto Wikimedia Commons

Il vostro concetto di vacanza non è esattamente quello di rilassarvi al sole facendo le parole crociate? Ecco alcune opportunità che possono dare nuova linfa al vostro spirito avventuroso. Scalare montagne e attraversare deserti metterà alla prova la vostra resistenza e vi permetterà di scoprire il mondo con occhi nuovi. Ecco alcuni tra i viaggi più adrenalinici che ci siano.

Scalare il Monte Everest.

Monte Everest – Foto Pixabayin foto: Monte Everest – Foto Pixabay

Con i suoi 8.848 metri, l'Everest è la montagna più alta del mondo ma anche la più pericolosa. Le prime spedizioni risalgono al 1920, ma solo nel 1953 il primo scalatore ha raggiunto la sua vetta. La scalata dell'Everest comporta indubbiamente numerose difficoltà, in primis le bufere di neve. Obbligatorio portare con sé l'ossigeno.

Affrontare la Marathon des Sables – Deserto del Sahara.

Marathon des Sables – Credits: tent86in foto: Marathon des Sables – Credits: tent86

Con i suoi 9,4 milioni di km quadrati, attraversare il Sahara a piedi è un'impresa per temerari. Tuttavia, se le grandi distanze non vi spaventano, potete sfidare la vostra resistenza nella Marathon des Sables. Si tratta di una corsa su un percorso di 243 km che si svolge interamente nel Sahara marocchino.

Sospesi nel vuoto sul Caminito del Rey – Spagna.

Caminito del Rey, Spagna – Credits: akxin foto: Caminito del Rey, Spagna – Credits: akx

Riaperto nel 2015 dopo una lunga ristrutturazione, è stato definito "il percorso più pericoloso del mondo". Il Caminito del Rey (sentiero del re) è un passaggio pedonale di 3 km, con rampe larghe appena un metro sospese a 100 metri sul fiume. Una camminata adrenalinica per ammirare lo splendido paesaggio del Desfiladero de los Gaitanes che si snoda sotto i vostri occhi, con le sue gole dall'acqua cristallina. Astenersi sofferenti di vertigini.

Un tuffo tra due continenti nella faglia di Silfra – Islanda.

Faglia di Silfra – Credits: Francisco Antunesin foto: Faglia di Silfra – Credits: Francisco Antunes

Al confine tra il continente americano e quello euroasiatico si trova la faglia di Silfra, il luogo con l'acqua più trasparente del mondo. Ogni anno 20.000 persone si immergono nel punto in cui le due placche tettoniche si dividono. L'acqua è gelida (2-4°C), ma allo stesso tempo incredibilmente cristallina. È possibile immergersi fino a 100 metri di profondità: uno spettacolo sottomarino che permette di toccare le due placche continentali. Il punto più affascinante è la cosiddetta "cattedrale", una fessura che si può percorrere nella sua interezza.

Raggiungere l'isola di Skellig Micheal – Irlanda.

Skellig Michael – Credits: jerry dohnalin foto: Skellig Michael – Credits: jerry dohnal

Un isolotto remoto e inaccessibile al largo della penisola di Iveragh, in Irlanda. Rimasto a lungo disabitato, solo nel VI secolo venne popolato da un gruppo di religiosi che vi fondarono un monastero. Oggi è Patrimonio UNESCO, ma approdare sulla terraferma è una vera impresa. Per raggiungere Skellig Michael bisogna affrontare un'ora di traversata in mare aperto e, una volta arrivati, è necessario salire ben 600 gradini impervi. Solo per veri temerari.

Remare giorno e notte nel Yukon River Quest – Canada.

Yukon River Quest – Credits: Thompson Rivers Universityin foto: Yukon River Quest – Credits: Thompson Rivers University

A Yukon, in Canada, si tiene ogni anno la più lunga gara non-stop per canoisti. Si rema per 444 miglia (714 km) da Whitehorse a Dawson City con solamente due soste lungo il percorso. Con destrezza e forza di volontà i canoisti potranno solcare uno dei più grandi fiumi del Nord America ammirando paesaggi da sogno.