Nella mia valigia si dibattono due anime contrapposte: quella dell’esploratrice e quella della contemplatrice, un conflitto tuttora irrisolto. Ma a me sta bene così. Da un lato adoro le città d’arte rinascimentali come Firenze, dall’altro mi incantano i luoghi selvaggi e sconfinati, il contatto con la natura, la scoperta della flora e fauna locale: non per niente tra i miei viaggi nel cassetto figurano l’Australia e il Canada. Ho visitato e amato grandi città europee come Londra, Dublino, Edimburgo, Parigi e Barcellona, ma mi resterà sempre nel cuore il viaggio nella splendida Grecia, in particolare Delfi, sul monte Parnaso, dove ho percorso le tracce degli antichi pellegrini che attendevano un responso dall’oracolo… un’esperienza indimenticabile.
Cosa vedere a Sutri: un viaggio tra archeologia, mito e leggenda
Cosa vedere a Torno, piccolo gioiello del Lago di Como
Cosa vedere ad Angera, incantevole borgo sul Lago Maggiore
Barbarano Romano: itinerari nella natura sulle tracce degli Etruschi
Cosa vedere a Villach, pittoresca cittadina dell’Austria
Sciaffusa e le Cascate del Reno: un viaggio nel segno della meraviglia
Cosa vedere a Blera: un viaggio tra storia e tradizione
6 buoni motivi per andare in vacanza in Umbria
Civita Castellana, un delizioso borgo dalla storia millenaria
Visitare Vetralla: un soggiorno nel verde sulle tracce degli Etruschi