29 Gennaio 2020
22:36

Castello di Modave, una raffinata dimora nobiliare

Situato nella provincia di Liegi, in Belgio, il Castello di Modave rievoca alla perfezione le atmosfere di una nobile dimora del XVII secolo. Dotata di splendidi giardini e sale sontuosamente arredate, la lussuosa residenza si trova nella campagna tra Liegi e Namur. Una vera festa per gli occhi.
A cura di Angela Patrono
Castello di Modave – Foto <a href="https://it.m.wikipedia.org/wiki/File:Modave_JPG01.jpg" target="_blank" rel="nofollow noopener">Wikipedia</a>
Castello di Modave – Foto Wikipedia

Situato sulla valle del fiume Hoyoux, affluente della Mosa, il magnifico Castello di Modave sorge nella campagna tra Liegi e Namur. Oggi classificato Patrimonio Maggiore della Vallonia, il castello prende il nome dalla famiglia che vi dimorò tra il XIII e il XVI secolo. La residenza nobiliare, costruita in epoca medievale, venne poi demolita nel XVII secolo. Dell'antica struttura oggi rimangono solo il torrione e pochi altri elementi architettonici. Tra il 1652 e il 1673 il castello venne restaurato grazie al Conte Jean-Gaspard- Ferdinand de Marchin che la trasformò in una lussuosa residenza barocca. Successivamente, il castello divenne proprietà del principe-vescovo Maximilien-Henri de Bavière, che lo cedette al cardinale Guillaume-Egon de Furstenberg.

Castello di Modave – Foto <a href="https://commons.wikimedia.org/wiki/File:Modave_2.jpg" target="_blank" rel="nofollow noopener">Wikimedia Commons</a>
Castello di Modave – Foto Wikimedia Commons

Oggi una visita guidata permette di ammirare 25 sale arredate e decorate con raffinati stucchi del XVII secolo ad opera di Jean-Christian Hansche. Pannelli intarsiati, arazzi di Bruxelles e tele di grandi dimensioni adornano le pareti, contribuendo a creare un'affascinante atmosfera d'altri tempi. Il mobilio, con arredi del XVIII e XIX secolo, si adatta alla perfezione al contesto. Pezzo forte della visita è la sala da pranzo detta "Sala di Ercole" dove al centro spicca una sfarzosa tavola imbandita. Sono molte le coppie di turisti, soprattutto giapponesi, che scelgono di sposarsi nella cappella ricostruita dopo la Rivoluzione. Inoltre, gli antichi sotterranei sono stati convertiti in cantine. Qui si trova anche la riproduzione della ruota idraulica costruita nel 1667 da Rennequin Sualem, che servì come modello per la famosa macchina di Marly. Una delle meraviglie del castello è il parco con giardino alla francese riadattato nel XIX secolo. Dalla terrazza recentemente restaurata, il castello offre una vista meravigliosa su una riserva naturale di 450 ettari.

Castello di Modave – Foto <a href="https://commons.wikimedia.org/wiki/File:86_Ch%C3%A2teau_de_Modave.JPG" target="_blank" rel="nofollow noopener">Wikimedia Commons</a>
Castello di Modave – Foto Wikimedia Commons

Il Castello di Modave è aperto tutti i giorni, dal 1 aprile al 15 novembre, dalle 10 alle 18. Chiuso il lunedì, tranne luglio, agosto e festivi. L'audioguida è disponibile in otto lingue tra cui l'italiano. Il biglietto di ingresso è di 9 €, gli studenti pagano un ridotto di 4 €, gli over 65 pagano 7 €.

Castello di Inveraray, una raffinata dimora scozzese
Castello di Inveraray, una raffinata dimora scozzese
Castello di San Giorgio Monferrato, una nobile dimora in Piemonte
Castello di San Giorgio Monferrato, una nobile dimora in Piemonte
Castello di Auzers: una dimora storica immersa nel verde
Castello di Auzers: una dimora storica immersa nel verde
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni