3 Ottobre 2011
18:37

A bordo di un battello gli scatti più belli dal fiume San Lorenzo in Canada

Dall’Ontario all’Atlantico un percorso lungo 1140 km che ci porta tra parchi nazionali, attraverso migliaia di isole fino a toccare due tra le città più grandi del paese.

C'è una regione maestosa che copre una vasta area tra il Canada e gli Stati Uniti, dove si trovano gli specchi d'acqua più grandi del mondo: è la regione dei Grandi Laghi. Da uno di questi, l'Ontario, nasce un fiume che taglia il confine tra i due stati e si butta nell'Atlantico. E' il fiume San Lorenzo, un corso d'acqua che nasce dalla città di Kingston, percorre 1140 km e termina in un grosso estuario nell'oceano che prende proprio il nome di Golfo di San Lorenzo. È una delle tante attrazioni turistiche del Canada, ma più che altro è una meta di confine, dal momento che mette in comunicazione il paese con gli Stati Uniti. E noi vogliamo dare un occhio a qualche foto scattata su alcuni dei tanti luoghi di interesse che possiamo incontrare lungo un tour del fiume in battello.

MIGLIAIA DI ISOLE

La Power House su Heart Island, foto di Sergio

Thousand Islands (1000 isole) è il nome che viene dato a un arcipelago di isole che dalla città di Kingston si stende per 80 km: in tutto 1173, la cui grandezza varia da un centinaio di kmq a neanche 1 mq. Il criterio con cui viene definita un'isola in questo fiume è infatti quello di pezzo di terra che sia emerso dalle acque tutto l'anno, che sia grande più di un piede quadrato (0,093 mq per l'appunto) e sulla quale cresca almeno un albero vivente. Per cui nel novero vi sono moltissime isole disabitate o abitate addirittura da una sola persona. Altre invece sono di ridotte dimensioni ma abbastanza grandi da ospitare costruzioni notevoli come il Boldt Castle su Heart Island. L'isola più grande è Wolfe Island, che fa parte di un gruppo di isole, il Frontenach Arch, dichiarato Riserva della Biosfera dall'Unesco. Wellesley Island è invece l'isola che fa da collegamento tra l'Ontario e lo stato di New York tramite il Thousand Islands Bridge.

PER GLI AMANTI DELLA NATURA

Tramonto sulla Chaleur Bay, foto di Colin Jagoe

Un percorso così naturalistico non poteva escludere attività sportive come il trekking o la canoa. Il Parc Nationale du Bic sono 33 kmq di riserva per lo più abitata da foche e colonie di uccelli. Lo scenario naturale comprende piccole baie nascoste e vari isolotti per chi vuole viaggiare sull'acqua, o numerosi sentieri e piste ciclabili per chi preferisce restare sulla terraferma. Ogni tanto ci si concede una sosta su punti panoramici come l'Havre du Bic. Molto più grande è il Parc National de la Gaspésie: 800 kmq, casa di animali come cervi, caribù e alci; mentre per gli sportivi ci sono anche le piste da sci. Sul Golfo di San Lorenzo è situata Chaleur Bay: qui lo spettacolo è offerto da uccelli in via d'estinzione come il falco pellegrino e l'acquila di mare dalla testa bianca. Ma sono soprattutto le spiagge, la maggiore attrattiva turistica: grazie alle correnti dell'oceano che entrano dal golfo in estate l'acqua raggiunge temperature ottimali per farsi il bagno.

LE CITTÀ DEL QUÉBEC

Montreal dal San Lorenzo, foto di Christopher Policarpio

Ovviamente non doppiamo dimenticare che il San Lorenzo attraversa due tra le città più importanti del Canada, entrambe nella grande regione francofona del Québec. Montreal è la città più grande, nonché la seconda città più grande del Canada dopo Toronto. Il suo skyline notturno che si affaccia sulle rive del fiume è uno dei panorami urbani più belli del mondo. Nonostante come in tutta la regione la maggioranza della popolazione parli francese, Montreal si distingue per essere una città multietnica: in essa troviamo numerose comunità originate da stranieri, come le più classiche Chinatown e Little Italy, conosciuta come Petit Italie. Si stimano 300mila abitanti di origine italiana nella città, che parlano l'"italiese", uno strano italiano contaminato di termini francesi e inglesi.

Quebec City dal San Lorenzo

Quebec City è la capitale del Québec, e una delle città più vecchie del Nord America. Ciò si riflette nelle sue architetture dagli stili tipicamente europei, e dalle numerose chiese cattoliche. La città ha un centro storico denominato Old City che conserva le vecchie mura e fanno di Quebec City l'unica città fortificata ancora esistente a nord del Messico: per questa preziosa testimonianza storica il centro storico è stato dichiarato Patrimonio dell'Umanità dell'Unesco.

[In apertura: skyline notturno di Montreal, foto di Emmanuel Huybrechts]

San Lorenzo Maggiore: la chiesa che cela Napoli Sotterranea
San Lorenzo Maggiore: la chiesa che cela Napoli Sotterranea
Simboli e leggende della Cattedrale di San Lorenzo a Genova
Simboli e leggende della Cattedrale di San Lorenzo a Genova
L'incantevole bordo di San Casciano dei Bagni
L'incantevole bordo di San Casciano dei Bagni
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni