in foto: Rota panoramica Concorde. Foto di Marie de Bueil

Parigi, soprattutto, nel periodo natalizio diventa ancor più magica, grazie alle luci e alle istallazioni che fanno sognare. E' difficile rimanere impassibili di fronte al fascino di una città che si illumina facendoci sentire speciali ogni sera. Ma è notizia di poco fa che Parigi perderà la sua Ruota Panoramica Concorde istallata nel 1993. La Ruota alta 70 metri, è costituita da 42 navicelle e viene normalmente allestita a metà novembre, per essere smantellata a metà primavera, dopo circa sei mesi. Quest'anno, l'apertura ha avuto luogo venerdì scorso alla presenza di due icone del cinema francese Alain Delon e Jean Paul Belmondo, mentre la chiusura è fissata per il 5 maggio e probabilmente non tornerà più.

La route, sparirà dal paesaggio parigino dopo che per 24 anni ha regalato momenti indimenticabili alla città ed ai suoi visitatori. La decisione è stata presa dal Consiglio Comunale di Parigi con la motivazione di voler restituire ai parigini ed ai turisti lo spazio urbano che va dal Louvre all'Arco di Trionfo. In realtà la decisione ha delle motivazioni più profonde, infatti, appare come una risposta alle accuse di favoritismo nei confronti dell'imprenditore Marcel Campion, a cui è stata revocata anche la licenza per i mercatini di Natale sugli Champs Elysees.

Il provvedimento firmato dall'amministrazione guidata da Anne Hidalgo non sembra comunque sbarrare del tutto la porta all'anziano impresario detto il "re delle fiere". Dopo aver spiegato che l'abolizione della Roue nasce perché la struttura ostruisce la prospettiva visuale che congiunge l'Arco di Trionfo al Louvre, il consiglio comunale ha precisato che il provvedimento non nasce contro l'uomo. Nei prossimi mesi, infatti, verrà istituito il bando per costruire una grande Ruota o un passaggio panoramico in un'altra parte della metropoli, e lo stesso Campion potrà prendervi parte.