Il rinnovamento di Alitalia non è soltanto un abito nuovo. Il 4 giugno 2015, nel corso di una conferenza stampa a cui ha partecipato anche il Presidente del Consiglio Matteo Renzi, la compagnia italo-araba ha presentato le novità di una compagnia che, dopo anni di incertezze, vuole riaffermare la propria presenza dopo un anno, il 2014, che ha affermato il primato di Ryanair in Italia. Ma il nuovo sembra cominciato se è vero quanto affermato da James Hogan, Vice Presidente di Alitalia e Presidente e Amministratore Delegato di Etihad Airways, secondo cui "la vecchia Alitalia aveva un buon brand ma era in difficoltà sotto il profilo del business. Adesso siamo sulla strada giusta per assistere alla rinascita di questa compagnia così rappresentativa, oggi avviata verso una nuova stagione di successi commerciali”. Le novità, come anticipato, riguardano lo stile visibile all'esterno e all'interno del velivolo, il personale e i servizi interni.

Rendering di un nuovo A 330 Alitalia.
in foto: Rendering di un nuovo A 330 Alitalia.

Uno stile "assertivo"

Guardando gli occhi al cielo dovremmo riuscire a riconoscere meglio un aereo Alitalia, se non altro perché la "A" tricolore che prima dipingeva la coda adesso copre in maniera più estesa anche parte della fusoliera. La linea verde che dal muso si ricollegava ai colori della coda scompare, mentre un colore avorio perlato rinnova integralmente l'esterno del velivolo, che, seppur timidamente, si avvicina al grigio degli aeromobili Etihad Airways. Per quanto riguarda il logo, via il "vecchio" corsivo, "per comunicare – precisa il comunicato – una nuova Alitalia più consapevole ed assertiva". All'interno i dettagli saranno curati secondo le attenzioni che vengono poste nelle automobili di alta categoria e valorizzando quello stile italiano che il marchio con base a Fiumicino vuole confermare.

Il personale

Il dato drammatico dei dipendenti Alitalia non è un ricordo del passato, ma realtà quotidiana per gli ex-lavoratori licenziati e in mobilità. Tra questi ad alcuni è andata "meglio", perché dopo anni di indeterminato c'è chi è finito nel precariato senza passare per la disoccupazione. Tra i 310 neo-assunti annunciati durante la conferenza stampa da un orgoglioso Matteo Renzi, 200 erano stati licenziati e saranno nuovamente in Alitalia con contratto a tempo determinato (fino a dicembre, dopodiché dovrebbero passare all'indeterminato). Intanto si torna ad investire sul personale oggi in forza alla compagnia italo-araba. Silvano Cassano, Amministratore Delegato di Alitalia, ha infatti spiegato che "i nostri investimenti in formazione non hanno precedenti nella storia di Alitalia. Coinvolgiamo migliaia di colleghi, per assicurarci che tutti abbiano gli strumenti adeguati per conseguire i più alti standard del settore”. I primi workshop di aggiornamento si sono conclusi da pochi e ne seguiranno molti altri ancora. Una nuova divisa, a partire dal 2016, renderà visibile all'occhio i miglioramenti in termini di formazione.

Nuovi servizi

L'Airbus A330-200 comincia subito, questa settimana stessa, con il suo primo volo verso Abu Dhabi. All'interno vi sono quegli elementi che dal primo luglio caratterizzeranno tutti i voli Alitalia a lungo raggio. Un rinnovamento che interessa tutte le classi di viaggio e che sarà successivamente esteso ai voli a raggio medio. Per il momento che si dovrà impegnare in lunghe traversate da un continente all'altro può confidare su un sistema di intrattenimento nuovo, su monitor di ultima generazione e su una connettività permanente (indipendentemente dalla classe) su A330 e Boeing 777

  • Business Class: nuovo stile nella ristorazione, a confermare probabilmente l'italianità del brand (ma i menu presentano alternative "internazionali"). Alimenti freschi e servizio con posate d'argento, porcellane e consegna delle portate "personalizzata" senza carrello degli alimenti fanno del pasto un vero e proprio momento da "ristorante" di lusso. Si aggiunge inoltre il menu "Spuntino" basato su snack gustosi e veloci. Sveglia e colazione saranno stabiliti singolarmente secondo il desiderio dei viaggiatori, che dormiranno sulle comode  poltrone full-flat della Business Class di Alitalia.
  • Premium Economy: aperitivo di benvenuto, asciugamani caldi, maggiore scelta dei pasti, alimenti freschi e carta dei vini secondo i gusti regionali sono alcune delle novità che interessano la premium. Caffè, limoncello, amaro e grappa a richiesta. Oltre al servizio bar e ristorante, il passeggero può confidare su interni ricercati e maggiore confort.
  • Economy Class: varietà e qualità dei piatti si conferma anche in economy, nel quale sarà offerto espresso, capuccino e tisane sui voli a lungo raggio. Nuove coperte di lana e cuscini accrescono il confort nelle ore sia di veglia che di sonno.