26 Ottobre 2018
14:42

Alla scoperta di Haugesund, meraviglia norvegese

Haugesund è una cittadina norvegese sospesa nel tempo, dove le antiche tradizioni vichinghe sembrano rivivere. Centro culturale e artistico, presenta un litorale frastagliato con fiordi e spiagge da sogno. Scorci panoramici, isole selvagge e parchi naturali renderanno indimenticabile il vostro viaggio.
A cura di Angela Patrono
Isola di Utsira – Foto <a href="https://commons.wikimedia.org/wiki/File:Utsira_hamn.jpg" target="_blank" rel="nofollow noopener">Wikimedia Commons</a>
Isola di Utsira – Foto Wikimedia Commons

Sulla costa sud-occidentale della Norvegia sorge Haugesund, cittadina situata nella contea di Rogaland e incastonata nella suggestiva regione dei fiordi. Benché abbia tutto l'aspetto di un villaggio vichingo, la sua fondazione è relativamente recente: risale infatti al 1854. Con i suoi trentamila abitanti, la città ospita numerosi festival musicali e cinematografici, oltre ad accogliere una sede dell'Università della Norvegia. Il punto di forza è decisamente il paesaggio: la splendida linea costiera è incorniciata da imponenti montagne e intervallata da fiordi che creano pittoresche insenature.

Haugesund – Foto Wikimedia Commons
Haugesund – Foto Wikimedia Commons

Sul litorale frastagliato di Haugesund è facile riscoprire il valore della meraviglia. Basta visitare le spiagge di Karmøy, un vero angolo di paradiso dall'aspetto caraibico con la sua sabbia candida e finissima e il mare cristallino. Nei mesi estivi le spiagge attirano orde di bagnanti per via delle correnti calde provenienti dall'America Centrale. Sull'isola di Karmøy risulta interessante anche la località di Visnes e il suo museo, il Visnes Mining Museu. Una curiosità: il rame proveniente dalla miniera di Visnes è stato utilizzato per costruire la Statua della Libertà di New York e nel luogo è possibile imbattersi nella copia del simbolo della Grande Mela.

Haugesund – Foto <a href="https://commons.wikimedia.org/wiki/File:Haugesund.jpg" target="_blank" rel="nofollow noopener">Wikipedia</a>
Haugesund – Foto Wikipedia

La cittadina di Haugesund offre numerose opportunità per fare escursioni in terra o via mare. Un tour su gommoni da rafting è una possibilità emozionante per ammirare il profilo delle montagne che si stagliano all'orizzonte, circondate dalla natura più selvaggia. A un'ora di traghetto si trova Utsira, un'isola incantevole, dal fascino selvaggio. Si tratta del più piccolo comune della Norvegia con i suoi 200 abitanti: la sua superficie è percorribile a piedi da nord a sud in soli 20 minuti. Un altro luogo magico è Stensfjellet, un promontorio a sud di Haugesund dove è possibile avere una veduta panoramica della cittadina e persino dell'isola di Utsira.

Parco di Haugesund – Foto <a href="https://it.wikipedia.org/wiki/File:Byparken_i_Haugesund1.JPG" target="_blank" rel="nofollow noopener">Wikimedia Commons</a>
Parco di Haugesund – Foto Wikimedia Commons

A breve distanza dalla cittadina si trova il Monumento di Haraldhaugen, location sul mare con un meraviglioso prato popolato da centinaia di pecore che non hanno minimamente paura dei visitatori. La stessa area urbana di Haugesund è circondata da boschi in cui immergersi per passeggiate rilassanti a contatto con la natura. Tra le aree verdi più belle figura il parco di Djupadalen, posto ideale per praticare escursioni a piedi o in mountain bike, con il pittoresco laghetto di Eivindsvannet.

Haugesund – Foto <a href="https://it.m.wikipedia.org/wiki/File:Haugesund_P1010500.jpg" target="_blank" rel="nofollow noopener">Wikimedia Commons</a>
Haugesund – Foto Wikimedia Commons

Il centro della città è ricco di negozi e popolato da numerose statue a di animali in metallo, che costituiscono un'attrattiva inusuale, specialmente per le famiglie con bambini. Uno degli edifici architettonici degni di nota è il Radhus, il Municipio. Da visitare anche la Haugesund Billedgalleri, un interessante museo di arte contemporanea. Non mancano le testimonianze storiche. A sud del centro abitato ci imbattiamo nel tumulo di Krosshaugen, una croce che ricorda i primi insediamenti cristiani, e nella chiesa in pietra del re Hakon Hakonsson, intitolata a Olav il Santo nel 1250. La sua guglia alta 6 metri e mezzo pende contro la parete della chiesa ed è legata a una misteriosa leggenda: qualora dovesse cadere, il Giudizio Universale sarebbe alle porte. Vicino alla chiesa troviamo la ricostruzione storica di una fattoria vichinga, con guide vestite in abiti d'epoca.

Cosa vedere a Bergen, la porta sui fiordi norvegesi
Cosa vedere a Bergen, la porta sui fiordi norvegesi
Queste capanne sugli alberi hanno viste epiche sui fiordi norvegesi
Queste capanne sugli alberi hanno viste epiche sui fiordi norvegesi
Chichén Itzà: una delle sette meraviglie del mondo
Chichén Itzà: una delle sette meraviglie del mondo
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni