Foto Wikipedia
in foto: Foto Wikipedia

Alzi la mano chi da piccolo non ha mai subito il fascino di un treno, pronunciando solennemente la frase: "Ne voglio uno tutto mio!" Uno dei sogni più emozionanti dell'infanzia può diventare realtà a Budapest. Sulle colline che dominano la capitale ungherese corre un treno molto speciale. Si tratta di una ferrovia a scartamento ridotto gestita da ragazzini dai 10 ai 14 anni, che svolgono le funzioni di capotreno, capostazione, addetti alla biglietteria. Ovviamente sotto la supervisione di adulti macchinisti e addetti alla manutenzione, ma questo è un dettaglio trascurabile.

Il treno fa parte delle ferrovie statali ungheresi e comprende un itinerario di camminate ed escursioni più ampio. Il tragitto, immerso nel verde, si rivela un'esperienza rilassante e divertente per tutta la famiglia. Lungo il percorso ci sono cinque stazioni e sei fermate intermedie che corrispondono a luoghi di interesse storico-naturalistico. Gli adulti pagano 4 euro per un giro andata e ritorno, i bambini la metà. Lo scorso maggio la linea ferroviaria è stata premiata dal Guinness World Record per essere la più lunga gestita da bambini: si sviluppa infatti per 11,2 km da Széchenyi-hegy a Hűvösvölgy dove c'è il museo della ferrovia dei bambini con tanti giochi interattivi.

La ferrovia, costruita tra il 1948 e il 1950, era inizialmente denominata Ferrovia dei Giovani Pionieri, un modo per formare i piccoli ferrovieri seguendo le orme dell'ex URSS e dell'ex Jugoslavia. Con la fine del comunismo il progetto è stato riproposto in chiave turistica e oggi si chiama Gyermekvasút, ossia Ferrovia dei bambini. Ben 15.000 giovanissimi hanno lavorato alla ferrovia dal momento dell'apertura. I requisiti di accesso alla ferrovia sono molto restrittivi, i giovani ferrovieri devono dare prova di essere ottimi studenti e conseguire il massimo dei voti. L'apprendistato dura quattro mesi e al termine gli aspiranti capitreno sono sottoposti a un impegnativo esame. La Gyermekvasút non è comunque l'unica ferrovia gestita da bambini: simili esperienze si possono fare a Berlino, Minsk, Kiev e Poznán.