Costa Slovena
in foto: Costa slovena. Foto di Martin Wippel

Una bellezza a portata di mano, vicinissima all'Italia, ma ancora poco frequentata dai turisti. La Slovenia è un paese che merita una visita, per la sua incredibile natura, i suoi borghi, le acque termali, ma anche per il mare. In estate, infatti, la costa slovena, è un luogo fantastico dove andare in vacanza. Anche se il territorio bagnato dal mare non è molto ampio, esattamente 46 chilometri, ci sono delle spiagge imperdibili che si affacciano sul blu dell'Adriatico, circondate da colori e paesaggi mozzafiato. Ma non solo, la Slovenia consente anche di fare una splendida vacanza non spendendo troppo. Il paese, infatti, è tra i meno costosi d'Europa.

Dove andare al mare in Slovenia

Pirano, Slovenia
in foto: Pirano, Slovenia. Foto di Elena Franchini

Le località di spicco del litorale sloveno sono 5, CapodistriaIsola, Strugnano, Pirano Portorose. Alcune spiagge sono attrezzate, mentre altre conservano uno spirito selvaggio, adatte a qualsiasi tipo di esigenza. Un aspetto che caratterizza le zone balneari della Slovenia è la presenza delle acque termali, luoghi dove rilassarsi e curare corpo e spirito.

Portorose – Una cittadina che si affaccia sul mare, famosa per i centri termali è Portorose, a soli 40 chilometri da Trieste. La città dispone di spiagge ad ingresso libero, ma anche spiaggie private a cui hanno accesso gli ospiti degli alberghi sul lungomare. Oltre ai trattamenti termali, Portorose è una meta ideale di vacanza anche per chi cerca il divertimento e la movida. Nella cittadina ci sono molti locali, e soprattutto casinò, per questo si è conquistata il titolo di Montecarlo dell'Adriatico.

Pirano – Pirano è un'altra località balneare della costa slovena. Oltre al mare, anche il borgo merita una visita. Un luogo unico e molto pittoresco con case dai tetti rossi tra vicoli intrecciati. La città di Pirano sembra affacciarsi sull'acqua e presenta molti monumenti in stile veneziano, come il Duomo di San Giorgio, una copia in miniatura di quello di San Marco a Venezia. Nel borgo si può anche ammirare la piazza Tartini, dedicata al noto compositore e la Veneziana, un palazzo rosa del XV secolo che reca sulla facciata una scritta molto particolare "Lassa pur di", che vuol dire lasciali parlare. Secondo la leggenda questa frase fu voluta dal proprietario per la sua amante, rivolta alle male lingue. Da Pirano, inoltre, si possono visitare le saline di Sicciole, un paesaggio singolare, dove conoscere la tradizione della produzione del sale.

Strugnano – Una località più selvaggia e immersa nella natura è Strugnano, che fa parte del vasto Parco del Dragogna. In questo luogo si possono ammirare le pareti rocciose più alte della costa Adriatica. Le rocce, infatti, si innalzano fino ad 80 metri sul mare. Sulla cima si trova una grande croce bianca sotto la quale si trova la Baia della Luna, da dove si possono osservare i tramonti incredibili. Tra le spiagge più belle c'è Mesecev zaliv, raggiungibile solo a piedi.

Capodistria -E' la città più grande e importante dell’Istria slovena. Una città ricca di arte e aperta sul mare. Il Lungomare è una bella e lunga passeggiata che abbraccia buona parte della città. Ci sono panchine e palme che rendono piacevole la sosta, ma anche i tradizionali caffè e i ristoranti affacciati sul molo. Infine, c’è anche un luogo deputato a spiaggia, che in realtà è una sorta di lunga area verde dove la gente in estate prende il sole. Oltre alla costa il borgo è un gioiello di arte grazie ai palazzi in stile veneziano e al bellissimo centro storico medievale. Piazza Tito è il vero fulcro della città di Capodistria, sulla quale si affacciano importanti palazzi e chiese.

Isola – E' probabilmente la cittadina più autentica della costa slovena. E' una piccola città che nasce da un'antico borgo pescatori, e conserva ancora il suo impianto urbano costituito da strette vie e architetture medievali. Il suo nome deriva dal fatto che un tempo era davvero un'isola che venne collegata con la terraferma con un ponte di pietra.