La Quantum of the Seas è senza dubbio la nave da crociera più tecnologica al mondo. Questo colosso dei mari, inaugurato lo scorso ottobre da Royal Caribbean, si distingue per il design innovativo e i numerosi servizi hi-tech. La nave è costata un milione di dollari, ha 16 ponti e può accogliere fino a 4.500 passeggeri. Sulla Quantum of the Seas la noia è bandita categoricamente: a bordo si può praticare paracadutismo, surf, pattinaggio a rotelle e perfino fare un giro sulle macchine da scontro.

Se volete provare il brivido dell'altezza, salite sulla capsula di vetro North Star, che vi regalerà l'emozione di un volo panoramico. Un braccio meccanico vi solleverà a 90 metri dal suolo, proiettandosi oltre l'imbarcazione e offrendovi la veduta mozzafiato del mare aperto. Il giro è gratis eccetto all'alba e al tramonto.

Voglia di qualcosa da bere? Fate una sosta al Bar Bionico, dove le ordinazioni si fanno su iPad e volenterosi robot meccanici vi serviranno il drink prescelto. Se invece sentite un certo languorino, potrete sfamarvi nei 19 ristoranti a bordo tra cui l'originale Wonderland, con i camerieri vestiti come i personaggi di Alice nel Paese delle Meraviglie di Lewis Carroll!

Amate le emozioni forti? Ecco il RipCord by iFly, il simulatore di paracadutismo per sperimentare l'ebbrezza di una caduta nel vuoto senza gettarsi da un aereo. Sulla nave c'è anche un simulatore di surf per provare il brivido di solcare le onde su una tavola.

Dopo aver fatto il pieno di adrenalina, è il momento del meritato riposo. Anche qui non mancano gadget ad alto tasso tecnologico. Per entrare in cabina basta sfiorare il nostro braccialetto elettronico sulla porta e come per magia accederemo in camera. Le cabine interne sono dotate di balconi virtuali che offrono una veduta in tempo reale del mare e delle destinazioni. E l'aspetto tecnologico non si ferma qui: la Quantum of Solace ha la connessione WiFi più avanzata tra le navi da crociera. Dati i riscontri positivi dell'esperienza, perché non regalarsi una crociera ad alto tasso di tecnologia… e divertimento?