Bellagio
in foto: Bellagio. Foto di Tucker Sherman

Bellagio è una delle località più belle del lago di Como, un incanto per gli occhi che si perdono in paesaggi meravgliosi. Il paese, a metà dei due bracci del Lago di Como, è ricco di ville, stradine, scalinate, tanto verde e il vivace colore dei fiori. La perla del lago di Como, come è conosciuta Bellagio, è stata abitata fino alla preistoria, poi fu villaggio fortificato durante il MedioEvo, libero Comune nella guerra dei dieci anni schierato contro Como, fu in possesso dei Visconti poi di Marchesino Stanga e degli Sfondrati. Infine, nel 1647 subentrarono anche gli Airoldi. Proprio queste famiglie edificarono fantastiche ville e meravigliosi palazzi, con bellissimi parchi. Nell’800 divenne uno dei più famosi luoghi di villeggiatura e residenza di nobili famiglie e della ricca borghesia, e ancora oggi non è raro incontrare personaggi famosi e celebrità.

Bellagio è anche un ottimo punto di partenza per raggiungere gli altri fantastici borghi sul lago di Como o per incantevoli passeggiate sia lungo la riva del lago, che per i sentieri che collegano le varie frazioni.

Cosa vedere a Bellagio

Bellagio, Lago di Como
in foto: Bellagio, lago di Como. Foto di randyjournalism

Il centro di Bellagio è tutto da visitare a piedi. La strada principale, via Garibaldi, conduce fino alla piazza, dove sono presenti alcuni dei monumenti più importanti. Sulla sinistra la Basilica di San Giacomo, edificata fra il 1125 ed il 1150, con il campanile, le tre absidi a doppia ghiera, i quattro capitelli e i Simboli degli Evangelisti nell’androne, tutti appartenenti alla basilica originale. La Chiesa di San Giovanni Battista è la più antica di Bellagio ed è sorta sopra i resti di una chiesa costruita molti secoli prima, mentre l’aspetto attuale deriva dalla ristrutturazione effettuata nel 1785.

A Bellagio sono presenti anche alcune delle più belle ville del Lago di Como. Ricordiamo la Villa Serbelloni con il suo magnifico parco, oggi appartentente alla Fondazione Rockefeller di New York che ne ha fatto un centro di studi e convegni. E' possibile visitare la parte esterna dei giadini dove si ammirano piante di ogni genere nel labirinto dei suoi piccoli sentieri. Da qui, se amate camminare, potete continuare fino a Punta Spartivento, la punta più estrema di Bellagio, dove si separano i due rami del lago di Como.

Un altro edificio famoso è il palazzo neoclassico di Villa Melzi, che è ancora abiatato dagli eredi della famiglia, quindi non visitabile. E' possibile, però visitare il museo ed accedere al parco che ospita reperti di grande valore artistico e storico, come le statue egizie e le antichissime urne di origine etrusca. Nel giardino esterno è anche presente una gondola veneziana, giunta qui a Bellagio per volontà di Napoleone.

Da Bellagio si può raggiungere il Monte San Primo dove fare alcune passeggiate, sciare e godere di un panorama del borgo davvero incantevole.

Come raggiungere Bellagio

Se si viaggia in aereo, tutti gli aeroporti milanese dispongono di ottimi collegamenti per il centro di Mialno. Da qui ci si può muovere in treno per raggiungere il lago di Como. In alternativa dall’areoporto di Malpensa si può prendere il Malpensa Express e scendere alla stazione di Saronno, dove vi è un treno delle Ferrovie Nord che arriva a Como. A Bellaggio, però non esiste una stazione dei treni, per cui il modo puà veloce per raggiungere la città è scendere a Varenna e da qui prendere il treghetto.

Bellagio può essere raggiunta anche autonomanete in auto. Partendo da Milano basta seguire la superstrada per Sondrio e prima di Lecco uscire seguendo le indicazioni per Bellagio. In alternativa si può utilizzare l’autostrada Laghi A9 Milano-Lugano e uscire a Como. Dalla città di Como prendete la strada per Nesso, Lezzeno, Bellagio, oppure raggiungete il paese di Tremezzo-Cadenabbia, sulla riva opposta del lago, e utilizzate il traghetto.