Boccaccesca
in foto: Boccaccesca

Dal 4 al 6 ottobre 2019 il borgo di Certaldo (FI) si riempirà di musica, profumi, sapori e appuntamenti dedicati al buon cibo per un'esperienza che coinvolgerà tutti i sensi. Torna Boccaccesca, la rassegna dedicata alle eccellenze enogastronomiche giunta ormai al suo ventunesimo anno. Il comune toscano, patria di Giovanni Boccaccio, accoglierà anche quest'anno il meglio della gastronomia internazionale per tre giorni che faranno la gioia di appassionati e addetti e ai lavori. Le degustazioni, accompagnate da una mostra mercato, avranno luogo sia nel Borgo Basso che nella medievale Certaldo Alta.

Tema dell'edizione 2019 è la musica. Esattamente come un piatto preparato ad arte, le sette note riescono a stimolare i nostri sensi toccando quelle corde profonde che evocano pensieri, impressioni ed emozioni. Lo spiega Claudia Palmieri, direttrice artistica della manifestazione:

Il rapporto tra cibo e musica è stato oggetto di molte forme di espressione artistica. Sono tanti i libri, i film, ma anche le opere d’arte che mettono in relazione questi due universi. Boccaccesca, che da 21 anni è vetrina privilegiata per l’enogastronomia, vuole proporre al suo pubblico un viaggio sensoriale che sposi l’esperienza del degustare a quella dell’ascoltare. Due modi differenti di “sentire” attraverso il corpo che, uniscono immaginazione e realtà, profumo e sapore, suono e memoria.

Naturalmente, ogni appuntamento sarà scandito dalle sette note. Nelle strade dove è allestita la mostra mercato si susseguiranno esibizioni live di musicisti di ogni genere, mentre gli chef dei cooking show potranno sbizzarrirsi a ideare piatti ispirati a una particolare colonna sonora. L'evento si rivela interattivo anche per i semplici visitatori, che potranno scatenare la loro creatività nel Parterre di Palazzo Pretorio: qui sarà allestito un vero e proprio “salotto musicale” con tanti differenti strumenti musicali a disposizione del pubblico, che potrà quindi esibirsi e allietare gli altri ospiti di Boccaccesca. In più, grandi chef daranno vita a “La musica nel piatto”, particolari dimostrazioni di cucina. Non mancheranno eventi e laboratori per bambini e ragazzi. Ma non solo: anche i bambini si potranno cimentare anche con la musica, grazie agli strumenti a loro disposizione con cui potranno suonare, cantare e dare sfogo alla fantasia. Nel corso della manifestazione saranno assegnati diversi premi: il 5 ottobre ecco il premio Ragazzi in Pentola, dedicato agli studenti delle scuole medie che si cimenteranno ai fornelli accompagnati da due chef tutors d'eccezione. Domenica 7 ottobre sarà la volta del Premio Boccaccesca che quest'anno sarà consegnato al giornalista Gianni Mercatali.

Nel Borgo Basso sarà presente uno spazio dedicato allo street food, mentre l'Enoteca proporrà degustazioni di grandi vini, soffermandosi sulle eccellenze toscane con uno sguardo alle altre regioni. Particolarmente coinvolgente si prospetta il Percorso del gusto, una vera caccia al tesoro alla scoperta delle eccellenze gastronomiche più squisite. I visitatori potranno acquistare una mappa della manifestazione che li guiderà in una particolare degustazione itinerante. Acquistando gettoni di 2,50 euro, sarà possibile assaggiare le prelibatezze preparate esclusivamente per l'evento. Insomma, a Boccaccesca ce n'è davvero per tutti i gusti. Non resta che aspettare ottobre per visitare questa entusiasmante manifestazione ad ingresso libero nella splendida cornice medievale di Certaldo.