Panorama di Bra
in foto: Panorama di Bra. Foto di Davide Papalini

Uno dei centri più importanti del Roero e della cultura enogastronomica del Piemonte è Bra. La città è famosissima per il formaggio, ma anche il suo centro merita una visita. Tra le strade di Bra, si incontrano importanti testimonianze del Barocco Piemontese con palazzi e chiese di gran pregio. Se volete scoprire meravigliosi tesori, e coccolarvi con un po' di buon formaggio, ecco cosa offre la città di Bra.

Cosa vedere a Bra

Palazzo Traversa
in foto: Palazzo Traversa. Foto di Sandri Cinzia

Tanti tetti di color rosso, dai quali spiccano i merli di palazzi antichi e campanili. Questo è il fantastico panorama della città di Bra. Il punto più alto della città è sul colle Monteguglielmo, dove si apre un bellissimo parco con al centro un edificio alquanto curioso. Il nome è abbastanza simpatico, la Zizzola. E' un edificio nato nella metà dell'Ottocento come villa di delizie e diventato simbolo della città. Più precisamente la storia narra che la villa fu fatta costruire da un ricco signore per la sua amante, che si esibiva al centro del salone.

Il centro di Bra corre intorno alle sue vie principali, Corso Garibaldi e via Cavour. Corso Garibaldi è ricco di portici, e termina con il Palazzo Comunale del Vittone. Via Cavour è una strada più mondana, con caffè e locali molto frequentati. Fulcro della città è la piazza caduti per la Libertà, al cui centro si trova la statua di San Giuseppe Cottolengo. Nel centro di Bra si possono visitare la chiesa di S. Chiara, in forme barocche e il palazzo Traversa, opera dello stesso architetto. Il palazzo Traversa ospita il museo civico di archeologia e storia dell’arte, che raccoglie reperti etruschi e romani provenenti dagli scavi archeologici effettuati nella località di Pollenzo, antica colonia romana.

Di fronte al municipio sorge Palazzo Mathis, di evidente gusto barocco. Il palazzo ospita mostre temporanee ed eventi culturali di grande importanza. Nel centro di Bra ha sede anche uno dei teatri più importanti d'Italia, il Teatro Politeamo, che ha aperto per la prima volta il sipario nel 1900, con il Rigoletto di Giuseppe Verdi. Il Teatro si trova in piazza Carlo Albero, con un bellissimo porticato neoclassico.

Bra offre ai visitatori anche tanti musei interessanti, fra questi ricordiamo il Museo di Storia Naturale, il Museo della scrittura meccanica, il Museo storico e archeologico, il Museo della bicicletta, il Museo del Giocattolo.

Pocapaglia
in foto: Pocapaglia. Foto di Alessandro Vecchi

Nella periferia di Bra è d'obbligo la visita ad un piccolo borgo di nome Pocapaglia. Questo luogo è famoso soprattutto per le storie suggestive di cui è protagonista. Si narra che qui vivesse una strega di nome Masca Micillina in grado di parlare con gli spiriti maligni. In realtà questa storia ha varie versioni, quella più famosa è che una donna di un paese vicino di nome Michelina fu data in sposa ad un uomo violento di Pocapaglia. La donna, nel tentativo di salvarsi, si nascondeva nei boschi. Il suo vivere solitario, insieme ai suoi nodi schifi le fecero attribuire il soprannome di masca, che indicava una donna malvagia. Però, la sfortuna continuò a perseguitare la ragazza, che un giorno tornando a casa, trovò il marito senza vita. Tutti nel paese ben presto attribuirono la colpa a lei additandola come una strega. La donna fu così accusata di stregoneria, torturata e bruciata sul rogo. Ancora oggi molti sono certi di aver visto Masca Micillina aggirarsi per i boschi.

In questi luoghi suggestivi e ricchi di mistero, si possono percorrere i sentieri della Masca, tra stradine, boschi e campi, fino ad arrivare al Bricco della Masca, la collina dove, secondo le leggende, fu bruciata la strega.

Il paese dello Slow food e del formaggio

Cheese, manifestazione di Bra.
in foto: Cheese, manifestazione di Bra. Foto di Flickr

Proprio di Bra è il fondatore di Slow Food, un'associazione nata nel 1983, ormai diventata un movimento conosciuto in tutto il mondo. Slow Food, ha raggiunto più di 100.000 associati in tutto il mondo e difende il cibo, promuovendo il rispetto verso i produttori e l'ambiente. Grazie a quest'associazione Bra per quattro giorni ogni due anni diventa la capitale del formaggio, con Cheese, una manifestazione che si svolge tra le strade della città e che vede la partecipazione di circa 300 espositori provenienti da 23 paesi diversi.