British Airways e Iberia firmano la fusione

British Airways e Iberia, tra le maggiori compagnie di volo mondiali, hanno finalmente firmato l’accordo di fusione che le porterà ad essere uno dei maggiori brand di mercato. Il nuovo gruppo infatti, l’International Airlines Group, diventerà il secondo più grande d’Europa dopo Air France-Klm con un valore di mercato di 8 miliardi di dollari.

408 aerei in transito tra 200 aeroporti, con 1.700 voli al giorno. 61,5 milioni di passeggeri all’anno, per un giro d’affari di 15 miliardi d’euro. 60.282 persone impiegate. Sono queste le cifre di questo nuovo colosso dell’aviazione mondiale, che opererà su due tra i più importanti hub d’Europa (Londra e Madrid) coprendo tutti i collegamenti tra l’Europa, l’Asia (grazie a Britsh Airways) e Sudamerica (grazie a Iberia). Le due compagnie continueranno a volare con le rispettive livree. L’amministratore delegato di British Airways, Willie Walsh, ricoprirà la carica all’interno della holding, mentre presidente della società sarà l’attuale ad Iberia, Antonio Vazquez. La fusione, ora sotto esame d’approvazione dell’Antitrust europeo, dovrebbe concludersi entro la fine dell’anno.