Fuerteventura, Canarie.
in foto: Fuerteventura, Canarie.

L'immensità dell'oceano, la familiarità di un paese europeo e il vantaggio di spiagge che anche nel periodo invernale offrono temperature gradevoli. Stiamo parlando delle Canarie, arcipelago al largo del Marocco che ha lo statuto di comunità autonoma della Spagna. Si tratta di una delle mete più gettonate da chi è in cerca di sole nei mesi freddi dell'anno, senza necessariamente dover spendere una fortuna per raggiungere l'altro capo della Terra. Tra l'altro, come spesso avviene per gli arcipelaghi, il mercato ha realizzato una sorta di "specializzazione" delle diverse isole, grazie alla quale alcune sono votate al divertimento sfrenato, mentre altre sono ideali per vacanze all'insegna del relax. Le isole sono Tenerife, Fuerteventura, Gran Canaria, Lanzarote, La Palma, La Gomera ed El Hierro e si adeguano perfettamente a chi cerca monumenti, discoteche, confort, paesaggi naturali ed escursioni. Insomma, c'è tutto, ma… come ci si può arrivare? Il viaggio, come sappiamo può determinare il tipo di vacanza più adatto a voi. Di seguito tre idee per visitare le Canarie.

Rapidità: spostarsi con l'aereo
Avventura: alle Canarie in auto
Relax: in nave è tutta un'altra cosa

Rapidità: spostarsi con l'aereo

Gran Canaria, Isole Canarie (Foto da Flickr).
in foto: Gran Canaria, Isole Canarie (Foto da Flickr).

Giorni: 14
Costo a coppia*: 1.700-2.500 euro
Difficoltà: media
Relax: medio
Itinerario: Tenerife-El Hierro-Fuerteventura-Gran Canaria

I cieli d'Europa sono sempre più affollati e volano anche oltre i confini che la geografia attribuisce al Vecchio Continente. Oltre le Colonne d'Ercole, gli aerei arrivano dall'Italia direttamente alle Canarie e non di rado si tratta di voli low cost. Le compagnie aeree economiche raggiungono Tenerife da Roma Fiumicino e Milano Malpensa e Gran Canaria da Bologna, Pisa e Bergamo Orio al Serio. Bisogna ricordare che le isole dell'arcipelago – tutte – hanno il proprio aeroporto, sebbene El Hierro e La Gomera siano servite esclusivamente da collegamenti interni alle stesse Canarie. Gli altri scali sono raggiungibili pressoché da tutte le principali città spagnole, e in particolar modo dagli hub internazionali di Barcellona e Madrid, più facilmente raggiungibili anche dall'Italia. Chi non vuole trascorrere la propria vacanza a Tenerife o Gran Canaria, dovrà dunque fare uno scalo nella capitale spagnola o nel capoluogo catalano.

Itinerario. Supponiamo di cominciare la nostra vacanza da Tenerife (arrivandovi da Roma o Milano con low cost), in modo tale che si possa assaggiare da subito un po' di movida spagnola: siamo freschi, riposati e predisposti ad un po' di caos. Procediamo per contrasti: dopo aver trascorso 4 giorni a Tenerife, andiamo ad El Hierro. Qui siamo noi, il mare, le pietre ed un alloggio spartano. Vi si arriva sia in aereo che in traghetto e, in certi periodi, non c'è tanta differenza di prezzo tra i due trasporti (aereo 30-70 euro solo andata; traghetto 20 euro circa). Trascorriamo qui, seconda nostra predisposizione, 3-4 giorni, di cui l'ultimo in realtà sarà occupato, per mezza giornata, dal viaggio. Da El Hierro possiamo prendere il volo per Gran Canaria, in cui non ci fermiamo, poiché andiamo al porto e prendiamo un traghetto per Fuerteventura. Qui ci rilassiamo senza rinunciare al relax e ad aperitivi sulla spiaggia per 3-4 giorni. Prendiamo poi il traghetto e torniamo su Gran Canaria, dove trascorriamo 3-4 giorni. Qui potremmo dedicarci ad escursioni nella natura e spiagge per nudisti. Da Gran Canaria possiamo tornare in patria con volo diretto e low cost, ma soltanto a Bologna, Pisa o Bergamo Orio al Serio.

Avventura: alle Canarie in auto

Lanzarote, Canarie (da Wikipedia).
in foto: Lanzarote, Canarie (da Wikipedia).

Giorni: 20
Costo a coppia*: 2.300-3.500 euro
Difficoltà: alta
Relax: assente
Itinerario: Barcellona-Huelva-Gran Canaria-Fuerteventura-Lanzarote-Tenerife-Huelva-Barcellona

Al ritorno sarete sporchi ma felici, stanchi ma carichi di adrenalina; con le lacrime agli occhi ma sorridenti. Il viaggio in auto è avventura e stanchezza. E di certo costa qualcosa in più, perché i tempi si allungano e i trasporti non sono economici. Confidiamo abbiate un'auto a diesel o a gas. In ogni caso, partendo da Roma con direzione Huelva spenderete circa 410 euro tra carburante e pedaggi. Abbiamo preventivato uno stop di una notte a Barcellona, ma una tirata da Roma alla città catalana è insostenibile se a guidare non ci sono più persone. Se la staffetta è impossibile, pensate ad uno stop anche in Francia, magari nei pressi di Marsiglia. Volete un'alternativa più comoda? Caricate l'auto a Civitavecchia e arrivate direttamente a Barcellona, da cui prendete poi la strada di Huelva. Ora aspettate il traghetto, ma non caricate l'auto, a meno che non vogliate ridurre il numero delle isole da vedere per poi poter ripartire dalla stessa isola in cui siete arrivati: l'auto non ve la potete portare ovunque e sareste costretti a parcheggiarla a Gran Canaria.

Itinerario. Vi conviene prenotare una cabina comoda, perché il viaggio durerà circa 33 ore per Gran Canaria. Regalatevi qui un po' di tempo, ché il viaggio è durato 3 giorni, quindi trascorretene sull'isola almeno altrettanti. Dopo la natura di quest'isola, suggeriamo Fuerteventura, in cui potete ulteriormente riposarvi per altri 4-5 giorni. Da Fuerteventura, con circa 50-80 euro a persona, potete arrivare a Lanzarote facendo scalo a Gran Canaria. Fermatevi a Puerto Naos per tre giorni e poi dirigetevi in traghetto a Tenerife, dove occorre fermarsi per altre 4 giorni. Da qui il lungo viaggio di ritorno… magari questa volta imbarcate l'auto a Barcellona verso Civitavecchia: voglia di guidare non ce ne sarà.

Relax: in nave è tutta un'altra cosa

Coppia di fidanzati sulla costa della Gran Canaria (Foto di Giuseppe Milo).
in foto: Coppia di fidanzati sulla costa della Gran Canaria (Foto di Giuseppe Milo).

Giorni: 7
Costo a coppia: 1.200-2.200 euro
Periodo: inizi di dicembre
Difficoltà: nessuna
Relax: massimo
Itinerario: Gran Canaria-Fuerteventura-Madera-La Palma-Tenerife

Quanto vi piace stare in panciolle, eh? Comprensibile, visto che dopo un anno di stress e sacrifici, ricaricare le pile non è un capriccio, ma pura necessità. Indicativo in tal senso il successo delle crociere, che progressivamente hanno sviluppato a bordo un sistema di intrattenimento capace di far andare il turista ben al di là del semplice "relax". La crociera può infatti moltiplicare il relax in confort, rilanciarlo nelle spa, rielaborarlo nelle piscine e nelle tavole imbandite, capovolgerlo in palestre e discoteche. Il tutto navigando da una bellezza naturale all'altra con il vantaggio che, stando sempre in movimento, i posti da scrutare aumentano. L'itinerario che proponiamo, quindi, riuscirà a toccare tutte le isole dell'arcipelago delle Canarie… sebbene in un tempo minore rispetto alle precedenti idee proposte.

Itinerario. Dipende un po' da quali sono i vostri desideri: esistono crociere che, partendo dall'Italia, arrivano alle Canarie toccandone una o due; altre che portano anche sulla costa atlantica del Marocco ed altre ancora che si concentrano soprattutto sull'arcipelago spagnolo.

Il cane e il tramonte delle Canarie (Foto di Carlos Rodriguez).
in foto: Il cane e il tramonte delle Canarie (Foto di Carlos Rodriguez).

*Il costo comprende trasporti verso, da e all'interno dell'arcipelago, vitto e alloggio, il tutto per due persone. Si tratta di una stima orientativa fatta su simulazione di viaggio nel mese di dicembre (in periodo non natalizio). Il range è dato non solo dalla fluttuazione dei costi di viaggio, ma anche dalle abitudini personali. In caso di partenza, si consiglia dunque di elaborare un preventivo personale, sulla base delle proprie esigenze ed abitudini.