Estate e inverno sono due stagioni così diverse per noi italiani, e l'arrivo della seconda ci fa rimpiangere l'abbandono della prima. Cominciamo a fantasticare sulle mete dove andare in inverno per fuggire dal freddo, e spesso la fantasia rimane tale perché sono per noi impossibili da raggiungere. Non è detto però: perché esistono incantevoli località turistiche dove il sole splende tutto l'anno. Le Canarie, le calienti isole dell'Oceano Atlantico, sono tra queste. Al largo dell'Africa settentrionale, ma appartenenti alla Spagna, costituiscono uno dei paradisi tropicali più amati dai vacanzieri provenienti da ogni angolo della terra. Grazie alla loro posizione invidiabile nei pressi del Tropico del Cancro anche a dicembre e gennaio le temperature oscillano intorno ai 24/25 gradi, e per questo sono state definite le "isole dell'eterna primavera". Sette sono le maggiori, più un gruppetto di isole minori: sono tutte di origine vulcanica, e i panorami montuosi sono tra le loro maggiori attrazioni naturalistiche. Ma qui si va soprattutto per farsi il bagno: per cui vediamo una ad una le isole dove possiamo trascorrere le nostre vacanze al mare.

Tenerife
Fuerteventura
Gran Canaria
Lanzarote
La Palma
La Gomera
El Hierro
Dove prenotare

Tenerife, l'isola dell'eterna primavera

canarie tenerife  playa de las teresitas

Playa de las Teresitas, foto di Jonay Hernandez Martin

È l'isola più grande dell'Arcipelago, nonché quella con la popolazione maggiore: oltre 900.000 abitanti. La sua città principale, Santa Cruz de Tenerife, si divide il ruolo di capitale amministrativa dell'arcipelago con Las Palmas de Gran Canaria. Tenerife è il centro più urbanizzato, con importanti musei archeologici, università e l'Auditorium di Santa Cruz, un mirabile esempio di architettura moderna. Il monte Teide, con i suoi 3.718 metri di altezza è la vetta più alta della Spagna: è il centro di un grosso Parco Nazionale patrimonio dell'Unesco. E nella lista dei Patrimoni dell'Umanità rientra anche lo splendido centro storico della città di San Cristóbal de La Laguna. Le celebrazioni del carnevale di Tenerife sono considerate le più importanti del mondo dopo quelle di Rio de Janeiro. Se volete saperne di più, leggete le informazioni per un viaggio a Tenerife.

Fuerteventura, viaggio nel confort

canarie fuerteventura playa de corralejo

Playas de Corralejo, foto di FCinao

Un'isola dalla massiccia presenza di vulcani e caldere, ma anche di parchi naturali che proteggono le zone vulcaniche, le isole e le spiagge. Tra queste ultime, la spiaggia del Corralejo, meta principali dei praticanti di sport acquatici. Tutta l'isola è stata dichiarata Riserva della Biosfera dall'Unesco. La capitale è Puerto del Rosario, ma è la città di Antigua che detiene i maggiori siti di interesse culturale. Il turismo non è poi così abbondante e per questo è stata definita l'isola tranquilla. Ma una vacanza a Fuerteventura è molto di più: è un continuo passaggio tra le attività acquatiche e le escursioni nei parchi naturali.

Gran Canaria, dal naturismo alla movida

canarie gran canaria playa la laja

Playa La Laja, foto di CanariasNature

Conosciuta per la sua dinamicità, l'isola è un centro di divertimenti in pieno fermento tutto l'anno. Las Palmas de Gran Canarias, la capitale, ha una movida notturna particolarmente attiva. I turisti preferiscono però frequentare la parte meridionale dell'isola, che offre più locali, bar e discoteche, insomma maggior divertimento vacanziero. Anche per via della presenza dell'aeroporto, questa zona si è sviluppata notevolmente dal punto di vista urbanistico e dei servizi. La zona di Maspalomas è la più battuta, tra spiagge per nudisti e le dune del Sahara. Anche quest'isola è stata dichiarata Riserva della Biosfera, grazie a monumenti naturali come la montagna del Roque Nublo. Capite quindi perché quando si tratta di scegliere una destinazione nell'arcipelago, molti decidono di andare a Gran Canaria.

Lanzarote e le attrazioni naturalistiche

Jameos del Agua, foto di Mortek

Altra riserva protetta dall'Unesco, l'isola presenta tre attrazioni naturalistiche principali. Il Parco Nazionale di Timanfaya è una riserva di 25 vulcani che presentano ancora attività nel sottosuolo, testimoniata dai geyser che emettono getti di vapore in continuazione. I Jameos del Agua sono una serie di interventi strutturali per poter osservare all'interno di un cratere vulcanico. Mirabile è la Cueva de los Verdes, le grotte di origine vulcanica. Le spiagge più frequentate sono quelle di Puerto del Carmen, che fu il primo centro turistico dell'isola. Il panorama dell'isola è uno spettacolo, perché si assiste a un incredibile susseguirsi di paesaggi lunari nei quali si integrano perfettamente le opere dell'architetto César Manrique. Il suo genio artistico trasformò queste terre nell'opera artistica di tutta una vita. Ve ne accorgerete se andrete a visitare Lanzarote.

La Palma e i suoi incredibili paesaggi

Bosque de los Tilos, foto di Luc Viatour

Quest'isola ha cominciato ad attirare gli interessi turistici più tardi rispetto alle sorelle più celebri: oggi è però sulla strada per entrare nei circuiti turistici di massa, cosa che preoccupa molto gli ambientalisti. I paesaggi di La Palma regalano emozioni indescrivibili con il loro alternarsi di colori, dal rosso delle rocce vulcaniche al verde della fitta vegetazione: neanche a dirlo, anche qui parliamo di una Riserva della Biosfera. La piccola cittadina di Puerto Naos è diventata il centro turistico più frequentato grazie alle sue spiagge e alla cucina.

La Gomera, l'ideale per escursionismo, pesca e ciclismo

canarie la gomera garajonay

La vetta del Garajonay, foto di Jean-Michel Baud

Il turismo dell'isola è molto giovane, tanto è vero che il primo aeroporto è stato aperto nel 1999. Ad oggi i visitatori si dedicano per lo più ad attività sportive, come l'escursionismo, la pesca e il ciclismo di montagna. Il Parco Nazionale Garajonay si trova al centro dell'isola, ed è Patrimonio dell'Umanità Unesco: prende il nome dalla formazione rocciosa più alta di La Gomera, e ospita parecchie specie vegetali e animali endemiche.

El Hierro, l'isola "selvaggia"

canarie el hierro valle del golfo

Vista della Valle del Golfo, foto di Jose Mesa

L'isola più piccola è anche quella dal turismo meno sviluppato, quasi assente: e gli abitanti cercano di tenerla così. I visitatori che raggiungono El Hierro lo fanno in totale autonomia e servendosi del turismo rurale: ovvero alloggiando in case antiche ristrutturate per ospitare i turisti, ma che mantengono in tutto e per tutto il loro stile originale all'interno e all'esterno. È una forma di turismo sviluppata anche a La Palma e Gomera. Anche El Hierro è una Riserva della Biosfera dell'Unesco.

Dove prenotare: la mappa degli hotel

Le caratteristiche suddescritte delle diverse isole dovrebbero avervi aiutato a capire quale fa per voi. La specificità di ognuna di queste terre ne determina anche il prezzo medio. Nonostante siano più gettonate, Gran Canaria e Tenerife vantano una maggiore varietà di prezzi, proprio perché le sistemazioni possono essere tanto extra-lusso quanto economiche. Altre isole, come Fuerteventura, si sono "specializzate" nell'attrazione di un turismo più adulto e gli hotel tendono dunque a portarsi su standard elevati (ma non mancano soluzione relativamente più economiche). In ogni caso, il vitto rappresenterà la voce principale delle vostre spese, dato che queste isole non sono particolarmente costose. Di seguito una mappa che riporta i diversi alberghi, ma invitiamo i nostri lettori a cercare anche altre soluzioni, quali B&B e case di privati.

<>

[In apertura: veduta dal comune di Adeje in Tenerife, foto di hijanisch]