La High Times Cannabis Cup è uno dei festival più famosi realizzato in Olanda, iniziato nel 1987 e arrivato quest'anno alla sua venticinquesima edizione. La mente di questa incredibile manifestazione è stato Steven Hagar editore della Rivista specializzata High Times, che ebbe questa idea durante un'intervista con il più famoso produttore olandese di semi di cannabis ad uso medico. Questo evento si svolge ad Amsterdam,  il luogo ideale per staccare dalla realtà e spiccare il volo in un viaggio che condurrà in 5 giorni di festa nella magica città dove si celebra il raccolto della cannabis come in nessuna parte del mondo. E' un importante punto di incontro  per gli amanti dell'erba, proibita in molti paesi europei e non, ed  i medici che la utilizzano nelle proprie terapie. Un'ottima meta di vacanza a Novembre, mese in cui si svolge l'evento che non a caso è il periodo del raccolto. Questa è considerata la più importante manifestazione legata alla cannabis in tutto il mondo, questo perchè le leggi del proibizionismo e legate all'uso di droghe leggere sono più flessibili che in altri paesi. Anche se negli ultimi anni il governo di destra sta cercando di limitarne l'uso, tanto che si vocifera sulla probabile chiusura  dei Coffee-shop per gli stranieri, come vedremo in seguito, ma del resto le stesse voci circolavano l'anno precedente.

Marijuana

L'evento è una vera e propria gara, i Coffee-shop presentano le diverse varietà di marijuana che possono essere sia olandesi o provenienti da altri paesi, prodotte tramite incroci e differenti metodi di coltivazione; quelle giudicate migliori ricevono vari premi. L'evento permette ai giudici volontari, provenienti da tutto il mondo, di assaggiare e votare i loro ceppi preferiti di marijuana, giudicando oltre 300 varietà di cannabis, valutando la purezza, il colore, il sapore, i germogli, i semi, ma anche i vari metodi di coltivazione: biologico, idroponico, al chiuso, all'aperto, per eleggere il raccolto migliore dell'anno. Non fatevi illudere però: anche i giudici devono pagare per gli assaggi, non c'è distribuzione gratuita di campioni di cannabis per i partecipanti, ma bisognerà acquistarli nei vari Coffee-shop aderenti. Tutti possono diventare giudici, basta acquistare il pass, che costa all'incirca 250 euro.

La High Times Cannabis Cup, non è solo fumo, ma comprende anche tante altre attrazioni, soprattutto la musica dal vivo e mostre sui prodotti legati all'uso di marijuana. É possibile incontrare esperti coltivatori e imparare da loro alcune nuove tecniche di coltivazione, sono presenti anche convegni e workshop sull'uso terapeutico della cannabis e suggerimenti da parte di esperti agronomi. Insomma un evento imperdibile per gli appassionati. Gran parte della marijuana presente alla Coppa verrà quindi presentata dai coffee shop di Amsterdam e dintorni. Di solito la High Times Cannabis Cup presenta un nuovo ceppo a sorpresa di marijuana, e che verrà testato dai giudici, ma non saranno certo pochi i turisti presenti al festival che vorranno verificare in prima persona i responsi della giuria.

Date e programma
I costi per partecipare all'evento
Il futuro dei Coffe-Shop 

Cannabis

Foto di Mark

Date e programma

L'appuntamento è dal 18 al 22 novembre 2012 e si tratterà del 25° anniversario della manifestazione, il festival non cade in un periodo casuale, visto che l'autunno è proprio il periodo della raccolta dei germogli di marijuana. Più di 300 Coffee- shop aderiranno all'iniziativa e sono riconoscibilissimi dal simbolo della marijuana esposto all'ingresso del locale. Per 5  giorni la città più tollerante del mondo verrà presa d'assalto da curiosi e cultori da tutto il mondo che riempiono gli alberghi di Amsterdam in occasione della Cannabis Cup, anche solamente per sperimentare in prima persona i diversi tipi di canapa che il libero mercato olandese ha da offrire. Oltre al tour del Coffee-shop per assaporare i diversi tipi di marijuana, si può partecipare a convegni, concerti, spettacoli dal vivo, e manifestazioni che hanno un denominatore comune: la cannabis, non solo come strumento di svago, ma anche come prodotto adatto a una serie pressoché infinita di usi, da quello terapeutico, alla produzione di tessuti. L’expo della Cannabis Cup si svolgerà all’Amsterdam Roest, dove saranno esposte le migliori qualità e tutti i prodotti derivati dalla coltivazione. Mentre i concerti saranno tutti al Melkweg. Presso il centro sarà inoltre possibile registrarsi in qualità di giudici e acquistare i biglietti per le manifestazioni e per i concerti.

Oltre ai tour nei Coffe-shop vediamo quali sono gli appuntamenti a cui si può partecipare. Domenica 18 Novembre il Festival si apre con un seminario di esperti della coltivazione. Successivamente il fondatore Steve Hager presenterà i giudici e darà il via libera alle degustazioni. Nella giornata di Lunedì 19 si discute sulla controversa legge che vuole limitare l'uso della Cannabis in Olanda solo ai residenti, legge Weedpass, e le conseguenze che questo provvedimento può avere sul turismo della marijuana. L'appuntamento del pomeriggio è con la medicina con il convegno “Grow Your Own Medicine”. Martedì 20, si cominciano ad assegnare i primi premi, come la Miss High Times 2012, e il leader di Soma Seeds, conferisce il suo marchio speciale Cannabis Wisdom. Mercoledì 21 Novembre, il noto autore di The High Times Cannabis Cookbook, Elise McDonough, racconterà come preparare alcune ricette con la cannabis, per arrivare alla giornata finale del 22, quando Steve Hager condurrà la chiusura dell’expo, con la premiazione del ceppo migliore.

Coffee Shop

Foto di Justine Majeune

I costi per partecipare all'evento

Se si vuole partecipare come giudice il pass costa 269 euro, se decidete di acquistarlo durante la manifestazione, se invece viene   acquistato entro il primo giugno costa all'incirca 160 euro. Questo pass permette di assaggiare tutte le qualità di marijuana in gara, così da poterne decretare il migliore, in più si riceve una t-shirt in regalo e il biglietto per il bus da e per l’expo. Una cifra probabilmente un po' alta ma considerato il lavoro a cui è sottoposto il giudice, sarà ben accettato da tutti gli appassionati.
Se si desiste dal diventare giudici il biglietto costa 50 euro per ogni singolo giorno e da diritto ad accedere ad una serie di eventi nei Coffe-shop accreditati con tanto di degustazione di varie tipologie di cannabis. I biglietti e i pass sono acquistabili direttamente sul posto, ma tenete presente che l’acquisto in loco non prevede il pagamento con carta di credito ma solo in contanti.

Quartiere a luci rosse

Foto di Bert Kaufmann

Il futuro dei Coffee-Shop

Ma qual'è la sorte dei Coffe-shop? L'ultimo provvedimento Olandese prevede la privatizzazione dei Coffee-shop, portando il limite di acquisto a 3 grammi al giorno, ed in più è stata introdotta la Tessera dell'Erba, solo per residenti olandesi, la week end card rilasciata ai soci dei Coffee-shop. Per fumare uno spinello si dovrà perciò essere soci del locale, ma per ottenere la Weedpass si è tenuti a dimostrare di risiedere legalmente in Olanda, quindi gli shop diventeranno dei veri e propri circoli con un numero limitato di associati. Un provvedimento che certamente farà discutere e che rischia di dare un duro colpo a quella parte, sostanziosa, di turismo che ha fatto dell’Olanda la meta preferita per vacanze trasgressive. Le intenzioni del governo olandese sono quelle di inasprire la lotta al narcotraffico, ma visti i risultati ottenuti negli anni dalla politica di tolleranza non è detto che gli esiti saranno così soddisfacenti. Queste norme per ora sono operative solo in poche circoscrizioni, ma è notizia degli ultimi giorni che aderirvi non sarà obbligatorio, ma verrà lasciata ai singoli comuni la possibilità di scegliere autonomamente la propria drug policy. Il sindaco di Amsterdam, Eberhard van der Laan, ha già annunciato che non ha nessuna intenzione di aderirvi, e assicura che i coffee shop di Amsterdam resteranno aperti ai turisti, anche nei prossimi anni. Però comunque per non rischiare di ricevere brutte sorprese è meglio affrettarsi ad organizzare il proprio viaggio in Olanda e quale occasione migliore della Cannabis Cup, che ogni anno acquista un enfasi maggiore, perchè si teme che ogni volta possa essere l'ultima edizione.

[La foto principale è di Blind Nomad]