Castellaro Lagusello
in foto: Castellaro Lagusello. Foto di Cristian Lorini

Nei dintorni del Lago di Garda c'è un piccolo paesino che sembra vivere ancora nel medioevo. Castellaro Lagusello è una piccola frazione di Mozambano, in provincia di Mantova, che ha conservato quasi intatte le sue mura antiche insieme ad altre costruzioni, andandosi ad incastonare in un paesaggio da sogno. Il Castello risale al XIII secolo, quando la famiglia degli Scaligeri di Verona costruì in tutta la zona una serie di fortificazioni per rafforzare il proprio dominio. Con il passare dei secoli il castello passò nelle mani prima della famiglia Visconti e poi dei Gonzaga. Intorno al milleseicento la fortezza di Castellaro perde la funzione di borgo fortificato e sia il lago che Castellaro vengono venduti all'asta e diventeranno proprietà dei Conti Arrighi. Nel 1800 il borgo viene inglobato nel regno Lombardo Veneto.

Se siete in visita al Lago di Garda vale davvero la pena far tappa in questo paesino incantato.

Un giro a Castellaro Lagusello

Porta di accesso a Castellaro Lagusello
in foto: Porta di accesso a Castellaro Lagusello. Foto di Massimo Telò

Per accedere al borgo si passa attraverso una porta che nel settecento era dotata di ponte levatoio. La porta è sovrastata da una torre detta dell'orologio. Entrando nel borgo ci si trova immersi in un'altra dimensione ed è facile perdere il senso del tempo. Davanti ai visitatori si aprono stradine lastricate e case bucoliche in pietra e legno. Una delle prime costruzioni che si incontra è la Chiesa di San Nicola, all'interno della quale è custodita una Madonna in legno del quattrocento.

Proseguendo per le affascianti stradine si giunge alla piazza su cui si affaccia la villa Arrighi. Si tratta di una dimora circondata da mura merlate dalle quali si gode di una bellissima vista sul lago e la campagna che circonda il borgo. La villa oggi è proprietà dei conti Toccoli ed è visitabile su richiesta. La struttura della villa è dovuta al fatto che in precedenza qui insisteva il castello feudale insieme alla chiesetta di San Giuseppe, ancora presente, gioiello dell’architettura rococò, che custodisce meravigliosi dipinti del seicento. In questa villa hanno soggiornato anche Napoleone I, Napoleone III.

Lago di Castellaro Lagusello
in foto: Lago di Castellaro Lagusello. Foto di Dguendel

Dalla piazzetta prima citata attraverso una piccola scala si accede al lago, La forma di questo specchio d'acqua ha dato a Castellaro Lagusello il titolo di borgo degli innamorati, infatti, il laghetto ha una forma a cuore. Il lago è accessibile pagando un biglietto di ingresso, poichè è proprietà privata. Il laghetto fa parte di una riserva naturale gestita da Parco del Mincio. Questa zona è caratterizzata dalle colline moreniche che si sono formate e rimodellate dal ghiacciaio gardesano. Queste colline raggiungono i duecento metri di altezza e sono formate da paludi, torbiere, boschi e prati oltre che il romantico laghetto. La sponda più a sud del lago è anche la sede di uno dei più importanti siti palafitticoli italiani, infatti, sono stati ritrovati numerosi resti della civiltà delle palafitte che abitò l'area circa 6000 anni fa. I reperti rinvenuti sono visibili nel Museo archeologico di Cavriana.

Se si vuole proseguire la visita in questa zona, ci sono molte altre località come Cavriana, Mozambano, Valeggio sul Mincio e il suo Parco Sigurtà, Borghetto sul Mincio.