Una città variegata come Londra non può mancare di avere il suo piccolo quartiere in cui si concentra la cultura alternativa dei suoi residenti più che da altre parti: questo è Camden Town. Una delle zone più frequentate dai turisti nonostante sia totalmente fuori dalle attrazioni di Westminster o del West End. Chi viene da queste parti cerca qualcosa di totalmente diverso, ed è lo spirito della vera realtà multiculturale costituita da hipster, punk, emo, studenti e chiunque rappresenti correnti di pensiero non mainstream. Per non parlare del sottobosco commerciale legato al traffico di cannabis e funghi allucinogeni, oltre che delle merci di consumo ad essa legate. Un'atmosfera che permetterebbe di paragonare Camden Town a una piccola Amsterdam, se non fosse che in Inghilterra il commercio di droghe leggere è illegale. Se qualcuno vi si avvicinerò per offrirvi erba o hashish non ci rimarrà male se gli direte di no; e soprattutto voi eviterete di essere pizzicati da poliziotti in borghese che potrebbero aggirarsi insospettati.

Cosa vedere a Camden Town

Foto di Tom Bream

Camden Town si trova nel borough di Camden, e infatti molti tendono a identificare l'intera area con il suo quartiere più celebre, proprio perché esso ne rappresenta il nucleo. In realtà la stessa Camden Town è solo una parte dell'intero quartiere di Camden, che può essere diviso in quattro aree: Camden Town, Euston, King's Cross and Kentish Town. Data la familiarità del termine presso stranieri e residenti ci riferiremo sempre all'intero quartiere. Per arrivare a Camden Town il metodo migliore è naturalmente utilizzare la Tube, la metropolitana di Londra. Le stazioni che servono il quartiere sono, da nord a sud: Euston (Victoria e Northern lines), King's Cross/St. Pancras (Circle, District, Hammersmith & City, Northern, Piccadilly e Victoria lines), Mornington Crescent (Northern line, solo la diramazione di Charing Cross), Camden Town (Northern line: a causa del mercato ogni domenica tra le 13 e le 17.30 si può utilizzare solo per arrivare), Chalk Farm (Northern line), Kentish Town (Northern line). Altrimenti molti autobus servono il quartiere, fermandosi principalmente alle stazioni di King's Cross e Euston.

Camden Town negozi

Foto di Phalinn Ooi

I mercati di Camden Town sono l'"attrazione" più famosa del quartiere. Il più famoso è il Lock Market, ed è quello a cui la gente si riferisce quando parla genericamente del Camden Market: qui si trovano per lo più articoli di musica e di vestiario. Si trova sul Camden Lock, la chiusa del Regent's Canal. Poco oltre il Lock Market, nei pressi del grosso ponte ferroviario che attraversa Chalk Farm Road, troviamo lo Stables Market: alcuni negozi sono aperti tutta la settimana, ma la maggior parte delle bancarelle solo il sabato e la domenica dalle 9 alle 18. Questo è il mercato più grande, e vi si trova di tutto, dall'arte africana alle antichità. Ma il suo punto di forza è l'abbigliamento alternativo che va dal vintage, al gotico al futuristico. Due istituzioni nel genere sono i negozi The Black Rose e Cyberdog. L'Inverness Street Market (tra Chalk Farm Road e la stazione della metro di Camden) è il più piccolo dei mercati, ma il più vecchio di tutti: le sue bancarelle vendono per lo più cibo e frutta fresca. Il Camden Lock Village è il mercato devastato da un incendio nel febbraio 2008, e che tutt'ora cerca di risollevarsi. Il Buck Street Market è un piccolo agglomerato di bancarelle che vende magliette divertenti e souvenir, ma niente che non possiate trovare da altre parti (anche se si vanta di essere il "Camden Market" con un'insegna).

Camden Town locali

Foto di Ewan Munro

Mangiare a Camden Town non è un problema, dal momento che avrete l'imbarazzo della scelta dalle bancarelle di street food. Se però volete sedervi e ordinare ci sono numerose alternative sia di cucina etnica, che per mangiare in puro stile inglese. Gli amanti dell'hamburger in tutte le salse possono recarsi da Haché (24 Inverness Street) per mangiare carne di pollo, agnello, anatra o anche hamburger vegetali. Se avete voglia di stuzzicare qualcosa El Parador (245 Eversholt Street) fa per voi: qui la cucina spagnola è regina e servono soprattutto tapas. Il Gilgamesh Bar Restaurant (presso lo Stables Market a Chalk Farm Road) è per i devoti della cucina asiatica, di qualsivoglia paese orientale. Per chi invece sente la mancanza di casa e proprio non può rinunciare ai piatti nostrani, ecco Caponata and The Forge (3-7 Delancey Street), un ristorante siciliano.

I pub e i club di Camden sono conosciuti per essere degli ottimi luoghi dove bere e ascoltare buona musica live. Non per niente questo è il quartiere conosciuto anche per le esibizioni di Amy Winehouse, che qui risiedeva e morì nella sua casa in Camden Square. La cantante inglese, nell'ultimo periodo della sua carriera, amava molto frequentare il Hawley Arms (2 Castlehaven Road): il pub si trova in una stradina laterale nella zona dello Stables Market. È dislocato su due piani, con terrazza e giardino, e al piano superiore si tengono spesso concerti. The Dublin Castle (94 Parkway) è un pub che ha giocato un ruolo cruciale nell'espansione della British music, lanciando molti artisti: e servono anche alcolici a prezzi ragionevoli. The World's End (174 Camden High Street) è una pietra miliare del luogo, e nei weekend servono anche da mangiare. Al Jazz Café (5 Parkway) si mangia, si beve e si ascolta musica jazz, soul e blues, ma il sabato è dedicato al revival anni '80.

Camden Town night

Foto di Ewan Munro

Camden Town di sera è anche meta di adolescenti e giovani per le sue discoteche sulla Camden High Street. Il Koko Club è un ex teatro noto per essere il luogo dove Charlie Chaplin mosse i suoi primi passi sul palcoscenico: oggi è un nightclub dove si suona musica indie ed electropop e si entra gratuitamente fino alle 22. The Blues Kitchen è conosciuto per lo stile americano e per le esibizioni di gruppi rock. Electric Ballroom ospita differenti serate: con quattro bar e due piste da ballo si va dal rock, all'industrial, dal gotico alla techno. Anche The Underworld spazia nei generi alternativi, dall'elettronica al punk al metal. Ma Camden Town è pericolosa di notte? Può sembrarlo più di quanto non lo sia, ma in ogni caso è meglio evitare gruppi di giovani esaltati o ubriachi e di camminare in strade poco illuminate. Da qui passano bus notturni, ma in alternativa se non vi sentite sicuri prendete un taxi, o decidete di passare una notte in uno dei numerosi ostelli della zona.