Piazza di Novi Sad
in foto: Piazza di Novi Sad. Foto di Felix Montino

Considerata una delle località più convenienti dove andare in vacanza, Novi Sad è una spendida cittadina della Serbia che ha saputo unire tradizione e modernità. La Serbia è testimone di un passato doloroso, di cui ancora oggi si avvertono le tracce, ma tutto il paese è in continua evoluzione ed è sempre più in alto nelle classifiche delle città da visitare. Novi Sad è una delle mete più apprezzate, non a caso è anche stata scelta per essere, insieme a Timișoara (Romania) e a Eleusi (Grecia), Capitale Europea della Cultura nel 2021.

Cosa fare e vedere a Novi Sad

Novi Sad
in foto: Novi Sad. Foto di Ionut84

Novi Sad è una delle città più antiche dei Balcani, infatti, i suoi primi insediamenti risalgono addirittura all'età della pietra. La città ha visto il passaggio di diversi popoli, prima i Celti, poi i Romani, Unni e Bizantini, per poi passare nel medievo al Regno d'Ungheria. Tra il XVI al XVII secolo fu possedimento dell'Impero Ottomano, fino a che passò sotto il controllo dell'Impero Asburgico. Le diverse dominazioni hanno lasciato la loro traccia nelle archituttere e nella cultura della città di Novi Sad.

La città vecchia si estende intorno alla Piazza della Libertà, incorniciata da splendidi palazzi. Tra gli edifici più importanti ricordiamo il Municipio in stile neorinasimentale e la cattedrale neogotica, con l'inconfondibile torre dell'orologio. Sempre nella piazza si può ammirare uno dei simboli della città, la Statua di Ferro, che immortala, Svetozar Miletic, importante politico serbo che fu anche sindaco della città dal 1861 al 1867. Girandosi intorno si resta colpiti dal Palazzo della Banca della Vojvodina, e alcuni edifici religiosi come la Chiesa di San Nicola, con una bellissima cupola e l'Almaška, inserita nell'elenco dei Monumenti culturali d'importanza eccezionale della Serbia. Nella zona centrale si può visitare anche il Palazzo dei Vescovi in stile serbo-bizantino. Quest'ultimo palazzo si trova nella strada più celebre di Novi Sad, ricca di locali e negozi, ideale per divertirsi e fare shopping.

Fortezza di Petrovaradin
in foto: Fortezza di Petrovaradin. Foto di Aleksić Ivan

Uno dei simboli più famosi della città di Novi Sad è senza dubbio la Fortezza di Petrovaradin. L'enorme edificio si affaccia sul Danubio e domina tutta la città serba. Il nome della fortezza deriva da Pietro l'Eremita, che secondo la tradizione avrebbe promosso la prima crociata e radunato proprio in questo punto i suoi soldati. La fortezza che ammiriamo oggi è il frutto di vari rifacimenti ad opera di diversi popoli che si sono stabiliti nella città. La visita a questo luogo è molto entusiasmante, la fortezza è una delle più grandi d'Europa con oltre 16 chilometri di tunnel e presenta diverse strutture interessanti tra cui la torre di Ludwig Badenski che è un po' il simbolo della città col suo grande orologio. Questo incredibile luogo è anche il palcoscenico di uno dei festival musicali più famosi d'Europa: l'Exit, che si tiene ogni anno nei primi giorni di Luglio.

Tra i musei da visitare a Novi Sad c'è il Museo di Vojvodina, il Museo di Arte Contemporanea e il Teatro Nazionale, il più antico del paese.

Dopo la visita alla città non vi resta che assaporare le delizie della cucina. I piatti di Novi Sad, come quelli di tutta la Serbia hanno subito l'influenza di altre tradizioni come quella turca, greca e austriaca. Da provare assolutamente è la carne che in questa zona è davvero eccellente. Tra i piatti tipici ci sono il burek, una pasta sfoglia rpiena di formaggio o carne, la sarma, foglie di verza arrotolate ripiene di carne, riso e spezie e zuppe con verdure carne e brodo di pesce di fiume.