Tra le numerose isole della Grecia che vengono visitate durante il periodo delle vacanze estive, Rodi ha un posto di rilievo. L'isola capitale dell'arcipelago del Dodecanneso attira gran parte del turismo nel Mar Egeo grazie al suo mix di cultura e intrattenimento. Il suo nome viene infatti ricordato principalmente per essere legato al famoso Colosso di Rodi, una delle mitiche sette meraviglie del mondo antico. E Rodi città, la capitale, ha un centro storico ricco di testimonianze del passato, non a caso inserito nella lista dei Patrimoni dell'Umanità Unesco. Ma siamo pur sempre su un'isola greca, il che in estate significa intrattenimento ad alti livelli. Tra le centinaia di locali, bar, discoteche, e i parchi di divertimento per adulti e bambini la scelta non manca.

Come arrivare a Rodi

Foto di Harvey Barrison

Rodi città, e l'isola tutta, è stato un punto nevralgico di passaggio tra l'Europa, l'Africa e il Medio Oriente, e questo ha creato un mix di culture differenti. L'isola è stata abitata fin dal neolitico, e per essa ci sono passati greci, romani, bizantini, ottomani e persino italiani durante la prima guerra mondiale. Ritroviamo quindi costruzioni emblematiche appartenenti a tutte le ere: l'acropoli del periodo ellenistico, con il Tempio di Apollo e il teatro; le mura della cittadella medievale, ritenute un capolavoro di architettura militare; il Palazzo del Gran Maestro dei Cavalieri di Rodi, risalente al periodo bizantino; edifici di stampo gotico nella parte alta della città; la moschea cinquecentesca di Solimano il Magnifico. Durante il periodo italiano si operò un lavoro di riqualificazione del tessuto urbano e delle infrastrutture che cambiarono il volto della città che appariva come è adesso: le opere del tempo dei Cavalieri (gli Ospedalieri e i Templari) vennero preservate e restaurate, e nel frattempo si eressero numerosi edifici come il teatro, il Palazzo di Giustizia e un grande albergo che oggi ospita un casinò.

Rodi, la cittadella

Foto di Harvey Barrison

Faliraki è la zona più turistica dell'isola, 14 km a sud della città principale e a 1o km dall'aeroporto. Si tratta di una baia che si estende per 5 km, dove possiamo trovare numerose spiagge di cui ben 12 insignite della Bandiera Blu; una di queste spiagge è addirittura riservata ufficialmente per i nudisti. In questa zona troviamo hotel, ristoranti etnici, taverne, bar e locali di ogni tipo e il Water Park, il parco acquatico più grande d'Euopa. In pratica, è il centro della movida di Rodi durante l'estate, con turisti provenienti da ogni parte d'Europa, soprattutto inglesi. Un'area multietnica, quindi, ma la vasta scelta di cucina internazionale non dovrà farvi dimenticare di assaggiare le specialità greche come il souvlaki, la moussakà, o l' insalata con la feta.

Rodi, il mare

Foto di Francesco Sgroi

La vita notturna di Rodi si gestisce tra i suoi famosi locali. La maggior parte sono a ingresso gratuito, in alcuni casi sono a pagamento, ma non si paga mai più di 5€ ed è sempre innclusa la consumazione alcolica. Il panorama delle feste e delle serate a tema è molto vario, anche perché l'offerta è vastissima. A Rodi città vi è il famoso Blue Lagoon, un bar aperto tutto il giorno dalla mattina per servire il caffè, fino alla notte per le serate di festa: incanta il suo scenario speciale, con il galeone che emerge dalla laguna. A Faliraki vi sono due strade ricche di locali, Bar Street e Club Street. Tra i vari nomi: il Q-Dance, una discoteca tutta dedicata alla musica dance; e il Bedrock, realizzato in omaggio alla serie animata dei Flinstones. Oltra a Faliraki vi è un'altra zona molto frequenata, quella di Kalithea, dove si trovano locali come lo Sting Club e il Paradiso Beach Club, una enorme discoteca con una capienza di 4.500 persone. Nel piccolo centro di Ixia, poco fuori da Rodi città, si trova il Taj-Mahal. Sono solo alcuni dei tanti nomi del divertimento notturno dell'isola. Senza dimenticare il Casinò, sulla spiaggia di Elli, e le interminabili feste in riva al mare.

Arrivare a Rodi è semplice, poiché l'isola dispone di un aeroporto, il Diagoras, dove atterrano principalmente voli charter e stagionali. Con Aegean Airlines si può volare da Fiumicino, mentre da Malpensa si vola tramite easyJet. L'onnipresente Ryanair decolla da Bologna, Orio al Serio, Pisa e Ciampino. AirOne parte da Malpensa, mentre Alitalia e Blue Panorama Airlines da Fiumicino. La novità di quest'anno è anche la nuova compagnia di voli low cost Volotea, che opererà da Venezia a partire dal 18 luglio. Non ci sono traghetti diretti dall'Italia per Rodi, ma come sempre si può approdare al porto del Pireo in Atene e da lì prendere un'imbarcazione di una delle compagnie che operano le tratte: Blue Star Ferries e Sea Service.