Donne nude distese su un tavolo e usate come vassoi umani. Succede in un famoso locale di Sydney, il Cruise Bar, che ha assunto alcune modelle per posare senza veli durante un party in occasione della riapertura. Le ragazze erano completamente nude ad eccezione di slip color carne e frutti di ogni tipo a ricoprire i punti strategici. Non solo: i vassoi umani potevano imboccare personalmente i clienti con le proprie mani. L'uso delle donne-vassoio ha suscitato le reazioni scandalizzate di diversi clienti che hanno giurato di boicottare il locale.

La notizia ha raggiunto anche i principali gruppi femministi. Inferocite, le rappresentanti delle associazioni hanno tuonato contro la scelta di degradare il corpo della donna ad oggetto. L'attivista per i diritti delle donne Melinda Tankard-Reist si è scagliata contro quella che ritiene una squallida trovata pubblicitaria. "Spero che la gente decida di boicottare il Cruise Bar in massa per aver trattato le donne come vassoi", ha dichiarato Tankard-Reist al Daily Mail. Ricoperta di frutti, la donna viene ridotta a parte del buffet e sembra lanciare un chiaro messaggio: "Servitevi pure sul mio corpo". Le fa eco l'attivista Felicity Wright: "Usare una donna nuda per promuovere un'attività è inappropriato e anacronistico. Gli uomini usavano i corpi delle prostitute come tavoli da pranzo nei bordelli". Anche Melanie James, docente universitaria e scrittrice, si è detta profondamente rattristata e indignata.

La femminista Jenna Price considera la controversa operazione non solo volgare, ma anche "un tentativo di farsi pubblicità e attirare l'attenzione" che lascia poco spazio all'immaginazione e quindi spegnerebbe il desiderio. Una trovata promozionale sessista e discriminante che sfrutterebbe l'immagine del corpo femminile degradandolo a oggetto. Anche il web è in rivolta e sui social media si sprecano le reazioni scioccate. Gli utenti di Twitter hanno etichettato la trovata come "disgustosa e inquietante", oltre che misogina. Eppure, al contrario, c'è chi si ritiene divertito dalla trovata: "Nessuno vi obbliga a mangiare la frutta. Siete adulti e vaccinati, potete decidere da soli". Nel frattempo il Daily Mail Australia ha contattato il Cruise Bar per un commento sulla vicenda.