barile di vino 07

L'ambiente è rustico, ma molto confortevole. Lo spazio interno non è ampio, ma fuori c'è aria buona e si può correre quanto si vuole. Poi dentro si produce energia attraverso fermentazione. Buon umore, insomma. Dormire in botti di vino è solo una delle tante idee originali che possiamo trovare in giro per il mondo. Possiamo dire di essere agli antipodi rispetto a un'altra soluzione, sempre tedesca, che colloca i turisti nelle fogne, ma – purtroppo – siamo agli antipodi anche per quanto riguarda i prezzi. Siamo a Sasbachwalden, a ridosso della Foresta nera e vicino al confine francese. Il paesaggio è quello che ci si aspetta da una campagna capace di ospitare vigneti, che infatti si aprono su tutti i lati delle botti-hotel: anche se il clima non è quello della nostra Toscana, la temperatura primaverile è gradevole e quella estiva calda. L'inverno rigido inneva tutto, barili compresi che, provvisti di impianto idraulico e riscaldamento, comunque non sono l'ideale per trascorrere una vacanza rilassante. I barili hanno spazio a sufficienza per ospitare letti, un tavolo e i servizi. In più gli avventori saranno accolti con salsicce, salami e, ovviamente, buon vino. Il prezzo al barile per notte è di 156 euro. Non che ci si possa confondere, dormire in barili di vino non capita spesso (anche se troverete sistemazioni simili anche in altri paesi), ma meglio segnarsi il nome del B&B: Schlafen im Weinfass. Che letteralmente vuol dire appunto "Dormire in un barile di vino".