Brughiera nebbiosa, castelli spettrali e atmosfera gelida: l'immagine della Scozia e della sua capitale, Edimburgo. O almeno, l'immagine più popolare. Niente di più lontano dalla realtà. Perché l'estate si avvicina, e la capitale scozzese si prepara al periodo dell'anno più carico di eventi: il Festival di Edimburgo. In realtà tale nome è abbastanza ambiguo, poiché lungo tutto l'anno la città ospiti eventi di rilevanza nazionale. Ma i mesi estivi sono, neanche a dirlo, i più caldi. Ecco perché questo è il periodo migliore per un viaggio in Scozia: i grandi appuntamenti della capitale ci danno il là per spingerci oltre all'interno del paese. E, dal momento che viaggiare è dispendioso, vogliamo fornirvi qualche suggerimento per vivere al meglio Edimburgo spendendo il meno possibile. Occhio al budget, quindi, perché la città di divertimenti low cost ne offre tanti.

Vacanza low cost a Edimburgo

Foto di xlibber

Musei – Prima di dare il via alle danze, cominciamo a farci un po' di cultura. Il Museo Nazionale Scozzese si trova nella Città Vecchia, ed ha recentemente aggiunto numerosi oggetti alla sua collezione: oltre 8.000 reperti mai visti sin dalla sua apertura nel 1866. Materiale proveniente non solo dalla Scozia, ma anche da viaggi d'esplorazione degli scienziati dell'epoca, come Charles Darwin. È il luogo migliore dove rinchiudersi in una giornata di pioggia, soprattutto perché l'ingresso è gratuito. Così come lo è all'interno delle Gallerie Nazionali, cinque diversi musei d'arte ospitati all'interno di vari edifici della città: sono aperte dalle 10 alle  17. In particolare la Galleria d'Arte Moderna si trova all'interno di un'enorme dimora circondata da un bellissimo parco ricco di sculture. Le altre gallerie invece custodiscono opere che vanno dal Rinascimento al XIX secolo: le mostre speciali che vengono organizzate possono essere gratis o a pagamento, ma non superano mai i 7£.

Dove mangiare a Edimburgo – Dopo il cibo per lo spirito, abbiamo bisogno di cibo vero. Cosa possiamo mangiare senza spendere un capitale? Ma l'haggis, ovvio! Il piatto tradizionale scozzese, composto dalle parti migliori della pecora: ovvero cuore, polmoni e fegato che vengono fatti bollire nello stomaco dell'animale per tre ore assieme a cipolla, grasso di rognone, farina d'avena, sale e spezie. Nausea? Eppure la prelibatezza è servita in tutti i pub con contorno di rape e purè, ed è un pasto completo che costa solo 8£. I migliori li trovate nella catena Macsween. Potete anche comprarlo in salumeria e cucinarvelo per i fatti vostri. In alternativa potete mangiare una cullen sink, una zuppa di pesce cremosa di solito servita a cena. Se poi volete andare sul tradizionale potete sempre prendervi del fish and chips a Leith: Tailend (14-15 Albert Place, Leith Walk) è il miglior take-away dove potete consumare questo pasto da strada, ma in giornate piovose potete mangiare anche all'interno. E per il dessert? Se avete nostalgia dei dolci italiani, andate da Valvona e Crolla (19 Elm Row): lì potrete gustare gelato importato da Milano, la torta al cioccolato 70% e la pannacotta al limoncello.

Castello di Edimburgo

Foto di pettifoggist

Luoghi da visitare – Troppo scontato dire il castello di Edimburgo: sappiamo che ci sareste andati anche senza che ve lo dicessimo noi. D'altronde è per questa imponente fortezza medievale, oltre che per il centro storico, che la città scozzese è entrata a far parte dei Patrimoni dell'Umanità Unesco. Ed è anche economico: solo 14,50£, che paragonati al prezzo di altre attrazioni nel Regno Unito è un buon affare. Il Reale Orto Botanico è invece gratis: a poco più di un chilometro dal centro (20A Inverleith Row) va bene per una gita in bici. Gli amanti della flora troveranno piante da tutto il mondo, oltre che un'intera biblioteca sul tema. Le serre vittoriane si pagano a parte (£4.50). In estate i giardini sono aperti dalle 10 alle 18, le serre invece concedono l'ultimo accesso alle 17. Due cose invece sono completamente gratuite. La prima: passeggiare a Charlotte Square nella Città Nuova per ammirare gli edifici in architettura georgiana. La seconda: recarvi all'Holyrood Park, poco a est del castello, e scalare la collina dell'Arthur's Seat. È il picco più alto del gruppo collinare (251 metri), dal quale avrete una vista spettacolare di Edimburgo.

Arthur's Seat, Edimburgo

Foto di Sheep Purple

Locali – Non potete andarvene da Edimburgo senza aver assaggiato un bicchiere di dram, il whisky scozzese. Il Greyfriars Bobby (30-34 Candlemaker Row) è il miglior posto dove farsi un drink: è chiamato come il cane leggendario che alla morte del suo padrone fece la guardia alla sua tomba per 14 anni, diventando la mascotte della città. Il Wee Red Bar di Lauriston Place è un locale molto ben frequentato e alternativo, dove si beve, si balla, si organizzano spettacoli e non si paga tanto: 5£ per l'ingresso. In ogni caso, se andrete a Edimburgo per le vacanze estive, la vostra attenzione principale sarà rivolta tutta ai festival, e ci sono numerosi eventi ai quali si può accedere a prezzi ridotti. Detto questo, caricare il portafogli non fa mai male, perché anche se ci si reca in luoghi economici, i soldi risparmiati possono essere spesi per tantissime altre attività che renderanno la vostra vacanza in Scozia davvero speciale.