A Perugia è arrivato finalmente il tempo del cioccolato. Apre oggi la due settimane dell'Eurochocolate 2013 di Perugia, con una gustosa partenza alle 11.30 alla volta di un tour inaugurale a base di mousse. E' solo l'inizio di un percorso incentrato sul cacao che perdurerà da oggi, 18 ottobre, alla domenica del 27. L'edizione 2012 fece registrare in dieci giorni oltre un milione di turisti, dato che nonostante la perdurante crisi potrebbe essere eguagliato anche quest'anno.

A proposito di crisi, l'Eurochocolate ha deciso di non essere soltanto un luogo di evasione da una quotidianità sempre più complessa, ma ha posto due argomenti di grande rilievo sociale al centro dell'evento. In primo luogo l'Eurochocolate è "Evergreen, ovvero sensibile alle tematiche ambientali promuovendo una mobilità ecocompatibile. Sul sito, infatti, è possibile consultare il servizio di carpooling. A rafforzare l'organizzazione ci penserà Umbria Mobilità, che intensificherà il servizio pubblico dei weekend del 19-20 e 26-27 ottobre.

Il secondo tema sociale toccato dall'Eurochocolate riguarda uno degli effetti più nefasti della crisi. A poche ore dalla pubblicazione del rapporto Svimez sull'emigrazione del Mezzogiorno, il claim sul lavoro suona particolarmente attuale: "L'Italia è una repubblica fondente sul lavoro". Un messaggio in tema attraversi cui l'organizzazione vuole porre l'accento sulle difficoltà attraversate dal paese negli ultimi anni. Riguarda sempre il lavoro quell'Italia di Cioccolato che si estende affianco a Fontana Maggiore, lunga 13,5 metri, larga 6 e dal peso sensazionale di 14.000 kg. Su questo blocco delizioso di cioccolato sorgono piccole sculture al cacao che rappresentano le 20 regioni italiane. Autori di queste opere sono 10 scultori coordinati dall'artista Andrea Gaspari. Per vedere l'immensa scultura è necessario munirsi di un biglietto che costa 3 euro (2 per chi possiede la ChocoCard e gratuito per i minori di 12 anni) e il cui incasso sarà usato da Eurochocolate per assumere giovani disoccupati.