"Il respiro del violino" sarà questo il tema di quest'anno della Festa del Torrone di Cremona, e non poteva essere altrimenti nella città dei grandi liutai. La grande festa che animerà le strade e le piazze di Cremona quest'anno triplica, infatti saranno ben 9 i giorni della festa, invece dei tre del passato. Ma ad aumentare non saranno solo i giorni della festa, ma anche i figuranti in abiti storici che saranno oltre 150 e rappresenteranno ancor più realisticamente il matrimonio tra Francesco Sforza e Bianca Maria Visconti, in onore dei quali venne servita la prima versione del torrone cremonese. Appuntamenti da non perdere saranno anche la grande scultura a tema musicale che regalerà Sperlari e lo spettacolo aereo visibile da piazza del Duomo. Per l'occasione torna anche quest'anno il Treno del Torrone, un convoglio storico a vapore che partirà da Milano e porterà fino a Cremona.

Il tema dell'edizione 2013, il respiro del violino, è stato scelto per evocare la Cremona Liutaia, iscritta nella lista del patrimonio immateriale dell'Umanità dall'Unesco, un riconoscimento di vitale importanza per il mantenimento di una tradizione così importante per la città. L'arte cremonese conosciuta in tutto il mondo sarà la protagonista dei nove giorni di festa, insieme al dolce torrone, con spettacoli, eventi e mostre che la renderanno una delle sagre più famose ed attese d'Italia. A Cremona la musica è presente in ogni angolo della città. Grazie alla produzione di strumenti a corda avviata dal grande maestro Stradivari, alla presenza del nuovo Museo del Violino, ai musicisti, ai tanti artigiani ancora attivi, ai concerti che si tengono durante tutto l'anno, Cremona è considerata una destinazione unica nel panorama italiano. A questa sua vocazione si unisce la prelibata cucina locale con i tanti prodotti, tra cui appunto il torrone. La Festa del Torrone è l'occasione ideale per conoscere lo spirito accogliente di questa città del cuore della Pianura Padana e trascorrere una vacanza in Italia immergendosi nello spirito rinascimentale, tra dame e cavalieri, tra il suono delle trombe e dei tamburi, passeggiando tra le vie delle botteghe dove lavorano gli artigiani.

Programma e date
I costi per partecipare
Come arrivare

Programma e date

[Foto di surfstyle]

Saranno tantissimi gli appuntamenti che quest'anno animeranno le strade di Cremona per celebrare il dolce fatto di zucchero, miele, uova e farcito con mandorle, noci e nocciole. Anche quest'anno non mancherà la rievocazione storica del matrimonio tra Francesco Sforza e Bianca Maria Visconti in Piazza del Comune, la costruzione del torrone gigante, che riprendendo il tema della festa sarà una mastodontica chiave di violino, ovvero il simbolo della musica per eccellenza. Fra le altre novità dell'anno spicca il Villaggio degli antichi mestieri Rinascimentali, dove si potrà rivivere lo spirito di un tempo, fra dame e cavalieri, artigiani e suonatori, mercanti e notabili. Ma non ci sarà solo musica e vestiti d'epoca, non mancheranno le occasioni in cui ci si potrà lasciar andare ai peccati di gola. Per esempio andando al RistoTorrone allestito nei Giardini pubblici di Piazza Roma, partecipare agli sfiziosi DegustaTour, prenotare un tavolo nei ristoranti che aderiscono a Piatti d'autore al torrone o partecipare ai Laboratori del Gusto Sperlari.

Sabato 16, primo giorno della festa sarà aperta l'aria commerciale che ospiterà espositori provenienti dall'Italia e dall'estero. Dalle 9 alle 20 saranno dispensati cioccolato e dolciumi nelle strade tra Via Verdi, Via Monteverdi, Corso Campi e Corso Garibaldi. Nel pomeriggio il programma prevede il Palio del Torrone. Questa manifestazione ripropone un importante avvenimento storico, il fidanzamento tra Bianca Maria Visconti e Francesco Sforza avvenuto nel 1430. Alle ore 15 e 30 inizierà una gara di tiro con l'arco nella quale ogni arciere rappresenta una città lombarda. Per tutta la giornata si potrà partecipare ad un viaggio attraverso la Cremona liutaria, in un itinerario che si snoda per le vie della città. Gruppi di turisti e curiosi saranno accompagnati da una guida in un tour della durata totale di circa 2 ore e trenta tra storia, curiosità e leggenda. Sempre sabato 16, sarà omaggiato lo sport, in quanto Cremona quest'anno è stata eletta città europea dello sport 2013. Tra le iniziative, in Corso Garibaldi sarà protagonista la scherma, con varie dimostrazioni e riproduzioni della scherma rinascimentale. Mentre allo stadio Zini alle ore 15 ci sarà una grande sfida di rugby, con la nazionale azzurra che sfiderà le Isole fiji, tappa centrale dei Cariparma Test Match 2013. Durante la giornata non mancheranno anche gli appuntamenti per i più piccoli con tanti laboratori, come "Biscotti e torrone", allestito presso la sede della Banca Cremonese.

Domenica 17, oltre agli immancabili stand dispensatori di leccornie, ci saranno tante iniziative accomunate da un dolce sapore. La riviera di Cervia porterà a Cremona la magia del mare e due famosi prodotti tipici, la piadina romagnola ed il sale dolce, che sarà abbinato al torrone di Cremona. Dalle 10 del mattino per la città si potranno ammirare delle realizzazioni coreografiche chiamate "i sapori del fuoco" con delle postazioni di cottura a legna di mosto cotto per aceto balsamico. In piazza del Comune si assisterà alla realizzazione in diretta di una vera opera d'arte di 100 mq che verrà realizzata sulla pavimentazione della piazza. Con i petali di fiori sarà creato un maestoso disegno che interpreterà il tema della festa: “Il respiro del violino”. Anche domenica sarà presente lo sport, con il rugby, la schema ed anche la marcia, in questa giornata infatti sarà celebrata questa disciplina con una competizione di 7-15-23 chilometri, durante la quale podisti provenienti da tutta Europa percorreranno la distanza che li separa dal traguardo di mandorle e miele. Un'occasione unica ed irripetibile viene proposta all'Hotel Impero a Piazza della Pace, dove potrà essere assaggiata la torta di San Biagio di Cavriana, la cui produzione risale al Rinascimento. Tutta la giornata di Domenica sarà allietata da spettacoli musicali sia nelle piazze che nei teatri della città.

[Foto di festadeltorrone.it]

Da lunedì 18 a venerdì 22 novembre le celebrazioni continueranno sempre tra dolcezza, sport e musica. Per tutta la settimana si potrà partecipare allo Degustatour, con un viaggio che porta alla scoperta dei prodotti tipici di Cremona, dal formaggio, al salame, ai dolci fino al vino. Inoltre tutti i ristoranti della zona aderiranno a "Piatti d'autore al Torrone", che vedrà chef e pasticceri cimentarsi nella preparazione di originali piatti realizzati con sua maestà il Torrone. In questi giorni ci saranno anche tanti eventi dedicati ai bambini, come "Le api e l’alveare" un laboratorio che si svolgerà presso la sala Mercatini e porterà i più piccoli a scoprire gli ingredienti, i profumi e giocare insieme.

Sabato 23 novembre, oltre agli appuntamenti fissi della kermesse, aprirà anche il Coca cola Sport Village, che promuoverà tante iniziative sportive, dal calcio ballila umano, basket, tappeti elastici, ping-pong, badminton e molto altro. Ma sabato 23 Novembre, in realtà è il giorno in cui si svolgerà l'evento più importante, la tanto attesa rievocazione storica del matrimonio reale. In questa giornata sarà celebrata la prima parte che si muoverà dal Castello sforzesco di Milano per arrivare a Piazza Duomo, dove Bianca Maria Visconti riceve il saluto e la benedizione del padre prima di intraprendere il viaggio verso Cremona per celebrare le nozze con Francesco Sforza, al quale venne promessa in sposa già all'età di cinque anni. La rievocazione continua a Cremona, alle ore 16:00 da Largo Boccaccino si avvierà l'atteso corteo di 150 personaggi storici rigorosamente vestiti con preziosi abiti ispirati all'epoca rinascimentale che attraverserà tutte le vie del centro, fino a giungere Piazza del Comune. Al centro della piazza si celebrerà il matrimonio più famoso della storia di Cremona che sancì la nascita del simbolo della città, il torrone. Anche in questa giornata torna protagonista lo Sport, con l'assegnazione del Torrone d'oro, che quest'anno spetta ad Antonio Rossi, tre vole medaglia d’oro alle olimpiadi e Assessore allo Sport e alle Politiche Giovanili della Regione Lombardia.

Domenica 24 sarà la giornata finale della festa. La manifestazione sarà salutata con la creazione del torrone gigante, in Piazza del Comune. Artigiani del cioccolato armati di scalpello e martello modelleranno un gigantesco pezzo di torrone, trasformandolo in una chiave di violino, simbolo della musica. Durante la giornata ci saranno tanti momenti per assaggiare i prodotti cremonesi, concerti e continueranno i tour organizzati per visitare la città.

I costi per partecipare

[Foto di Vanessa Pike Russel]

Molte iniziative promosse nel programma della festa del torrone di Cremona sono gratuite, ma data la grande partecipazione alla kermesse bisognerà prenotare per non rischiare di perdersi un posto in prima fila nell'evento delle dolcezze. Gli eventi sportivi sono tutti gratuiti, e si potrà assistere alle rappresentazioni sportive dei nostri beniamini senza spendere un centesimo. Anche per assistere alle varie rappresentazioni culinarie e storiche e per passeggiare tra gli stand non bisognerà pagare, mentre le prenotazioni sono obbligatorie per i laboratori dei bambini. Per poter partecipare alle audizioni di un violino di Antonio Stradivari appartenente all'antica Collezione Civica, si dovrà pagare 10 euro per la visita al museo e 5 per l'audizione. Altri eventi a pagamento sono gli spettacoli all'interno dei teatri o i concerti d'orchestra, in questo caso sarà obbligatorio prenotare ed acquistare il biglietto dell'evento che varierà a seconda della rappresentazione.

Come arrivare

[Foto di davuz95]

Un modo sicuramente stravagante per arrivare alla festa del Torrone è a bordo del convoglio storico Centoporte. Questo treno a vapore, in occasione della festa, partirà da Milano per arrivare fino alla stazione di Cremona. Questo tragitto sarà percorso solo in occasione del primo giorno della manifestazione, sabato 16 novembre, giornata durante la quale le Ferrovie Turistiche Italiane metteranno a disposizione, su prenotazione, le carrozze del Centoporte che partirà dalla stazione di Lambrate alle 9.15 e rientrerà alle 18.30. I prezzi per vivere quest'esperienza non sono proibitivi, in particolare i bambini fino a quattro anni viaggiano gratis mentre i prezzi per gli adulti sono da Milano e Lodi 35 euro e dalla stazione di Codogno 25 euro. La tariffa per i ragazzi dai 4 ai 12 anni invece è fissata da Milano e Lodi a 18 euro e da Codogno a 13,00 euro.

Per coloro che dovranno accontentarsi di viaggiare con la propria auto per partecipare ad una delle sagre più attese di Novembre, basterà seguire l'autostrada A21 (Torino – Piacenza – Brescia) e prendere l'uscita per Cremona. Se si preferisce viaggiare in treno Cremona è ben collegata alle altre stazioni del Nord Italia. Inoltre la stazione centrale di Cremona, si trova proprio in prossimità del centro cittadino, ed è collegata ai maggiori monumenti con numerose linee di trasporto pubblico.Gli aeroporti più vicini sono quelli della provincia di Milano, con Orio al Serio che dista 75 chilometri e Linate che dista 85 chilometri, ma si può anche arrivare a Verona Villafranca, che dista circa 10 chilometri.

[Foto principale di Rock in Silence]