Borgo di Gangi
in foto: Borgo di Gangi. Foto di Graeme Churchard

Premiato ed osannato per la sua bellezza, eppure è rimasto il borgo umile e legato alle tradizioni di un tempo. Questa è la storia di Gangi, un piccolo paese nelle vicinanze di Palermo. Come tanti altri borghi siciliani, anche Gangi è entrato nella lista dei borghi più belli d'Italia. La particolarità, però, è che questo riconoscimento lo ha ricevuto più volte, a conferma della sua importanza e del suo fascino. Gangi fa parte dei Comuni Gioiello d’Italia, dei Borghi più belli d’Italia ed è stato premiato come Borgo dei borghi 2014. Dietro questi premi si nasconde un borgo medievale arroccato su un'altura tra le verdi vallate del Parco delle Madonie.

Passeggiando per le ripide stradine e costeggiando le antiche abitazioni si scopre la vera identità e le antiche tradizioni che il borgo di Gangi non ha mai lasciato.

Cosa vedere a Gangi

Gangi
in foto: Gangi. Foto di kanzir

Gangi è un borgo arroccato dal quale si può godere di un panorama mozzafiato. Tutt'intorno il paese si estendono grandi vallate verdi dove lo sguardo si perde fino all'orizzonte. Entrando a Gangi si viene accolti da ripide stradine che si inerpicano per il borgo medievale. Il paese è racchiuso tra le antiche mura, mentre il centro storico è stato ricostruto nel 1300, poichè fu distrutto durante la guerra del Vespro. Sulle stradine si affacciano le case addossate l'una all'altra che si altenano a chiese, come la Chiesa Madre, con il suo bellissimo Giudizio Universale. Durante una visita a Gangi da non perdere anche la Chiesa della Badia, un ex convento benedettino con meravigliosi affreschi e decori.

Nel borgo di Gangi non mancano i Palazzi Signorili, tra i quali ricordiamo il Palazzo Sgadari, che ospita il Museo Civico e il Palazzo Bongiorno, antica dimora del settecento che oggi è sede del Consiglio Comunale. Il museo Civico ospita ben 4 musei all'interno: l'archeologico, l'etno-antropologico, il museo delle armi e la Pinacoteca Gianbecchina. Il fulcro del paese è Piazza del Popolo da cui si può godere di un belvedere fantastico. Altra piazza importante è piazza San Paolo che in quanto a paesaggi non è da meno, infatti, offre una magnifica vista sull'Etna. A sorvegliare il borgo è il Castello di Gangi, arroccato a più di mille metri d'altezza, che però oggi è di proprietà privata.

Anche se Gangi è diventato una star dei borghi più belli d'Italia non ha perso il suo contatto con le tradizioni e con il suo passato. Ogni anno le antiche tradizioni del borgo vengono celebrate durante la manifestazione "Memorie e tradizioni nel Borgo più bello d'Italia". Questo evento mette in scena i sapori antichi e i ricordi tramandati con rievocazioni storiche; un bellissimo momento per rivivere il tempo che fu.