mare sanremo

[Foto di Davide Mainardi]

Di Sanremo si sente spesso parlare per i fiori e per il Festival che ogni anno occupa la città Sanremo, ospitando i beniamini della canzone italiana; ma Sanremo è anche una splendida località da visitare, come poche ce ne sono in Italia. Sanremo, possiede degli scorci stupendi che insieme alle architetture, ne fanno un vero gioiello dell’Italia. Questa località della Liguria è situata in un’ampia insenatura, tra Capo Nero e Capo Verde, dove si respira un'aria che è un mix tra quella italiana e quella francese della riviera di Ponente. A Sanremo il clima è semplicemente meraviglioso, sembra che sia sempre primavera, con giornate calde e notti fresche e piccole variazioni di temperatura durante tutto l'anno, inoltre la città di Sanremo durante l'inverno è il luogo più caldo d'Europa. Queste condizioni fanno di Sanremo una delle mete turistiche più apprezzate per le vacanze in Italia tutto l'anno.

In passato Sanremo veniva chiamata Matuzia, in nome di Caio Matuzio, che qui aveva la sua principesca residenza, ma secondo altri invece questo nome voleva essere un omaggio alla Dea Matuzia, la divinità del mare e dell’aurora. Molte persone importanti durante la storia hanno scelto questa località come loro residenza abituale, soprattutto per la bellezza del mare ed il profumo dei fiori.  La parte più antica è nota come la Pigna, con le sue case arroccate rappresenta uno scorcio di Medioevo, con le stradine ripide, i passaggi coperti e le piccole piazze. La città moderna invece ha trasformato il borgo di pescatori in un elegante centro turistico di fama mondiale. Sanremo è oggi una città che accoglie visitatori e turisti in ogni periodo dell’anno e li intrattiene con manifestazioni e tante possibilità di divertimento, come il Casinò municipale, costruito nel 1905, regno degli appassionati dei tavoli verdi, delle roulettes e delle slot-machine. Ma Sanremo non è solo questo, negli ultimi decenni, infatti il nuovo porto turistico di Portosole, è diventato uno dei efficienti della Riviera Ligure, e propone moderne attrezzature per lo sport, dove trascorrere le giornate estive, quando la città è brulicante di turisti e visitatori locali. Il Festival di Sanremo, a febbraio, è ugualmente portatore di un incredibile folla di visitatori.

Cosa vedere
Dove dormire
Gli eventi
Dintorni di Sanremo

sanremo

[Foto di Provenza]

Cosa vedere

Sanremo è una città che offre tante cose da vedere e tanti intrattenimenti turistici, pur essendo una piccola località. Ci sono le strade dello shopping più alla moda, affollate di escursionisti francesi che oltre confine sperano in un buon affare. Ma la principale attrazione turistica di Sanremo è la città stessa, che mostra tutta la sua bellezza nel centro storico, la Pigna, e lungo le ampie strade fiancheggiate da palme del lungomare di Sanremo, che accompagnano in una piacevole passeggiata.  Nel centro storico, invece, si notano gli edifici aggrappati alla ripida collina. La Pigna, infatti, è un insieme di case antiche, vicoli, passaggi coperti, silenziose piazzette, scalinate ed archi, questa conformazione è dovuta alla necessità difensiva nel passato, per rendere il borgo inaccessibile agli attacchi dei pirati. Sulla sommità della collina si possono visitare i giardini Regina Elena, dai quali si gode di una bella vista sulla parte bassa della città e sul mare. Il nome Pigna deriva proprio dal fatto che gli edifici ammassati lungo i carrugi ricordano la forma di una pigna.

La vocazione di Sanremo per il mare trova riscontro nel borgo marinaro di piazza Bresca e nel suo Porto Vecchio, un tempo selva di navigli e vascelli e oggi regno incontrastato di pescherecci e imbarcazioni da diporto. Il Lungomare, detto delle Nazioni, poichè in origine e prevedeva che le decorazioni del richiamassero un gran numero di nazioni di tutto il mondo, ogni anno ospita il Corso fiorito, la manifestazione in cui sfilano i carri pieni di fiori. Corso Imperatrice è la passeggiata più celebre di Sanremo e una delle più famose d'Italia, prende il nome da Maria Alexandrovna, moglie dello zar Alessandro II, che soggiornò a Sanremo sul finire dell'Ottocento, quando la città era una meta privilegiata delle vacanze della nobiltà russa. Lungo il percorso della passeggiata si incontrano due statue, una è la Primavera, di Vicenzo Pasquali, divenuta uno dei simboli più noti di Sanremo, l'altra è il monumento a Garibaldi, che risale al 1908.

la pigna sanremo

[Foto di Cercamon]

Tra le cose da vedere, ricordiamo la chiesa russo ortodossa di San Basilio, modello in piccolo delle chiese moscovite con cupole a cipolla costruita alla fine dell’800, ancora il Palazzo Borea d'Olmo che ospita il Civico Museo Archeologico, il quale comprende una sezione preistorica con reperti dal Paleolitico all'Età del Ferro, reperti romani di ville e necropoli locali, una pinacoteca ed una raccolta di cimeli garibaldini; ed infine il Duomo di San Siro, in stile romano-gotico e l’annesso oratorio. Quest'ultima è la più importante chiesa di Sanremo, costruita sui resti di una precedente chiesa paleocristiana, risale al dodicesimo secolo ed è un esempio di stile romanico con alcuni elementi gotici. Nel Seicento la facciata fu ricostruita, in stile barocco, ma questi rinnovamenti barocchi furono distrutti nel 1901 per riportare la cattedrale al suo originario aspetto romanico.

Altro luogo da visitare durante la vacanza a Sanremo è il seicentesco Santuario della Madonna della Costa, eretto sui resti di un'antica chiesa del 400, all'interno conserva molte opere pregiate. Il Santuario si trova sulla sommità della collina della Pigna e ci si può arrivare a piedi attraverso la città antica oppure con i mezzi di trasporto dalle vie esterne. Dal sagrato dell'edificio di culto si gode di un bellissimo panorama sulla parte bassa della città e sul mare. L’interno presenta decorazioni barocche, marmi, stucchi e affreschi sei e secenteschi, e una Madonna con Bambino del Trecento, detta la Madonna della Costa da cui la chiesa prende il nome. Ridiscendendo verso il centro città, in via Matteotti, si può visitare il Museo Archeologico, dove si trovano reperti di età romana e reperti preistorici che dimostrano come questo territorio fosse abitato già nel paleolitico, nonché manufatti dell'età del bronzo.

casinò di sanremo

[Foto di Marco Assini]

Sanremo è amata dagli stranieri anche per il suo Casinò, una delle case da gioco più note in Italia, situato in un edificio liberty, costruito nel 1905, noto non soltanto per le sue sale da gioco, ma anche per il suo Teatro e il Salone delle Feste, dove hanno luogo concerti, conferenze, riunioni, spettacoli di rivista, serate di gala e altre manifestazioni artistiche e mondane. Infatti inizialmente nacque come luogo per accogliere feste private e concerti, solo dopo iniziò ad ospitare anche il gioco d'azzardo. Il Casinò di Sanremo ebbe il suo periodo di massimo splendore negli anni Cinquanta, quando personaggi come il re Faruk d'Egitto o il regista Vittorio De Sica frequentavano abitualmente le sale da gioco. Tutto il mondo conosce anche l’Ariston, dove si svolge il Festival della Canzone Italiana dal 1977 . Si trova all'inizio di Corso Matteotti, ed ha una capienza di 1900 spettatori, suddivisi tra platea, palchi laterali e galleria, e ha un palcoscenico alto 24 metri e profondo 15. Oltre al Festival, il Teatro ospita anche rassegne teatrali di importante spessore, concerti, balletti, musical, show televisivi e manifestazioni varie.

vista di sanremo

[Foto di Renzo Giusti]

Dove dormire

A Sanremo si trovano tanti rinomati ed eleganti alberghi, che sono in realtà delle lussuose dimore storiche che risalgono alla fine dell'800, quando la ricca borghesia scelse proprio la città della Liguria come luogo di villeggiatura, non solo estivo, ma anche invernale, grazie alla bontà del clima. I nobili si fecero costruire questi bellissimi edifici che oggi sono diventati alberghi di prestigio. In queste dimore storiche i prezzi sono spessi inavvicinabili. Come del resto alloggiare in centro può essere abbastanza dispendioso infatti quasi tutti gli hotel a Sanremo mantengono degli alti standard qualitativi. Un'idea è alloggiare nei dintorni di Sanremo, come ad esempio nella località di Taggia, a pochi Chilometri da Sanremo, si trovano pensioni abbastanza economiche e confortevoli. Oppure ad Ospedaletti, da dove si raggiunge Sanremo a piedi, qui uno degli alloggi più belli è l'hotel rocce del capo che è fronte mare.

Italian actor-director Roberto Benigni a

Gli eventi

A Sanremo ci sono tantissime opportunità di vacanza, dai viaggi al mare, dalle gite in bicicletta lungo la nuova pista ciclabile lunga ben 21 Chilometri che collega Imperia a Sanremo, oppure visite culturali al ricchissimo patrimonio che la città offre, ed infine appuntamenti culturali, musicali per Sanremo è famosa in tutto il mondo.

L'appuntamento più celebre è il Festival della Canzone Italiana, che ogni anno dal 1951 nel mese di febbraio appassiona con la gara canora e stupisce per il grande clamore mediatico che suscita. Il palcoscenico del Festival di Sanremo ha visto passare grandi nomi della musica italiana che con le loro canzoni hanno segnato un periodo della storia, da Nilla Pizzi a Claudia Villa. Introno al Festival c'è sempre stato un particolare clamore e pettegolezzo animato da episodi spesso allegri e leggere ma anche sconvolgenti e misteriosi, come il suicidio di Luigi Tenco, avvenuto dopo aver saputo dell'eliminazione dalla gara. Senza dubbio gli episodi legati alle numerose edizioni del Festival sono tanti, ciascuno dei quali ha definito una particolare edizione e ha contribuito a creare quell'alone di mistero e fama che da sempre circonda la manifestazione.

corso fiorito

[Foto di Sonia Fantoli]

La più tradizionale delle manifestazioni è il Corso Fiorito, una sfilata di carri decorati con fiori, nata nei primi anni del 900, quando si chiamava Festa della Dea Flora. La manifestazione si tiene l'ultima domenica di gennaio di ogni anno, e durante la festa le strade di Sanremo vengono inondate da un'esplosione di colori con una sfilata di carri adornati da composizioni floreali disposti in modo artistico a seconda del tema che viene deciso di anno in anno. Le decorazioni vengono create durante la notte prima della sfilata proprio per fare in modo da presentare le opere d’arte al meglio della loro vivacità con fiori sempre freschi. Sempre dedicato ai fiori è il Festival dei Fiori che si svolge nell'ambito di Sanremo in fiore, presso il Palafiori, e costituisce una vera e propria vetrina annuale di tutta la produzione floricola del Ponente Ligure. Ultimo evento dedicato ancora ai fiori è il Palio, che è invece una gara tra 7 gruppi di fioristi italiani professionisti, in concorso con le loro composizioni floreali.

La Milano – Sanremo, nata nel 1910 è tradizionalmente la corsa ciclistica che apre la stagione delle Grandi Classiche. Nel mese di giugno, poi, si svolge anche la granfondo Milano – Sanremo amatoriale, che richiama appassionati da tutta Europa, mentre  la nuova pista ciclabile del Parco Costiero della Riviera dei Fiori e i percorsi di mountain bike nell'entroterra della Alpi liguri sono a disposizione degli appassionati della bicicletta in tutte le stagioni dell’anno. Il mese di ottobre è invece dedicato ai motori con il Rally di Sanremo, nato nel 1928 e oggi entrato nel circuito IRC Itercontinental Rally Challenge.

dintorni di Sanremo

[Foto di Martina Rathgenz]

Dintorni di Sanremo

Intorno alla città di Sanremo ci sono tanti piccoli comuni che vale la pena di visitare, ognuno per motivi diversi, Taggia è ricca di conventi, chiese, palazzi medievali e rinascimentali, Badalucco, è rinomata per il suo olio e i suoi murales,  Triora è un magnifico borgo medievale, Ospedaletti ha delle spiagge incantevoli, ed infine la pittoresca città-fantasma di Bussana Vecchia, paradiso hippy dagli anni 60.

Il paese di Bussana Vecchia si è fermato nel tempo e precisamente al 1887, quando fu devastato dal terremoto. In quell'occasione gli abitanti del paese lo abbandonarono e vennero chiusi gli accessi al paese, per questo Bussana Vecchia diventò un borgo fantasma fino alla fine degli anni Cinquanta, quando un gruppo di artisti decisero di fondare una comunità. Furono molti gli artisti che, da tutta Italia e da tutta Europa, aderirono a questa idea. Oggi a Bussana Vecchia si possono trovare numerose e caratteristiche botteghe artigiane e atelier, che hanno sede negli edifici recuperati dal terremoto. Bussana Vecchia si trova sulla sommità di una collina e presenta tortuosi carrugi che passano tra le case e le botteghe si può raggiungere soltanto con mezzi propri, infatti i mezzi di trasporto pubblico qui non arrivano.

ospedaletto

[Foto di Alejandro]

Anche Coldirodi è un paesino piacevole da visitare, soprattutto grazie alla sua pinacoteca in una bella villa con vista mare che da sola merita una visita. Se poi si vuole avere una vista del tutto dall'alto, o camminare al fresco nei boschi basta salire alla frazione di San Romolo e poi spingersi sulla vetta del Monte Bignone che domina dall'alto dei suoi 1.300 metri di altitudine. Ospedaletti grazie al suo clima invernale temperato è diventato una località di vacanza molto rinomata, e una delle migliori della Riviera di levante, con le sue spiagge ed il suo entroterra che attirano turisti da tutta Europa e dal resto del mondo. Altra frazione da visitare è Taggia, anch'essa caratterizzata da belle spiagge, ma anche da un entroterra molto ricco, infatti da visitare è la Basilica di San Giacomo e San Filippo, la Chiesa di Nostra Signoria del Canneto, la Chiesa di San Martino di Tours, ed il Convento di San Domenico. L'ultima cittadina a cui fare un'escursione da Sanremo è Santo Stefano al Mare, molto famosa per le sue spiagge.