Panorama di Gurro (VB)
in foto: Panorama di Gurro (VB). Foto di Alessandro Vecchi

Gurro è un piccolo borgo alpino che si trova in Verbania, immerso tra le valli piemontesi. Questo luogo ha una particolità, pur essendo situato in Piemonte, lo stile dei circa 212 abitanti è scozzese. Passeggiando per il borgo non è raro vedere per le strade persone vestite con il tipico kilt o le donne portare il tradizionale gonnellino a pieghe scozzere.

Questo particolare legame con la cultura scozzese ha origini molto antiche, infatti, risale al 1525, precisamente in concomitanza alla battaglia di Pavia. Secondo la leggenda, dopo la battaglia tra re Francesco I e Carlo V, alcuni soldati scozzesi, usciti sconfitti dallo scontro, durante il loro ritorno a casa furono costretti a fermarsi in questo borgo alpino a causa della copiosa neve. I paesaggi ed il clima che trovarono a Gurro li riportarono con la mente alle loro terre, per questo decisero di fermarsi in questo borgo non facendo più ritorno nelle loro case in Scozia. Lo stanziamento di questi soldati ha fatto si che fino ai giorni nostri siano rimaste ancora intatte le tradizioni e gli usi che provengono dalla terra scozzese. Per le strade di Gurro non è raro sentire parlare un dialetto alquanto particolare: composto da circa 800 parole di origine gaelica.

Cosa vedere a Gurro

Kilt scozzese
in foto: Kilt scozzese. Foto di katharinakanns

Data la forte influenza scozzese, nel piccolo borgo alpino, le case sono state costruite con elementi architettonici ispirati alla parte settentrionale dell'isola di Gran Bretagna. Le case presentano delle mura in legno a vista e travi a forma di croce di Sant'Andrea, strutture inesistenti nei borghi vicini.

Nel borgo è presente anche un museo etnografico Scottish. In questo luogo sono conservati il kilt e la sporran originali donate dal Clan Gayre, per indicare l’appartenenza ufficiale dei gurresi al Clan. E' stato realizzato una sorta di gemellaggio, che ha previsto anche l'inaugurazione di un monumento alle Guardie Scozzesi nella piazza principale del borgo di Gurro. Nel museo sono presenti anche altri oggetti tradizionali scozzesi come vestiti, vasellame e utensili vari. Il percorso del museo si snoda in ambienti che ricostruiscono la vita domestica antica, passando per la sala della cucina arredata con mobili ed corredata di stoviglie in legno. Il percorso prosegue con la camera che presenta un letto in legno e il caratteristico materasso fatto con foglie di faggio. Nella camera è possibile anche ammirare la biancheria in canapa. Altri locali presenti nel museo custodiscono gli attrezzi utilizzati per i lavori artigianali ed agricoli. In particolare si può ammirare il telaio per la filatura e la tessitura di canapa e lana. Infine, una collezione molto particolare è quella dei costumi femminili tradionali.

Per celebrare le origini scozzesi nel borgo ogni domenica gli abitanti di Gurro indossano il classico kilt. Inoltre, nella seconda domenica di Luglio, si festeggia la festa del paese, durante la quale si susseguono sfilate accompagnate dal suono di cornamuse.

Se il fascino di questa comunità scozzese non basta per spingervi a visitare il borgo alpino di Gurro, ci sono anche altre ragioni per organizzare un viaggio in questa zona del Piemonte. Tra questi gli splendidi paesaggi dei dintorni, che incantano gli amanti della montagna e non solo.