Hotel e resort all inclusive consigli per risparmiare

Con l’estate alle porte e le prenotazioni ormai da effettuare (in fondo siamo a metà aprile), molti italiani sono ancora alle prese sul tipo di vacanza che andranno ad affrontare. Tralasciando la schiera dei giovani, che spesso appartengono alla categoria delle decisioni dell’ultimo minuto, prendiamo in considerazione quelli che si recano nelle agenzie o quelli che, anche avendo tempo e voglia di turismo fai da te, sono di fronte a un dilemma: all inclusive o no?

La formula all inclusive si può tradurre grezzamente con l’italiano “pensione completa”: ma non sono solo i pasti a venirci inclusi nel prezzo, bensì anche tutte le bevande non alcoliche in bar e ristoranti. Questo è un grosso punto a favore di questa formula, poiché le strutture all inclusive fioriscono proprio nelle zone in cui si sente di più il bisogno di bibite fresche: Mar Rosso, Caraibi, America Latina…

La vacanza all inclusive è l’ideale per chi vuole essere coccolato e la sua idea di viaggio è un resort affacciato sulla spiaggia con palme e tre piscine. Il viaggiatore un po’ più scafato però sa che queste strutture sono ben lontane dai centri abitati, e quindi qualora volesse visitare dei luoghi di interesse turistico, deve pagare l’operatore per delle gite organizzate. La scelta quindi ricade sul tipo di vacanza che si vuole fare. Sole e bagni? Avviciniamoci all’equatore e godiamoci una bibita ghiacciata al suono delle onde. Cultura e viaggio? Prenotiamo una camera d’albergo o magari anche una pensioncina o un b&b, che importa dei pasti inclusi, saremo comunque in giro tutto il giorno per centri storici.

Un pacchetto all inclusive può diventare economico se scegliamo la formula roulette: in pratica conosciamo la categoria della struttura dove andremo a stare, ma non la struttura stessa  che ci verrà rivelata qualche ora prima della partenza, anzi a volte addirittura all’arrivo. Se siamo di gusti difficili non è il caso, perché è vero che l’operatore ci garantisce i servizi, ma il posto potrebbe non essere di nostro gradimento. Se invece ci sappiamo adattare risparmiare qualche soldo non fa mai male.

Può sembrare strano, ma non sono solo i paesi caldi sopracitati che ospitano questo genere di strutture: la riviera Romagnola offre numerosi hotel con servizio tutto compreso. Magari le spiagge di Rimini e Riccione non sono un paradiso in termini di bellezze naturali, ma il divertimento è assicurato e inoltre possiamo sempre visitare l’entroterra a bordo di bici. Ma in questo caso, considerata la popolarità della zona, sarebbe davvero ormai il caso di affrettarsi a prenotare.