image

Sentire il sibilo del vento tra le fronde, le gocce di rugiada che picchiettano le foglie, il frinire dei grilli e il trillo degli uccelli. Ascoltare i suoni della natura è un'esperienza magica, che può diventare ancora più emozionante grazie a un geniale sistema ideato dagli studenti della Estonia Academy of Art di Tallinn, corso di Architettura d'Interni. I giovani architetti Art Ader, Karin Tõugu, Kadri Klement e Mari Hunt hanno inventato una serie di amplificatori in legno che catturano i suoni del bosco, trasformando in melodia le voci della natura.

La musica del bosco si può ascoltare comodamente sdraiati in uno dei questi super-amplificatori, che rappresentano al tempo stesso un punto d'ascolto e un rifugio per tutti gli studenti dell'ateneo. All'interno dei ruup, come li definiscono gli architetti dello studio b10, i giovani possono ripassare una lezione, ascoltare un concerto all'aperto o semplicemente rilassarsi. Il design degli amplificatori concilia alla perfezione gusto architettonico e comodità.

Per ora le installazioni sono tre, disposte nella foresta della Contea di Voru a una distanza e un'angolazione tale da catturare il suono in tutte le direzioni. Questa singolare esperienza di ascolto ha conquistato tutti, in primis gli ideatori, che non esitano a definire il risultato "amazing", straordinario. L'orchestra del bosco regala una full immersion nella natura più selvaggia, risultando perfetta per chi desidera un attimo di serenità o vuole ritrovare la concentrazione tra una lezione e l'altra. Un viaggio sensoriale che non si dimentica facilmente. Perché all'interno dei ruup ogni suono sembra dilatarsi all'infinito, diventando una dolce melodia. Una vera delizia per le orecchie e per la mente.