31 Ottobre 2018
19:14

Il borgo di Vigoleno e il suo castello

Visitare il borgo di Vigoleno è un’esperienza unica, poichè dà ai visitatori la sensazione di entrare in un film fantasy, tra le mura merlate, le torri e le terrazze dalle quali si ammira la distesa verde delle pianure circostanti. Ecco cosa vedere e cosa fare nel bel borgo in provincia di Piacenza.
A cura di Stefania Lombardi
Vigoleno. Foto di <a href="https://www.flickr.com/photos/provence___provenza/21028885262" target="_blank" rel="nofollow noopener">Daniel70mi Falciola</a>
Vigoleno. Foto di Daniel70mi Falciola

Nella bellissima provincia di Piacenza sorge il borgo di Vigoleno, molto conosciuto per il suo maestoso castello. Vigoleno è uno dei borghi più belli d'Italia ed è stato è insignito della Bandiera Arancione da parte del Touring Club Italiano. Un fantastico esempio di città fortificata medievale, circondata da imponenti mura merlate. Il borgo si trova in una fantastica posizione a 350 metri di altitudine, sul crinale tra la valle dell'Ongina e quella dello Stirone. Il panorama che si può ammirare da quassù è incredibile. Vigoleno è il luogo ideale per trascorrere un piacevole week end sui colli Piancentini, ma vediamo in particolare cosa vedere e cosa fare nel borgo.

Cosa vedere nel borgo di Vigoleno

Piazza di Vigoleno. Foto di <a href="https://commons.wikimedia.org/wiki/File:Vigoleno_PC.JPG" target="_blank" rel="nofollow noopener">Majesty400</a>
Piazza di Vigoleno. Foto di Majesty400

Entrando nel borgo si ha sensazione di vivere in un film fantasy. Il centro è racchiuso in mura merlate percorse da un camminamento dal quale si ammira un'eccezionale panoramica. Per accedere si attraversa il Rivellino, un ingresso fortificato che si poteva isolare in caso di assedio. Al centro del borgo spicca il Mastio, una torre con quattro piani di visita, che oggi ospita un percorso informativo e fotografico sul borgo di Vigoleno e sulla sua architettura. Durante la visita al borgo non può mancare la salita su questa torre, attraverso le caratteristiche scale ricavate direttamente nel muro. Arrivati in cima il panorama è da sogno.

Dal Mastio, continuando sul camminamento, si giunge all'altra torre, dove sorge la parte residenziale del complesso fortificato. Oltrepassate le fortificazioni d'ingresso si entra nella piazza, dove si trova la fontana cinquecentesca e l'oratorio della Madonna delle Grazie.

Dalla torre un ponte levatoio vi condurrà fino al Castello. Questa struttura è interessante anche da un punto di vista storico, poiché offre una testimonianza circa il succedersi delle famiglie al potere nel piacentino: esso passò dalle mani della famiglia Scotti, a quelle dei Pallavicino, e dei Farnese, e venne più volte distrutto e ricostruito. Del castello è possibile visitare il piano nobile, dovi si trova il teatrino settecentesco, un piccolo teatro, con palco e sole dodici sedute, pensato per spettacoli per pochi intimi.

Vista dal borgo di Vigoleno. Foto di <a href="https://www.flickr.com/photos/provence___provenza/20851104428" target="_blank" rel="nofollow noopener">Daniel70mi Falciola</a>
Vista dal borgo di Vigoleno. Foto di Daniel70mi Falciola

Un altro edificio interessante di Vigoleno è la Pieve di San Giorgio, uno degli esempi di architettura romanica sacra più importanti del piacentino. La facciata è abbastanza semplice, e l'ingresso è sovrastato da una lunetta scolpita con il Santo raffigurato nell'atto di uccidere il drago. Le navate sono divise da colonne con capitelli scolpiti con motivi vegetali. All'interno si possono ammirare affreschi trecenteschi e varie immagini votive ed anche quattro statue lignee che durante le processioni si portavano a spalla. Questa Chiesa è una delle tappe più importanti del Cammino della via Francigena Italiana.

Altra attrazione da visitare a Vigoleno è il museo degli Orsanti che si trova nella Casa Tanzi. Questo museo ospita fotografie, documenti ed oggetti che ripercorrono la storia di personaggi particolari che hanno vissuto in questa zona dell'Appennino. Parliamo degli Orsanti, uomini coraggiosi, artisti musicanti e ammaestratori di animali che portarono in giro per il mondo i propri spettacoli.

Il borgo medievale di Poppi e il suo imponente Castello
Il borgo medievale di Poppi e il suo imponente Castello
Scheggino: il borgo umbro del castello e del tartufo
Scheggino: il borgo umbro del castello e del tartufo
Pettorano sul Gizio: un borgo dalle mille sorprese
Pettorano sul Gizio: un borgo dalle mille sorprese
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni