Kilimangiaro grande

Il desiderio di salire sempre più in alto, quasi a toccare il cielo, è sempre stato insito nella natura umana, le testimonianze sono molte, come nella Genesi si parla della Torre di Babele. L'invenzione dell'aereo ed in seguito le missioni lunari, hanno spinto l'uomo oltre i confini del cielo, ma anche senza l'ausilio della tecnologia la natura rende possibile raggiungere grandissime altezze, scalando le vette più alte del mondo. Seven Summits, così vengono definite le 7 cime più alte per ciascuno dei sette continenti, il sogno di ogni alpinista è riuscire a conquistare tutte e sette queste alture.

Africa, Kilimangiaro – Il vulcano della Tanzania, con i suoi 5.895 metri oltre ad essere la montagna più alta dell'Africa, risulta anche tra i vulcani più alti del globo. Costituito dai tre crateri Kibo, Mawenzi e Shira è un vulcano quiescente, non ci sono testimonianze dirette di una sua recente eruzione, solo alcune leggende locali parlano di un'eruzione avvenuta 170 anni fa. La scalata al Kilimangiaro può essere effettuata tramite tre percorsi, di difficoltà crescente: Marangu Route, Machame Route, Umbwe Route. I primi due attraversano la montagna esplorando interamente il suo ecosistema, mentre il terzo è una salita ripida e diretta verso la cima del cratere.

vinson

Antartide, Massiccio Vinson – A 1.200 chilometri dal Polo Nord, nel bel mezzo della distesa ghiacciata dell'Antartide si erge la sommità del Massiccio Vinson. Scoperto recentemente, nel 1957, si distingue dal resto delle alture per la massiccia presenza di ghiaccio sulla sua superficie. L'intera aera di 21×13 chilometri è coperta da un fitto strato di ghiaccio spesso centinaia di metri. La prima scalata avvenne pochi anni dopo la sua scoperta, nel 1966, da parte di un team guidato da Nicholas Clinch. Il nome Massiccio Vinson, fu assegnato a questa altura in onore di Carl Vinson, all'epoca della scoperta membro del congresso degli Stati Uniti d'America e forte sostenitore delle ricerche in Antartide.

everest

Asia, Everest – Al confine tra Asia e Nepal, in una superficie lunga 2.400 chilometri, si distende la catena dell'Himalaya, nota al mondo per le sue 14 cime che, superando gli 8.000 metri, sono le più alte del mondo. Tra queste agli alpinisti è ben noto il K2, alto 8.611 metri, come la montagna più difficile da scalare, sulle cui pareti hanno perso la vita numerosi scalatori. La vetta più alta del globo è quella dell'Everest, la misurazione di 8.848 metri è stata contesa da vari gruppi di studiosi, messi in seria difficoltà, a causa dell'estrema lontananza dal mare, riferimento base per determinare l'altezza di una vetta.

puncak jaya

Oceania, Puncak Jaya – Sebbene sia situato nell'area dell'Indonesia, quindi politicamente in Asia, il Puncak Jaya viene ritenuto il monte più alto dell'Oceania, visto che giace nel territorio geografico della Nuova Guinea. I suoi 4.884 metri di altezza gli conferiscono oltre al primato dell'Oceania, anche il primato riguardante le alture presenti su di un'isola. Le pareti del Puncak Jaya sono ricoperte da ghiacciai, che a causa del riscaldamento globale, si riducono costantemente di dimensioni; la cima è libera da ghiacci. La via per raggiungere la vetta non presenta grosse difficoltà come le altre alture delle Seven Summits ed il percorso è quasi interamente roccioso.

monte bianco

Europa, Monte Bianco – Nel vecchio continente si contendono il titolo il Monte Bianco e l'Elbrus, considerato che la catena montuosa del Caucaso costituisce il confine tra la Russia europea e quella asiatica, si è soliti considerare il Monte Bianco l'altura maggiore su suolo europeo. Alto 4.810 metri, fa parte della catena montuosa delle Alpi italiane si estende sul confine tra la Valle D'Aosta e l'Alta Savoia francese. La conformazione del Monte Bianco si basa su un ammasso roccioso, coperto in cima da nevi perenni, che formano uno strato alto circa 40 metri. I due versanti si differenziano per le pendenze, dal versante italiano si nota un'irta parete rocciosa, mentre il versante francese scende dolcemente a valle, allungandosi verso la pianura.

mckinley

America del Nord, Monte McKinley – Nella zona più a Nord del continente americano, il Monte McKinley fa parte della grande catena dell'Alaska, che si estende a Sud per 960 chilometri, fino alla California. La sua altezza è di 6.194 metri e si differenzia dalla maggior parte delle vette per essere tra le più alte partendo da valle, la base su cui si poggia questa altura è di soli 700 metri, mettendo in evidenza un forte dislivello. La scalata è resa difficoltosa dalle estreme temperature, che possono toccare i -40° C, dalle pessime condizioni climatiche causate dall'umidità e dallo scarso numero di ore di sole, a causa della vicinanza al circolo polare artico.

aconcagua

America del Sud, Aconcagua – La catena delle Ande ospita l'Aconcagua, la montagna più alta del Sudamerica e contemporaneamente dell'intero Emisfero Australe. 6.962 metri di rocce antiche. Su suoi versanti sono presenti molti ghiacciai e c'è anche un fiume, che nasce da questi ghiacciai e prosegue il suo viaggio per 200 chilometri. Il percorso canonico per raggiungere la cima viene chiamato  "Via Normale" ed è lo stesso utilizzato durante la prima esplorazione. La scalata non presenta numerose difficoltà, presentandosi come una lunga salita priva di scalate difficoltose.

[Le foto, dall'alto verso il basso, sono di: mattw1ls0n, Mountain Madness, Melanie Ko, Sauzedde, max.santa, Harvey Barrison, Winky]