L'Isola di Capri è una meta molto nota tra le località estive italiane. Parte integrante della provincia di Napoli, Capri si divide in due comuni dalle caratteristiche morfologiche molto differenti. La zona di Anacapri è composta da un altopiano e rappresenta uno dei maggiori centri abitati dell'isola, il resto del paesaggio è costituito da varie cime di altezza tra i 300 e 500 metri. La costa è frastagliata e l'ambiente ed è un misto di grotte e cale, che si alternano a lunghe scogliere.

Marina Grande

Marina Grande, foto di Antonio Manfredonio

Mare e spiagge – Il luogo più visitato per trascorrere una giornata di mare è la spiaggia di Marina Piccola. Il vantaggio di trovarsi in un’isola di dimensioni modeste come Capri è poter raggiungere qualsiasi posto facilmente, sia col pullman che a piedi. Un altro posto da visitare è la località dei Faraglioni, i due caratteristici scogli, simbolo di Capri. Le spiagge di Capri sono tutte di natura rocciosa, quindi sono formate o da distese di ciottoli o terrazze rocciose. La spiaggia dei Bagni di Tiberio è il luogo dove nasce la villa omonima. La zona di Anacapri vanta il lido Faro di Punta Carena, il punto che resta più tempo illuminato di tutta l’isola, grazie alla sua posizione a sud-ovest. La spettacolare Grotta Azzurra è riservata a chi vuole avventurarsi in barca nelle sue acque turchesi.

Piazzetta Capri

Piazzetta Capri, foto di Antonio Manfredonio

Cosa vedere – Capri è ricca di luoghi interesse, che si uniscono perfettamente alla cultura di un’isola che vive tutto il giorno. Durante la giornata, se si preferisce una mattinata più tranquilla rispetto ad un’escursione tra le grotte, ci si può rilassare nella Piazzetta di Capri, seduti in un bar godendosi il tipico caffè napoletano. Anacapri è nota anche per il suo centro storico, formato dai vicoli che collegano la città ad ogni punto dell’isola. Palazzi come la Villa Jovis, che si affaccia direttamente sul mare ed i giardini di Augusto, mostrano il fascino storico dell’isola. La Certosa di San Giacomo, di origine medievale, è un esempio di arte ed estetica. Un altro luogo da visitare è la Villa San Michele, dove si può ammirare la statua della sfinge egizia che guarda verso il mare. La Villa di Tiberio è anche chiamata Villa Damecuta, a due passi dalla Grotta Azzurra, gode della vicinanza anche di una splendida pineta.

Grotta Azzurra

Grotta Azzurra, foto di Glen Scarborough

Divertimento – La vita a Capri assume un’identità molto mondana e da parecchi decenni è uno dei luoghi più visitati dalle star di Hollywood. Le strade di Anacapri e Piazza Umberto I hanno visto passeggiare persone del calibro di Audrey Hepburn, che col loro passaggio hanno attratto numerosi visitatori, affascinati dallo stile di vita dell’isola. Ancora oggi capita di incontrare gli attori più famosi del mondo e non è una sorpresa se si siede al tavolo vicino ad uno di essi, mentre si gode un aperitivo. La vita notturna di Capri si svolge nei numerosi wine bar e lounge bar presenti sul posto. Il wine bar più famoso dell’isola è la Lanterna Verde di Anacapri, gli altri punti dove trascorrere la serata sono Anema e Core e la taverna O Guarracino, animata dagli immortali canti popolari napoletani.

Faraglioni

Faraglioni, foto di Leon Brocard

Come arrivare – Capri è raggiungibile solo via mare, con traghetti ed aliscafi che partono dalla maggior parte dei porti della Campania. Il trasporto delle auto per i non residenti è proibito durante l’estate, ma questo non costituisce un problema, poiché i trasporti pubblici dell’isola funzionano molto bene e ci si può anche muovere tranquillamente a piedi. Se si decide di arrivare con l’aereo, si arriva all’aeroporto di Capodichino, dove ci si dirige verso i porti di Molo Beverello e Calata di Massa, con taxi o autobus, la tariffa dei taxi, per una corsa fino al porto, ammonta a circa 20€, il biglietto per l’Alibus, che collega l’aeroporto a Piazza Municipio costa 3€. Da Calata di Massa partono i traghetti e le navi veloci, soluzioni più economiche. Molo Beverello, vicino Piazza Municipio, ospita soltanto le corse degli aliscafi. Il viaggio richiede 40 minuti in aliscafo, 50 con la nave veloce ed 80 col traghetto. Il mare del Golfo di Napoli è tendenzialmente calmo, ma in caso di mare grosso partono solo i traghetti e le navi veloci.