Leynar, Isole Faroe. Foto di patano
in foto: Leynar, Isole Faroe. Foto di patano

Incontaminate e incredibili: sono le isole Faroe una destinazione tutta da scoprire. Parliamo di un arcipelago formato da 18 isole, immerse nell'oceano Atlantico settentrionale, e territorio autonomo danese. Le isole Faroe sono un paradiso naturalistico straordinario che custodisce paesaggi mozzafiato, pittoreschi villaggi di pescatori, e tantissima fauna. Una destinazione da sogno per chi ama la natura e l'avventura. Le Isole Faroe sono salite alla ribalta solo pochi anni fa a seguito di un incontro calcistico disputato con la nazionale italiana, allora compione del mondo. Incontro, peraltro vinto quasi a fatica dagli azzurri contro una squadra composta da giocatori non professionisti, o che quantomeno non hanno fatto del calcio la loro professione.

Una vacanza alle isole Faroe

Isole Faroe. Foto di mengfos
in foto: Isole Faroe. Foto di mengfos

Le isole Faroe sono un paradiso per gli amanti del bird watching, delle escursioni nella natura, della pesca e delle attività all'aria aperta. Tutta la costa ovest e, in particolare, l'isola di Mykines sono un vero paradiso per gli amanti del bird watching. Durante le entusiasmanti escursioni sulle maestose scogliere o sulle barche è possibile osservare da vicino migliaia di pulcinelle di mare, sule e molti altri uccelli marini. Alle isole Faroe sono state identificate ben 300 specie di uccelli, di cui un centinaio sono uccelli migratori abituali dell'Atlantico del Nord.

Pur non essendo immense, le isole Faroe offrono tante opportunità di escursioni. Come i sentieri che collegano i villaggi e i percorsi di montagna affacciati sull'oceano. In primavera e in estate vengono organizzate una serie di escursioni nell'area intorno a Tórshavn e Kirkjubø. Tra le mete più suggestive, le alte scogliere di Djupini, la zona di Akraberg, con il famoso faro sulla punta più a sud, e l'isola di Stóra Dímun, abitata da una sola famiglia.

Oltre alle escursioni a piedi, si puà prendere parte alle tantissime escursioni in barca. Merita in particolare l'escursione al bellissimo lago di Leitisvatn/Sørvágsvatn e alle cascate di Bøsdalafossur, immerse in una natura incontaminata, e la gita all'isoletta disabitata di Lítla Dímun, un'esperienza unica.

Per qunato riguarda i piccoli pase e i villaggi da visitare, ognuno è ricco di un fascino unico e va visitato per la sua particolarità. Torshavn è la più piccola capitale del mondo, ma offre tanti servizi. Strade strette si raggruppano intorno al porto, dove una penisola chiamata Tinganes si affaccia nella baia. Molto bella è la parte vecchia della città, Reyni, colorata dalla tante casette costruite in legno e con i tetti d'erba, che rendono il quartiere molto pittoresco.Inoltre si può visitare il museo Listaskalin, con mostre permanenti di dipinti e arte faroese contemporenea, oppure la Casa del Nord, ovvero il centro culturale dedicato all'intera Scandinavia, dove regolarmente si svolgono concerti, spettacoli e mostre temporanee di pittura. A Sandur, invece, è stato inaugurato un nuovo museo d'arte che presenta le opere di una delle collezioni private piu importanti delle isole Faroe, con opere di artisti faroesi come Mykines, Ruth Smith e Ingálvur av Reyni.

Come arrivare e come muoversi alle isole Faroe

Anche se sperdute in mezzo all'oceano Atlantico settentrionale, le isole Faroe sono facilmente raggiungibili in aereo o via mare. E una volta arrivati, ci sono ottimi collegamenti interni. Le Isole Faroe sono facilmente raggiungibili in aereo, con voli diretti tutto l'anno dalla Danimarca, dall'Inghilterra, dall'Islanda e dalla Norvegia. L'aeroporto di Vagar si trova a 56 chilometri dalla capitale Thorshavn, situata sull'isola di Streymoy. Per spostarsi è presente un servizio di pullman ogni ora. Le isole Faroe sono raggiungibili anche via mare con il traghetto Norröna. I trasporti interni funzionano molto bene e collegano praticamente tutte le zone dell’arcipelago.

Quando visitare le Isole Faroe 

Isole Faroe. Forto da pixabay
in foto: Isole Faroe. Forto da pixabay

Le isole Faroe sono tra i Paesi più piovosi al mondo. Per visitare le Faer Oer è sempre oppurtuno munirsi di un impermeabile. L’attività turistica si svolge prevalentemente d’estate, tra il primo di giugno e il primo di settembre. La fine di luglio coincide con le festività di “lavsøka” ed è probabilmente il periodo più indicato per una visita a queste isole. In ogni caso è opportuno sapere che c'è una forte escursione termica, per cui è possibile vivere 4 stagioni in un solo giorno.