Tutte in fila in indiana, ordinate e di un  bianco quasi accecante, baciate dalla luce del sole ed accarezzate dal mare. E' uno spettacolo creato dalla natura che ha modellato delle rocce facendole diventare l'Arcipelago più denso di isole del Mediterraneo. Anche se sembra di essere in uno dei luoghi più lontani dal mondo dove regna sovrana la natura, queste isole si trovano in Croazia, proprio a poca distanza dall'Italia. Sono le isole Kornati, circa 152 angoli di paradiso, pochi di questi ancora abitati, la maggior parte sono scogli deserti che continuano ad affascinare viaggiatori da tutto il mondo che le hanno scelta come meta per le vacanze al mare. Le Isole Kornati si trovano precisamente nella Dalmazia centro settentrionale ed appartengono alla contea di Sibenik. Già solo la loro conformazione è uno spettacolo, sono tutte disposte in quattro file parallele, ed abbracciano il mare più azzurro del Mediterraneo. Il colore così intenso dell'acqua è dovuto al contrasto con il bianco delle rocce che sinuose si stagliano lungo le coste. Gran parte delle isole Incoronate per la loro bellezza paesaggistica sono state proclamate Parco nazionale e possono essere visitate in barca. Le isole Kornati sono la meta prediletta per le vacanza al mare in Croazia per chi ama la natura intatta e la bellezza del mare, ma anche per pratica le immersioni, grazie al ricchissimo mondo sottomarino.

Isole Kornati, il mare bello della Croazia
In barca nel Parco naturale delle Kornati: tour e prezzi
Dove dormire senza alberghi

Isole Kornati, il mare bello in della Croazia

Le Isole Kornati viste Prvic – Foto di dmytrok
in foto: Le Isole Kornati viste Prvic – Foto di dmytrok

Dall'alto sembrano dei sassi gettati nel mare al largo della costa Croata, dove quasi per magia l'acqua acquista un colore più intenso e brillante, tanto da diventare lo specchio di mare più azzurro del Mediterraneo. La leggenda vuole che alla fine della creazione dell'universo, a Dio fossero rimaste alcune rocce che gettò nel mar Adriatico, così nacquero le Incoronate. Sono un intreccio di baie, cunicoli, un labirinto di pietra con poca vegetazione, solo rocce bianche e qualche cespuglio. Questo insieme di sassi che emergono dal mare sono chiamate corone, da cui appunto deriva il nome Incoronate. Le isole Kornati si dividono in due gruppi, quelle Alte, che comprendono la catena di Sit e Zut e includono 51 isole, isolette e scogli, e le Kornati basse che includono 98 isole e scogli, tutte immerse nella natura ed avvolte tra il silenzio del mare ed il leggero fruscio del vento. Tutte questi scogli, dalle forme diverse, nascondono qualcosa da vedere, ma uno dei fenomeni naturali più belli delle isole Kornati sono le rocce girate verso il mare, che si possono vedere sulle Incoronate basse.

L'isola Incoronata per eccellenza è Kornat, la più grande e conosciuta. Quest'isola a differenza delle altre è poco frastagliata, con meno insenature e baie. Le più conosciute sono Opat, Koromašnja, Ropotnica, Kravljačica, Vruje, Strižnja, Lučica, Šipnate. Uno dei centri più importanti delle isole Kornati è Tarac, dominato della fortezza Tureta. Qui si trova anche un importante meta di pellegrinaggio mariano, la chiesetta della Madonna di Tarac. Se avete la fortuna di andare in vacanza in Croazia nel mese di luglio potete assistere ad una delle più belle rappresentazioni della zona, la processione con le navi e le barche dei fedeli da Murter alla chiesetta, un avvenimento molto suggestivo ed emozionante. L'altra isola da vedere è Žut, famosa per la produzione dell'olio e separata da Kornat da un canale. Da Zut si raggiunge la baia di Hiljada, una delle più spettacolari circondata da tre isole che garantiscono un mare piatto come un mantello azzurro.

Uno dei luoghi più fotografati della Croazia è l'isola di Mana, davvero suggestiva per le sue rocce a strapiombo sul mare. Qui si possono ammirare anche i ruderi di un villaggio greco ricostruito negli anni ’60 come ambientazione cinematografica. Di fronte a Mana c’è Vrulje, il capoluogo delle Kornati, l’unico vero borgo, di tutto l’arcipelago. Al suo intero ha una stradina dove si affacciano varie case di pescatori, un alimentari, due ristoranti ed un bar. Durante un tour tra le isole non ci si può non fermare al lago di Mir, le cui acque, più calde rispetto a quelle del mare, sono considerate salutari. Meritano una visita anche i siti archeologici di Mala Proversa, probabilmente il centro più importante dell'arcipelago in antichità, come testimonia la villa romana di cui si conservano i resti. Altre particolarità interessanti si trovano poi tra l'isola Kornat, Katina e l'Isola Lunga, dove sorge lo stretto denominato Grande Proversa, che doveva essere un basso-fondo scavato al tempo dei romani, costruito per la navigazione, mentre ai piedi del più alta montagna delle Incoronate, Metlina, si trova una enorme superficie calcarea, liscia e completamente nuda che assomiglia ad un paesaggio lunare.

Data la bellezza delle mare una delle attività più belle da praticare alle isole Kornati è lo snorkeling e le immersioni. Basta una maschera ed un boccaglio e ci si può immergere tra la spettacolare flora e fauna marina. A Koromacna si trovano i fondali più belli, sembra una vera e propria galleria d'arte, dove sono esposte le opere d'arte create dalla natura, rocce, pesci colorati, ricci e stelle marine.

In barca nel Parco Naturale delle Kornati: tour e prezzi

Barche a vela nelle isole Kornati – Foto di Hochgeladen von AlMare
in foto: Barche a vela nelle isole Kornati – Foto di Hochgeladen von AlMare

Un luogo dove la natura ha creato uno spettacolo così incredibile non poteva non essere riconosciuto come parco nazionale e divenire zona protetta. Riconosciuto nel 1980, il parco nazionale delle Incoronate include 89 isole ed è diventato il regno delle barche a vela per le tante imbarcazioni che vi ormeggiano per tuffarsi nelle sue splendide acque. L'entrata nel parco è a pagamento (50 kune) ed i biglietti possono essere acquistati in una delle biglietterie sulla terraferma, al di fuori dei confini del Parco. Ci sono alcune zone del parco che non possono essere visitate perchè sottoposte ad un articolare regime di protezione, queste sono l’isolotto di Purara, gli scogli Klint e Volic, l’isolotto di Mrtenjak, l’isolotto di Kolobucar, Mali Obrucan e Veli Obrucan. Per visitare questo luogo incantato, ci sono pochi modi. Il primo è accedere con una propria barca privata, pagando l'accesso e dopo aver ricevuto il permesso dalla marina, oppure si possono visitare le isole Kornati con la nave di un croato che ha una casetta alle Incoronate ed è disposto a darvi un passaggio.

Le ultime due alternative per trascorrere qualche ora o qualche giorno alle isole sono partecipare ad una crociera in barca a vela o prendere parte ai tanti tour che vengono organizzati. Le navi partono da Zadar, Šibenik oppure da Murter. Il prezzo per l’escursione, la rotta, ed il programma variano a seconda dell'organizzazione prescelta, ma di solito i tour di una giornata partono alle 9 del mattino e rientrano alle 18:00. Il biglietto per un tour costa dai 28 ai 40 euro a persona con prezzi ridotti per i ragazzi ed i bambini, il rezzo varia a seconda delle soste programmate e del periodo. Durante queste escursioni ci sono tante attività a cui prendere parte, come il trekking, passeggiando nei sentieri segnalati tra le montagne presenti sulle diverse isole, gli amanti del mare possono dedicarsi al nuoto, allo snorkelling ed alle immersioni mentre per chi ama la pesca c'è anche la possibilità di passare qualche ora con i pescatori del posto.

Dove dormire senza alberghi

Foto di nijaba
in foto: Foto di nijaba

Una vacanza nelle isole Kornati in Croazia sarà fuori dal comune. Senza alberghi o casa vacanza solo natura e piccole case un tempo abitate dai pescatori. Se si vuole una sistemazione più convenzionale si può alloggiare sulla terra ferma a Zara, Biograd o Sibenik, oppure sull'isola di Murter, per poi partire ogni giorno alla scoperta delle Incoronate. L'assenza di alberghi sulle isole rende il viaggio ancor più affascinante. Le isole sono quasi disabitate e solo d'estate i pochi croati che possiedono delle piccole case sulle isole vengono a trascorrere le vacanze o a mangiare in uno dei ristoranti delle Kornati. Nelle poche case di pescatori è possibile pernottare qualche giorno, però tenete presente che si tratterà di una vacanza abbastanza spartana. Oggi queste case hanno cisterne per raccogliere acqua piovana potabile, generatore autonomo o a gas per frigoriferi e luce, oppure impianti solari per l'energia. Sulle Kornati non esistono negozi, solo un alimentari, ma in compenso ci sono alcuni ottimi ristoranti dove mangiare pesce freschissimo cucinato in modo tradizionale. Dormire almeno una notte nelle isole Kornati all'interno di queste casette disabitate durante tutto l'anno è un'esperienza senza paragoni, dove si può vivere la tranquillità dell'ambiente naturale, con il profumo e la brezza del mare che vi sveglierà al mattino.

Mappa Isole Kornati in Croazia

[Foto principale di eddieedib]