La cella è stata disponibile per qualche minuto sul sito AirBnb. Ora è cambiato il metodo di booking.
in foto: La cella è stata disponibile per qualche minuto sul sito AirBnb. Ora è cambiato il metodo di booking.

L'occhio del Grande Fratello ti guarda mentre sei dietro alla sbarre. Luogo in cui ti sei costretto da solo, senza commettere alcun reato, per poter pagare solo un dollaro a notte, o, magari, per provare un'esperienza nuova da cui – forse – uscirai fuori di testa. A Brooklyn, nella città di New York, sorge quella che vuole essere un'opera d'arte e che, allo stesso tempo, è anche un esperimento sociale e una stanza d'albergo. Si chiama "Jail's Seeking Prisoners", ossia "carcere in cerca di prigionieri" ed è stata ideata dalla mente di Miao Jiaxin, artista cinese residente a New York ed osservatore tagliente delle realtà urbane. Vediamo nel dettaglio come e a che condizioni chiudervi in cella.

La prigione si trova nella zona di Bushwick, a Booklyn (NY), a pochi passi da una delle fermate della metropolitana e a 12-15 minuti a piedi dal distretto Lower East Side di Manhattan. La prenotazione del vostro adorabile soggiorno può essere fatta a partire dal primo agosto 2014 soltanto attraverso l'applicazione Calendar di Facebook, anche se per qualche minuto è stata disponibile anche sul sito AirBnb. Il costo è di soltanto un dollaro a notte, ma la cauzione è di ben 300. C'è forse qualcosa di prezioso nella cella che, presi da un momento di follia, potete distruggere? No, ma ci sono delle regole precise da rispettare, pena la decurtazione di 100 dollari per ogni violazione.

Alcune regole sono comuni a molti altri alloggi: stanza per una persona, vietato fumare e l'accesso agli animali, soggiorno minimo due giorni, massimo tre. Poi le regole della prigione: dalle 9 alle 13 l'ospite dovrà chiudersi a chiave nella cella, senza accesso ad internet, senza strumenti elettronici, senza libri, strumenti, radio, penne; senza poter parlare con nessuno, senza poter fare yoga, né esercizi fisici, né tantomeno dormire. Ogni violazione comporta una "multa" di 100 dollari. Tutte le attività sono monitorate dalle telecamere 24 ore su 24 e sono visibili a tutti in diretta streaming. Nulla a che vedere, dunque, con gli hotel-prigione a quattro stelle.

Qualche confort: il prigioniero avrà a disposizione lenzuola e tovaglie pulite ogni giorno, un bagno con doccia di là dalle sbarre, ed aria condizionata. La prigione si trova sulla soffitta di una normale villetta, per cui la stanza viene inondata dal anche dal lucernario che si trova proprio sopra alla cella. Nelle ore di libertà è possibile accedere all'ampia terrazza che apre sul paesaggio di Brooklyn.