lido di jesolo

Se siete appassionati di campeggio o se, al contrario, non avete mai provato e non volete una prima esperienza deludente, c’è un solo posto dove andare per passare le vostre vacanze estive: Jesolo, più nello specifico nella località di Cavallino-Treporti.

Il comune, che con Jesolo divide la spiaggia, è sede dei villaggi-camping più grandi di Italia. Si parla di strutture che ospitano fino a diecimila persone, tutte di alto livello (non sotto le tre stelle) e che offrono numerosi servizi. In particolare la località balneare, che durante la stagione estiva registra 6 milioni di presenze annue, è fermentata dall’attività di sport acquatici: vela, canoa, windsurf, sub. Più ovviamente le strutture polisportive per praticare tennis, basket, beach volley, calcio, minigolf, tiro con l’arco. Molte di queste sono proprio all’interno dei suddetti camping: in molti di essi si svolge un’animazione dedicata che organizza svariati corsi sportivi gratuiti per gli ospiti dei campeggi.

Il motivo per cui i camping hanno attecchito particolarmente in questa zona rispetto agli hotel è da ricercare tra gli altri nell’enorme pineta lunga tre chilometri che copre il lido di Jesolo. Le strutture si affacciano tutte sul mare, ma i campeggiatori possono stare sicuri di avere sempre un posto all’ombra. La spiaggia, dalla sabbia finissima di origine dolomitica, attira ogni anno turisti da tutta Europa, in particolare tedeschi, olandesi e danesi, rendendola la seconda più frequentata di Italia. Questo grazie anche alla vicinanza con Venezia, raggiungibile in poco più di mezz’ora con auto e traghetto. Il target principale sono le famiglie con figli di età fino ai 18 anni, ma in generale la gioventù anche più grande frequenta la zona, che è ricca di locali e discoteche aperti fino a tarda notte.

Giuseppe D’Angelo