lido di jesolo

Si potrebbe definire con azzardo la Miami Beach d'Europa, ma è pur vero che la cittadina veneta è tra gli stabilimenti balneari più importanti del nostro paese: il fascino di Jesolo non sta solo nel lungo litorale che in estate attira milioni di visitatori, ma anche dai molteplici eventi che caratterizzano la bella stagione. Attira dai sei ai dieci milioni di turisti l'anno, tutti richiamati dalla bellezza delle spiagge e dall'intensa vita diurna e notturna che genera una movida che nulla ha da invidiare alla più famosa Rimini. Eppure Jesolo non è caotica e disordinata come la sua sorella romagnola, che nell'immaginario collettivo rappresenta il top del divertimento estivo della nostra penisola.

I motivi di tanta differenza? Sono tanti. Partiamo da quello culturale: il lido di Jesolo attira molti più stranieri che italiani. Può sembrare un'affermazione superficiale e qualunquista, ma è un dato di fatto che il turista italiano sia meno ligio alle regole di civiltà e comportamento, rispetto a quello europeo. E' vero però anche il contrario: turisti tedeschi, inglesi, olandesi o di altre parti del continente possono rispettare la città e l'ambiente, ma tendono a essere molto rumorosi. Tutto ciò però confluisce in una località dove l'amministrazione turistica è saldamente organizzata, e sa gestire caos o sporcizia: i servizi sono efficientissimi, e le attività notturne sono concentrate laddove non arrechino disturbo. La maggior parte dei servizi e delle strutture è sotto l'egida di Jesolo Turismo, una spa nata dall'unione dell'amministrazione comunale con associazioni di categoria: il principio base era quella di fornire i servizi sull'arenile, e successivamente si sono espansi con la gestione di stabilimenti, campeggi, il porto per le barche e il casinò.

Ma l'altro fattore che rende Jesolo diversa da Rimini sono le sue spiagge: è sempre Adriatico, è sempre affollato, eppure il litorale di Jesolo conserva la sua bellezza. Le acque sono pulite tanto da aver ricevuto la bandiera blu nel corso degli ultimi sei anni: ricordiamo che il riconoscimento viene assegnato non soltanto per la pulizia di acqua e spiagge, ma per i servizi offerti dagli stabilimenti e per le attività di informazione ecologica (in particolar modo riferita al Programma Bandiera Blu) svolte dal comune. In pratica è lo specchio dell'amministrazione turistica della città, sia essa affidata all'impresa pubblica o alle private. Ecco perché il lido di Jesolo si conferma ogni anno tra le mete preferite di milioni di turisti per le vacanze al mare.

[Foto in apertura di Gray Simpson]