112 CONDIVISIONI
25 Novembre 2017
23:32

Jodhpur, cosa vedere nella magica “città blu” dell’India

La città di Jodhpur, situata nel Rajasthan, racchiude numerose meraviglie architettoniche. Tra queste, una fortezza risalente al XV secolo e una residenza privata convertita in hotel di lusso.
A cura di Angela Patrono
112 CONDIVISIONI

Il Rajasthan, lo stato più grande dell'India, racchiude in sé una gemma trascurata dai turisti in favore delle vicine Jaipur e Udaipur. Si tratta di Jodhpur, località situata nel brullo scenario del Deserto del Thar. Jodhpur è detta "la città blu" per via delle case tinte di azzurro nel borgo antico. Un tempo infatti il colore celeste contrassegnava le abitazioni dei Bramini, ossia dei sacerdoti che componevano la prima delle quattro caste indiane.

Jodhpur – Foto <a href="https://commons.wikimedia.org/wiki/File:Jodhpur,_Rajasthan_–_India_(17933517794).jpg" target="_blank" rel="nofollow noopener noreferrer">Wikimedia Commons</a>
Jodhpur – Foto Wikimedia Commons

A dominare la città con la sua sagoma imponente è il forte Mehrangarh, che si erge su uno sperone di roccia a 130 metri d'altezza. La fortezza è costruita in arenaria rossa, lo stesso materiale di cui composta la collina, creando così un effetto pittoresco in cui ogni differenza tra maestria umana e lavoro di Madre Natura sembra annullarsi. La struttura venne eretta nel 1458 dal clan Rathore e negli ultimi decenni è divenuta una popolare attrazione turistica. Del resto, è uno spettacolo senza precedenti: le sue mura si innalzano per 40 metri e dall'alto è possibile contemplare il magnifico panorama delle case dipinte di blu. L'interno racchiude una moltitudine di palazzi, templi, gallerie, cortili, sculture pregiate: un vero microcosmo tutto da esplorare con curiosità ed entusiasmo, sapendo che una visita del complesso porta via almeno un paio d'ore. Il forte ospita anche il Mehrangarh Museum, che nelle sue sale accoglie preziosi arredi e gioielli del Maharajah.

Tra le architetture degne di nota si segnala anche l'Umaid Bhawan Palace, una delle residenze private più grandi del mondo, la cui costruzione è stata ultimata nel 1943. Il palazzo si divide in tre parti: la residenza della famiglia reale di Jodhpur, un hotel di lusso della catena Taj Palace Hotels, e il Museo nel quale si trovano testimonianze della famiglia reale nel XX secolo. Splendido anche il Jaswant Thada, un cenotafio fatto costruire dal Maharaja Sardar Singh nel 1899 in memoria del padre, Maharaja Jaswant Singh II. Nella piazza del mercato si può ammirare anche la maestosa Ghanta Ghar, o Torre dell'Orologio. Le bellezze architettoniche di Jodhpur hanno portato molti registi a girare nella città indiana importanti film, tra cui produzioni hollywoodiane come Il cavaliere oscuro – Il ritorno e Il treno per il Darjeeling.

112 CONDIVISIONI
Jodhpur, una meta da fiaba nel nord dell'India
Jodhpur, una meta da fiaba nel nord dell'India
5.473 di Angela Patrono
Livorno: cosa vedere nella città toscana
Livorno: cosa vedere nella città toscana
Cosa vedere ad Ulm, città dei passeri, dei geni e della libertà
Cosa vedere ad Ulm, città dei passeri, dei geni e della libertà
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni