Novembre, tempo di raccolto, dopo aver atteso vari mesi dopo la semina, è arrivato il momento di provare cioè che è stato piantato negli orti e nelle campagne. Anche ad Amsterdam in autunno si raccoglie uno dei prodotti per cui la città è famosa in tutta Europa, la Cannabis. I semi di marijuana piantati mesi prima germogliano l'erba migliore, che viene falciata, raccolta e finalmente testata. La High Times Cannabis Cup, iniziata nel 1987, fa di Amsterdam per 5 giorni la capitale della Cannabis, ma in realtà la città olandese lo è anche per tutto il resto dell'anno, grazie alle leggi più flessibili in tema di droghe leggere. Questa grande manifestazione non poteva che svolgersi ad Amsterdam, considerata città della libertà, dei  coffe shop e del sesso, dove si può anche visitare il museo erotico nel quartiere a luci rosse. Anche se bisogna sottolineare che negli ultimi anni il governo di destra ha cercato di limitare la libertà e l'uso delle droghe leggere, soprattutto per i turisti, che considerano Amsterdam solo una zona franca dove poter poter trasgredire alle rigide leggi del proprio paese. Quest'anno infatti, la manifestazione è soggetta ad alcune restrizioni. Infatti la quantità di marijuana che si potrà portare all'evento per i semplici partecipanti è pari a 5 grammi, ed i fornitori non possono distribuirla. Per ora i coffee shop sono ancora aperti ai turisti, ma per non rischiare di ricevere brutte sorprese è meglio affrettarsi ad organizzare il proprio viaggio ad Amsterdam, e quale occasione migliore della Cannabis Cup, che ogni anno acquista un enfasi maggiore, perché si teme che ogni volta possa essere l’ultima edizione.

Dal 23 al 27 novembre, giudici ed esperti di tutto il mondo assaggeranno i vari ceppi di marijuana, decretando il raccolto migliore. Tutti possono ricoprire questo ruolo importante, basta pagare il relativo prezzo del pass, infatti non c'è una distribuzione gratuita di cannabis. Di seguito vedremo i relativi prezzi e le modalità per partecipare. Negli ultimi anni anche in altri paesi vengono organizzati degli eventi dedicati all'erba, sopratutto per uso medico, come negli Stai Uniti, ma l'occasione migliore per provare tutte le varietà, è solo la Cannabis Cup di Amsterdam, dove si ha il privilegio di assaporare per primi l'erba del nuovo anno. Ma fumare non è l'unico modo per sballarsi nei cinque giorni della manifestazione, infatti oltre a visitare i vari coffe shop, ed assaporare la marijuana in tanti modi diversi, ci sarà musica dal vivo, cabaret ed un'area espositiva per i prodotti legati alla marijuana, con aziende del settore. Inoltre è possibile incontrare esperti coltivatori e imparare da loro alcune nuove tecniche di coltivazione. Insomma non resta che provare ed aspettare la proclamazione del ceppo più buono.

Date e programma
Come partecipare: costi e ticket
Come arrivare

Date e programma

[Foto di docmonstereyes]

L'edizione del 2014 della Cannabis Cup inizierà il 23 novembre fino al 27 del mese, ben cinque giorni durante i quali si susseguiranno workshop, dibattiti, concerti e sopratutto degustazioni. Più di 300 Coffee shop aderiranno all'iniziativa e sono riconoscibili dal simbolo della marijuana esposto all'ingresso dei locali. Nella città, regno della libertà e della tolleranza, si potranno sperimentare le diverse varietà di marijuana, decretando il vincitore della competizione. L'evento amato dai fumatori, ormai alla 27 esima edizione, è stato fondato da da Steven Hagar, editore della Rivista specializzata High Times, che si è sempre battuta per sostenere la legalizzazione della cannabis e dei suoi derivati. Da quel momento l'evento ha avuto sempre maggior successo, portando ad Amsterdam tanti appassionati e curiosi. Chi partecipa alla Cannabis Cup, può diventare protagonista, diventando giudice, acquistando il relativo pass. I semplici visitatori, invece, per cui il costo del biglietto è minore, potranno partecipare alle varie degustazioni ed eventi in un vero è proprio tour dei coffe shop e degli stand espositivi. Le nuove regole prevedono che i fornitori non possono distribuire cannabis, ma per fumare all'expo bisognerà portare il proprio, che non può superare i 5 grammi. Il programma completo della manifestazione si può consultare sul sito internet www.cannabiscup.com.

La zona espositiva per tutti e cinque giorni, ospiterà stand di coltivatori ed imprenditori che esporranno le loro produzioni e i loro nuovi prodotti, spesso molto innovativi ed originali, come bevande energetiche, cibi e nuovi modi di assaporare l'erba proibita. Domenica 23 Novembre il Festival si apre con un seminario di esperti della coltivazione, a cui ne seguiranno altri, sul futuro della cannabis e sul suo uso medico. Seguirà una serata di musica e divertimento. Nella giornata di Lunedì 24 si discute sulle leggi relative alla Cannabis, ma ci sarà anche spazio per specialità della cucina al gusto di erba e molti consigli sulla produzione in door. Di sera riprende la musica con i festeggiamenti dei 70 anni della “Hash Queen of Amsterdam”. Martedì 25, continuano i dibattiti, mentre mercoledì 26 si inizia l'assaggio dei ceppi partecipanti al Cannabis Cup. I giudici accreditati analizzeranno più di 300 varietà di cannabis, e verranno valutate la purezza, il colore, il sapore, i germogli, i semi e tante altre variabili per eleggere il miglior raccolto dell'anno. L'ultimo giorno dell'evento, giovedì 27, si sarà la festa finale dell'Expo, con la premiazione del ceppo migliore.

Come partecipare: costi e ticket

[Foto di docmonstereyes]

Se si vogliono provare tutte le varietà di marijuana presenti al Cannabis Cup bisogna partecipare come giudice. I pass per accedere a questo ruolo fondamentale per la competizione costa 269 $ ed è acquistabile sul sito ufficiale, o direttamente sul posto. L'organizzazione più volte sottolinea che se i biglietti saranno acquistati direttamente durante il festival, non sarà possibile pagare con carta di credito, ma solo in contanti. Oltre a poter assaporare tutti i prodotti portati dai maggiori produttori si potrà partecipare liberamente a tutti gli eventi collaterali, come concerti, workshop, omaggi ed ad un tour organizzato in pullman tra i vari coffe shop. Si sottolinea però che i giudici, non riceveranno campioni gratuiti, ma dovranno pagare esattamente come tutti gli altri, ma il pass gli permetterà di accedere a tutti gli eventi della manifestazione nell'ambito dei 5 giorni. I semplici visitatori, invece potranno acquistare solo il biglietto dell'expo al costo di 50 $ per ogni singolo giorno ed accedere ad una serie di eventi nei Coffe-shop accreditati con tanto di degustazione di varie tipologie di cannabis.

Come arrivare

L'edizione del 2014 del Cannabis Cup si tiene al Radion Amsterdam, Louwesweg 1, 1066 EA Amsterdam. In quest'aria saranno allestiti vari stand e si terranno i vari incontri a tema della pianta proibita. Per arrivare nella zona dell'evento ci saranno autobus gratuiti che collegano la Stazione Centrale a Radion e ritorno a partire da mezzogiorno ogni giorno fino alle 20:00 di sera. Le serate di musica e concerti, invece, si terranno al Melkweg, che si trova in Lijnbaansgracht 234/A, 1017 PH, un ex officina che oggi rappresenta uno dei maggiori centri culturali urbani di Amsterdam. Per raggiungere quest'area occorre prendere i tram 1, 2 e 5 dalla stazione centrale, o il 7 e il 10 da altri punti della città.

Per arrivare ad Amsterdam, si possono scegliere vari mezzi di trasporto, ma in generale il più comodo e conveniente è l'aereo. L'aeroporto centrale della città è Schiphol. Le compagnie aeree che volano dall'Italia sono Alitalia, Arkefly, easyJet, KLM, Transavia. Prenotando con un pò di anticipo potrete trovare tante offerte che vi permetteranno di spendere per un volo per Amsterdam andata e ritorno circa 100 euro, un ottimo prezzo rispetto ai prezzi normali. Per raggiungere il centro della città dall'aeroporto il modo migliore è il treno, con collegamenti molto frequenti e rapidi. Se volete viaggiare in piena autonomia con la vostra auto, dovrete mettere in conto molte più ore di viaggio. L'Olanda si può raggiungere da Bolzano attraverso il passo del Brennero, e da Milano attraverso la galleria del San Gottardo.