particolare interno Cittadella di Alessandria
in foto: particolare interno Cittadella di Alessandria. Foto di brigante mandrogno

Appena fuori dalla città di Alessandria, in Piemonte, si trova la Cittadella, una monumentale fortificazione del XVIII secolo, già candidata a diventare Patrimonio Mondiale dell'UNESCO. Si tratta di un luogo speciale dove poter fare piacevoli passeggiate lungo i suoi bastioni e concedersi un po' di meritato relax. Ecco tutti i segreti e le bellezze di questo incredibile luogo storico tutelato dai Fai (Fondo Ambiente Italiano).

La Cittadella di Alessandria

particolare interno Cittadella di Alessandria
in foto: particolare interno Cittadella di Alessandria. Foto di brigante mandrogno

La fortezza della Cittadella è una delle più belle di tutta Europa. Una sua particolarità è che ammirandola dall'alto present la forma di una stella formata da sei bastioni. La struttura ad oggi si presenta ancora come era un tempo, una stella circondata solo dalla campagna e dalla verde pianura. La costruzione di questa monumentale fortificazione aveva l'obiettivo di diventare l'elemento centrale della rete difensiva del regno dei Savoia. Alla fortezza si accedeva tramite un ponte di pietra che dava accesso ad un'area circondata da edifici. Oggi entrando nel cancello principale si può ammirare la magnifica porta Reale, una costruzione a due piani che sorge tra due Bastioni, quello di Sant'Antonio e il Bastione Santa Cristina. All'interno si trovano anche le Salle d'artifice, costruzione voluta da Napoleone in persona, e la Caserma Beleno, struttura che ospitava il governatore della Fortezza. Nella stessa costruzione si trova anche il Sacrario dedicato a tutti i caduti in guerra. Tra le altre cose da vedere all'interno della fortezza della Cittadella di Alessandria, ricordiamo: il cippo ricordo, posto sul bastione Santa Barbara, dove nel 1945 vennero fucilati alcuni partigiani, l'Ospedale, struttura di due piani che poteva ospitare circa 700 degenti, la Polveriera, la Palazzina del comando, dove veniva prodotto pane per oltre 10000 soldati. Infine, ricordiamo la grande Piazza d'armi che presenta ancora i segni del bombardamento subito duante la Seconda Guerra mondiale.

La cinta muraria della Cittadella fu edificata nel 1732, ma già nel 1745 fu messa sotto assedio. La Cittadella fu occupata dai francesi che si difendevano dall'armata austro – russa. Questa difesa durò solo pochi giorni, poiché la struttura fortificata non era stata ancora totalmente completata. Un anno dopo da questo evento disastroso i francesi fecero ritorno alla fortezza e, per volontà dello stesso Napoleone, la struttura subì delle modifiche andando ad acquisire l'aspetto attuale. La Cittadella ha attraversato momenti storici importanti, è stata protagonista della caduta dell'impero di Napoleone e il ritorno dei Savoia, senza dimenticare che proprio da qui nel 1821, partirono i primi moti insurrezionali. Durante i conflitti mondiali la Cittadella fu utilizzata come deposito. Attaualmete la fortificazione è affidata al comune di Alessandria ed è stata inserita tra i beni alienabili del Demanio Militare.

La Cittadella di Alessandria è aperta al pubblico dal 1990 ed è visitabile gratuitamente sia all'esterno che all'interno. Il sito attualmente è tutelato dal FAI ed è spesso sede di eventi e mostre interessati.