Marco J
in foto: Marco J

Oltre 100 mila persone ogni anno invadono la città di Melpignano, che durante l'anno è un piccolo paese normale dell'entrterra pugliese. Ma verso la fine di agosto si trasforma in un mondo a parte dove si balla al suono di tanburelli  che contagia proprio tutti. Non solo artisti di musica popolare, ma anche rockstar e gli artisti di generi musicali molto diversi che sono onorarti dall'essere chiamati ad esibirsi sul palco del Concertone, tappa finale del Festival della Taranta.

Questo festival itinerante è nato nel 1998 con lo scopo di riscoprire e valorizzazione la musica tradizionale salentina e la sua fusione con altri linguaggi musicali, dalla world music al rock, dal jazz alla musica sinfonica. Il Festival è itinerante perchè viaggia girando molte città della Puglia. Quest'anno inizia l'8 agosto a Corigliano d'Otranto e toccherà 14 piazze, compresa Lecce. Il suo viaggio avrà il suo culmine nel Cocertone finale a Melpignano dove protagonista è l'Orchestra Popolare della Notte della Taranta che ha avuto tra i maestri concertatori Giovanni Sollima, Ambrogio Sparagna, Mauro Pagani, Ludovico Einaudi, Goran Bregovic e Stewart Copeland. Ogni anno gli artisti di gran fama non mancano e spaziano nei generi più diversi, ma ciò che resta sempre è la Pizzica, che con i suoi ritmi porta in un’esperienza liberatoria da vivere nelle magiche notti estive del Salento.

Storia del Festival itinerante
Le tappe del Festival della taranta
Il Concertone di Melpignano

Storia del Festival itinerante

Flickr
in foto: Flickr

Il festival, organizzato per la prima volta nel 1998, riesce sempre a richiamare tantissima gente, non solo dalla Puglia, che non riescono a resistere al richiamo della pizzica. Il festival è promosso dalla Regione Puglia, dalla Provincia di Lecce, dalla Fondazione La Notte della Taranta, dall'Unione dei Comuni della Grecìa Salentina e dall'Istituto Diego Carpitella. Ogni edizione il festival presenta una parte itinerante attraverso tutti i Comuni della Grecia Salentina (Carpignano, Calimera, Salentino, Corigliano d’Otranto, Castrignano dei Greci, Martano, Cutrofiano, Martignano, Sternatia, Melpignano, Zollino, Soleto) e si svolgono altri concerti presso i comuni di Cursi, Alessano e Galatina, con le esibizioni dei più significativi gruppi del tradizionale panorama salentino e della scena internazionale.

Dopo il suo giro tra le città salentine, seguendo la tradizione si ferma a Melpignano per il grande Concertone che ogni anno annovera grandi maestri concertatori. Ma scopriamo qualcosa in più di questa danza. La "pizzica" rappresenta il tipo di musica che scandiva l'antico rituale delle cure per sconfiggere il morso immaginario della tarantola, il pericolosissimo ragno. Questa antica tradizione vuole che per salvare la vittima, venissero suonati incessantemente i tamburelli ad un ritmo vorticoso finché l'incantesimo non veniva sciolto. Il suono dei tamburelli veniva accompagnato da un ballo ripetitivo ed ossessivo, utile ad esaurire il veleno.

Le tappe del Festival della Taranta

Flickr
in foto: Flickr

8 Agosto | Corigliano D'Otranto

9 Agosto | Cursi

11 Agosto | Zollino

12 Agosto | Calimera

13 Agosto | Alessano

14 Agosto | Lecce

16 Agosto | Galatina

17 Agosto | Carpignano Salentino

18 Agosto | Sogliano Cavour

19 Agosto | Soleto

20 Agosto | Martignano

21 Agosto | Castrignano dei Greci

22 Agosto | Cutrofiano

23 Agosto | Sternatia

24 Agosto | Martano

27 Agosto | Melpignano

(Segui tutti gli aggiornamenti sul sito ufficiale)

Il Concertone di Melpignano

Mario Pires
in foto: Mario Pires

Questa fantastico viaggio tra le note salentine finirà come ogni anno a Melpignano. Per quest'anno l'ospite è davvero speciale: la Maestra Concertatrice sarà Carmen Consoli. L'evento è particolarmente importante poiché per la prima volta sarà una donna a guidare la grande Orchestra popolare della Notte della Taranta. Su quel palco, in realtà, la Consoli è già salita da ospite dieci anni fa. L'appuntamento di quest'anno è per Melpignano il prossimo 27 agosto nel piazzale dell’ex convento degli agostiniani. La cantautrice catanese avrà il compito di guidare il festival di musica popolare più atteso dell’estate che ogni anno richiama in Salento tantissime persone. Lo scorso anno il palco è  appartenuto a Phil Manzanera, mentre nel 2014 il maestro concertatore è stato il violoncellista e compositore siciliano Giovanni Sollima. Per quest anno il concertone finale è atteso con ansia e curiosità per vedere come la cantautrice siciliana reinterpreterà il repertorio della musica tradizionale salentina con l’Orchestra popolare insieme agli ospiti nazionali e internazionali che quest’anno arriveranno in Salento. Di sicuro non deluderà le aspettative.