Partire in aereo è sempre più conveniente, con un po' di astuzia, ma anche molta fortuna si riesce a volare per paesi lontani e luoghi meravigliosi a prezzi stracciati. Eppure ci sono dei giorni dell'anno nei quali partire in aereo può costare una vera fortuna. Una recente ricerca ha comparato i vari siti di prenotazione on line ed ha individuato 10 giorni del 2016 durante i quali è meglio restare a casa e salvare il portafoglio. L'analisi riguarda i voli in partenza dal Regno Unito ed è stata realizzata dal noto sito inglese Flight Centre che segnala i giorni da bollino rosso durante i quali i prezzi dei voli subiscono un'impennata evidente. A condizionare queste variazioni sono soprattutto i grandi eventi come Pasqua e Natale, ma anche altre circostanze, infatti, come suggerisce Justin Penny, basta cambiare di qualche giorno la data di partenza per risparmiare su voli e vacanze.

Ecco le 10 date da evitare quest'anno:

12 febbraio

I prezzi hanno un'impennata a causa delle vacanze scolastiche in Inghilterra.

24 marzo

Il week end successivo sarà Pasqua, quindi la maggior domanda di viaggi fa innalzare i prezzi dei voli.

13 aprile

Il picco dei prezzi in questo caso riguarda i voli per la Thailandia, poiché nel paese si festeggia il Songkran.

27 maggio

Comincia ad arrivare il bel tempo e questo è uno dei momenti più richiesti per cercare qualche raggio di sole nel Mediterraneo.

11 giugno

Quest anno questa sarà una data particolare, infatti, coincide con l'apertura di Euro 2016 in Francia. Volare dall'Inghilterra alla Francia costerà molto caro, lo stesso vale il 10 luglio per la finale.

1 luglio

Segna l'inizio della stagione estiva e quindi inaugura i prezzi da alta stagione.

21 ottobre

Altra pausa per le scuole Inglesi e di nuovo i prezzi alle stelle.

6 e 24 novembre

Il 6 novembre è una data da evitare per un viaggio a New York, infatti, la meta è molto richiesta per la maratona della città. Stesso discorso anche per il 24 novembre giorno in cui quest'anno si festeggia il ringraziamento in America.

22 dicembre

I prezzi cominciano a salire già dal 12 dicembre se si viaggia verso l'Australia e la Nuova Zelanda. Ma il 22 raggiungono il picco maggiore. I prezzi ricominciano a diminuire ai primi di gennaio quando la maggior parte delle persone sono di nuovo al lavoro.