Questa volta andiamo alla scoperta del litorale laziale, che presenta una particolarità non da poco: tutta la costa presenta delle località balneari che non solo sono di per se delle attrazioni turistiche, ma hanno anche comune punto di interesse numerosi resti archeologici. Si tratta infatti della terra in cui un tempo vivevano gli etruschi prima, e dove in seguito ci sono stati numerosi insediamenti romani, specialmente imperatori o esponenti della nobiltà. I resti delle necropoli, così come delle ville romane, sono dappertutto e potrete unire un'ottima gita culturale a un buon bagno per le vostre vacanze estive.

Visualizzazione ingrandita della mappa

Scauri è la prima importante località balneare che incontriamo partendo dalla costa sud, frazione del comune di Minturno. Stazione già apprezzata ai tempi della Roma imperiale e repubblicana, conserva infatti i resti di numerose ville, insieme ad altri scavi archeologici. I visitatori possono divertirsi con un'escursione verso la grotta azzurra.

Gaeta è tra le stazioni balneari più importanti e frequentate, e per questo anche vittima di un abusivismo edilizio che ne ha deturpato parzialmente le coste. Nonostante ciò alcune sue spiagge sono molto famose, come la spiaggia di Serapo o quella dell'Ariana, dall'arena bianca calcarea. Assieme a Formia, Minturno e Sperlonga si trova all'interno del territorio del Parco Regionale Riviera d'Ulisse, dove gli appassionati di arrampicate troveranno interessanti le falesie del Monte Orlando.

Itinerari di mare nel Lazio

Gaeta, foto di Aldo Ardetti

Sperlonga, sul golfo di Gaeta, è una località che ha cominciato ad attirare turisti ancora prima del  suo sviluppo turistico, per i vari ritrovamenti archeologici legati alla villa di Tiberio. A seguire troviamo Terracina, che è la località turistica più frequentata dagli stranieri, in particolar modo provenienti dall'Europa settentrionale: è infatti la località con il maggior numero di strutture alberghiere. San Felice Circeo si trova all'interno del Parco Nazionale Circeo, che comprende foreste, litorali, zone umide, grotte e l'isola di Zannone, ed è per questo molto frequentato dai turisti. Sperlonga e San Felice al Circeo sono tra le quattro località ad aver ricevuto la Bandiera Blu nell'ultimo anno.

Sabaudia è una città d'epoca fascista, che in seguito ha ospitato numerosi intellettuali e nomi illustri. Anche da queste parti si trovano numerosi edifici del passato, come le torri d'avvistamento. Nettuno è una località storica d'origine romana, immersa in un territorio circondato di aree naturali come il bosco del Foglino o Villa Borghese. Era legata ad Anzio nell'antichità, luogo di nascita di Caligola Nerone, e reso famoso per lo sbarco alleato durante la Seconda Guerra Mondiale. Anche Anzio e Sabaudia sono state insignite della Bandiera Blu.

Torvaianica è un centro che vive di turismo ma che purtroppo non è ancora molto sviluppato da questo punto di vista. L'attrazione principale da queste parti, oltre al Tirreno, è lo Zoomarine, uno dei parchi acquatici in Italia, famoso soprattutto per i suoi spettacoli con i delfini e perché presenta anche delle giostre meccaniche. E arriviamo a Ostia Lido, conosciuta anche come "Lido di Roma": Ostia è infatti un'enorme frazione della capitale, molto lontana dal centro, e funge da rifugio marino durante il periodo della calura estiva. Il lungomare è sviluppato in maniera prevalentemente turistica, con stazioni balneari, discoteche sulla spiaggia e locali a forte carattere internazionale. La zona interna è verdeggiante, ed è un benestante quartiere residenziale molto popoloso.

Ladispoli

Fiumicino è conosciuta soprattutto per il suo aeroporto e per il porto di pescherecci: ma il quartiere di Isola Sacra, una vera e propria isola artificiale, contiene i resti di vari necropoli. Il quartiere di Fregene è una esclusiva località balneare nata agli inizi del secolo scorso, e sviluppatasi come villaggio di pescatori che costruivano le loro capanne sulla spiaggia. Col tempo si è espansa sempre di più, ed ha cominciato ad essere frequentata da personaggi di rilievo del mondo del cinema e dello spettacolo come Federico Fellini, che qui vi girò un film. Si partì quindi alla corsa edilizia, e in poco tempo il lido diventò una meta ricercata, conosciuta come la "perla del litorale laziale". Tutt'ora in estate è affollata di turisti che prendono il loro aperitivo al tramonto nei locali sulla spiaggia.

Ladispoli è una delle più note località del litorale, soprattutto nella sua frazione di Marina di San Nicola: qui si trovano anche vari resti archeologici di rilievo, come la villa di Pompeo. A seguire Santa Marinella è una stazione balneare conosciuta fin dagli inizi del Novecento: anche questa, come tante altre, si è guadagnata l'appellativo di "perla del Tirreno", ed è stata frequentata da numerosi personaggi di spicco. Passando per il porto di Civitavecchia si arriva al lido di Tarquinia: la città fu uno degli insediamenti etruschi più rilevanti e nel suo entroterra è ricca di resti archeologici, ed è per questo nella lista dei Patrimoni dell'Umanità Unesco. E concludiamo con il comune di Montalto di Castro, la cui zona marina è avvolta da una deliziosa pineta.